Notizia

Pericoli per la salute: molti tè a base di erbe e menta piperita contengono tossine vegetali


La ricerca NDR rileva le tossine nei tè di noti produttori
Molte persone presumono che stiano facendo qualcosa di salutare per il loro corpo bevendo una tisana. Tuttavia, una nuova ricerca del rapporto di mancato recapito ha ora dimostrato che le tisane di molti noti produttori sono contaminate dalle tossine delle piante.

Si dice che il tè alle erbe e alla menta piperita abbia un effetto positivo sulla nostra salute umana. Tuttavia, questa opinione diffusa non sembra sempre essere corretta. In un test, gli esperti della rivista commerciale e di consumo NDR "Markt" hanno scoperto che alcune tisane di noti produttori erano fortemente contaminate dalle tossine delle piante.

Alcaloidi della pirrolizidina rilevati in quattro di sei tisane
L'ultima analisi di laboratorio ha mostrato che le tisane sono spesso contaminate da tossine vegetali. Alcuni dei contaminanti sono così forti che il consumo di tali prodotti può essere classificato come dannoso per la salute, riferisce la rivista commerciale e di consumo "Markt". In un campione, hanno scoperto alcaloidi pirrolizidinici (PA) in quattro su sei tisane. Si stima che questi alcaloidi si trovino in circa il tre percento di tutte le piante da fiore. Le piante usano tali tossine per proteggersi da predatori e parassiti. "PA" sono solubili in acqua e resistenti alla temperatura. L'alta concentrazione nel tè alle erbe e alla menta piperita potrebbe portare a danni al fegato o persino al cancro del fegato, ha avvertito gli esperti di NDR.

Il tossicologo spiega: piccole quantità di tossine vegetali possono causare il cancro
Tre diverse marche di tè alla menta e miscele di erbe sono state esaminate per il test. Le varietà testate sono state: "Sì! Menta piperita "di Rewe," Menta "di Teiera," Menta piperita di Westminster "di Aldi," Miscela di erbe di Kloster "di Edeka," Erbe piccanti di erbe fresche "di Messmer e" Lord Nelson 6 erbe "di Lidl. I prezzi delle varietà erano compresi tra 49 centesimi e 1,99 euro. In un'intervista con la rivista di consumo "Markt", il tossicologo Prof. Edmund Maser dell'Università Christian Albrechts di Kiel ha spiegato che anche le più piccole quantità di "PA" sono sufficienti per causare il cancro nell'uomo. Qualsiasi alimento non dovrebbe in nessun caso contenere tracce di "PA", ha avvertito il medico. I veleni sono contenuti nelle erbacce che crescono tra le erbe del tè. Nel caso della raccolta meccanica, tali erbacce possono quindi erroneamente infiltrarsi tra le piante di tè raccolte.

Grandi quantità di veleno per piante in tè a marchio privato di Rewe ed Edeka
Non esiste un limite legale per gli alcaloidi pirrolizidinici. Tuttavia, il Federal Institute for Risk Assessment (BfR) ha stabilito un cosiddetto apporto massimo. Secondo questo, un adulto dovrebbe consumare un massimo di 0,42 microgrammi "PA" al giorno, avverte la rivista di consumo "Markt". Il laboratorio ha stabilito nei test che, ad esempio, il tè alla menta piperita Rewe a marchio proprio conteneva una tazza con un valore "PA" di 0,67 microgrammi. Ciò significa che una tazza della bevanda supera già l'assunzione massima giornaliera. Su richiesta, la società ha annunciato che erano già in corso misure estese per ridurre al minimo il contenuto di "PA", riferisce il rapporto di mancato recapito. Non sembrava neanche molto meglio con il mix di erbe. Ad esempio, il marchio Edeka conteneva 0,36 microgrammi di alcaloidi pirrolizidinici per tazza. La quantità contenuta è abbastanza adatta per raggiungere rapidamente l'assunzione massima raccomandata, ha avvertito il tossicologo Prof. Maser. Edeka ha dichiarato che non esistono limiti statutari specifici per questo tipo di prodotto. Tuttavia, la società cercherebbe di attuare un concetto con i suoi fornitori che mira a ridurre al minimo "PA" nelle tisane.

Due tè nel test non contenevano veleni vegetali
Le tossine sono state trovate anche in altre menta piperita e tisane. I veleni vegetali sono stati trovati anche nel tè alla menta piperita di Aldi e nel tè alle erbe di Meßmer, ma i valori trovati erano più bassi. Il prodotto Aldi conteneva 0,02 microgrammi di "PA" per tazza. Il "rapporto di mancato recapito" riporta dalla ricerca che 0,005 microgrammi del veleno sono stati trovati nel tè di Meßmer. Anche in questi casi, le società interessate hanno informato il rapporto di mancato recapito che erano già state prese le misure necessarie per ridurre il contenuto di alcaloidi di pirrolizidina. Fortunatamente, c'erano anche due marchi testati che non contenevano tossine. La teiera del tè alla menta e la tisana Lord Nelson di Lidl non avrebbero affatto tossine vegetali, hanno spiegato gli scienziati del "Markt".

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Distillazione olio essenziale Menta - In Herba (Agosto 2020).