Notizia

Cosmetici insoliti: cosa può fare il carbone attivo nei cosmetici?


"Cosmetici neri": cosa dovrebbe fare il carbone attivo nei cosmetici?
Vari prodotti a base di carbone contengono carbone attivo o pietra vulcanica. Tra le altre cose, i "cosmetici neri" dovrebbero essere buoni per pulire la pelle "in profondità nei pori". Tuttavia, la rivista "Öko-Test" ha scoperto in un'inchiesta che ci sono sostanze in alcuni prodotti che destano preoccupazione.

Perché il carbone attivo è contenuto nei prodotti cosmetici?
Il carbone attivo è contenuto in alcuni prodotti cosmetici come maschere o dentifrici. Molti consumatori si chiedono a cosa sia aggiunto questo ingrediente e cos'è il carbone attivo? Come spiegano gli esperti della rivista "Öko-Test" (edizione 1/2016), si tratta di una forma di carbone ottenuta riscaldando legno o altre sostanze organiche ad esclusione dell'aria. Si attiva per reazione con prodotti chimici o gas. Un messaggio dell'agenzia di stampa dpa afferma che la proprietà speciale del carbone attivo è che ha un'alta capacità di adsorbimento, cioè può legare sostanze ad esso. Questo effetto adsorbente è uno dei motivi per cui viene utilizzato nei cosmetici per legare sporco e eccesso di sebo, ad esempio. Secondo il "Öko-Test", tuttavia, non è stato ancora sufficientemente dimostrato se il carbone attivo nei cosmetici funzioni effettivamente come desiderato.

Rimozione di residui di droga
Il carbone attivo non si trova solo nei cosmetici. È stato a lungo utilizzato nei dispositivi medici, ad esempio per legare le tossine nel tratto gastrointestinale. Il carbone è anche usato come materiale filtrante nei sistemi di aerazione e trattamento delle acque. Il carbone attivo è stato utilizzato anche a Berlino per legare i residui farmaceutici nell'acqua e quindi eliminarli. Anche l'effetto adsorbente della sostanza ha svolto un ruolo importante qui.

Trovati ingredienti discutibili
"Öko-Test" ha attualmente testato 15 prodotti con carbone attivo. Alcuni contenevano "ingredienti discutibili". Secondo l'agenzia di stampa APA, gli idrocarburi policiclici aromatici (IPA) sono stati rilevati in oltre la metà. "Alcuni di questi hanno dimostrato di essere cancerogeni, altri sono sospettati di essere cancerosi", hanno detto i tester. Tali sostanze si sono formate durante i processi di combustione, ad esempio durante l'estrazione del carbone. "Gli IPA come il naftalene sono vietati ai sensi del regolamento sui cosmetici dell'UE. Tuttavia, è proprio questo inquinante che a volte contiene diverse centinaia di microgrammi nei prodotti ", ha riferito" Öko-Test ". Sfortunatamente, non era la prima volta che creme per la pelle e prodotti per la cura potevano contenere sostanze potenzialmente dannose. Ad esempio, l'anno scorso la Stiftung Warentest ha avvertito di sostanze cancerogene nei cosmetici. (anno Domini)

Informazioni sull'autore e sulla fonte

Video: RISCOPERTE DEL PERIODO,ovvero SUPER SHOPPING TOP NEI CASSETTI!PS:W IL PASTEL (Agosto 2020).