Notizia

Alcuni alimenti possono causare un aumento dei sintomi della neurodermite


Alcuni alimenti possono esacerbare l'eczema
La neurodermite è una malattia cutanea infiammatoria prevalentemente cronica che in molti casi rappresenta un onere enorme per le persone colpite. Perché oltre alla pelle estremamente secca, arrossamento e infiammazione, c'è un'eruzione cutanea insopportabilmente pruriginosa, che colpisce principalmente la testa, il viso e le mani. Tuttavia, può essere utile se i pazienti fanno a meno di determinati alimenti.

La pelle secca e il prurito diventano spesso torture
La neurodermite (anche "eczema atopico") è una malattia diffusa, di cui secondo il Robert Koch Institute (RKI) un totale del 3,5 percento degli adulti (donne: 3,9%, uomini: 3,1%) e buono il sette percento dei bambini e degli adolescenti ne è affetto. I sintomi possono variare notevolmente a seconda dell'età. È tipico, tuttavia, che la malattia della pelle si manifesti in lotti, il che significa che i pazienti a volte non hanno alcun sintomo, ma poi improvvisamente soffrono di prurito insopportabile e enormi cambiamenti della pelle.

Il piano del menu deve essere coordinato individualmente
Ma i sintomi possono essere alleviati da determinati comportamenti. Come riporta la Camera dei farmacisti della Bassa Sassonia, ad esempio, alcuni alimenti sono sospettati di esacerbare una malattia esistente. Che qui svolgono esattamente un ruolo può variare da caso a caso. Di conseguenza, non ci sono consigli nutrizionali generali per i pazienti con neurodermite - invece, il menu deve essere personalizzato in base alle allergie e alle intolleranze della persona interessata, secondo la Camera dei farmacisti.

È importante un'attenta osservazione dei bambini
Poiché la dermatite atopica di solito inizia in tenera età, i genitori dei bambini affetti devono monitorare attentamente quali alimenti, ingredienti o additivi sono sensibili ai giovani pazienti. Se è possibile riconoscere una connessione tra determinati alimenti e la manifestazione dei sintomi, questi dovrebbero essere tabù in futuro - tuttavia, non è necessario eliminare l'intero gruppo di alimenti, secondo le informazioni. Reagire al bambino ad es. sulle mele, è ancora consentito l'uso di pere o uva. Perché se l'intero gruppo venisse rimosso dal menu, il rischio di una dieta unilaterale aumenterebbe, sottolinea la Camera dei farmacisti della Bassa Sassonia. Al fine di tenere traccia di diversi pasti al giorno e di essere in grado di riconoscere quali alimenti sono rischiosi, si consiglia sempre un diario alimentare. (No)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: I 10 Sintomi Di Squilibrio Ormonale Nelle Donne (Agosto 2020).