Notizia

"Che cosa ho?": L'iniziativa traduce risultati incomprensibili


Piattaforma online: gli studenti traducono rapporti medici incomprensibili
Intorno al quarto tedesco non capisce il suo medico. Questo è stato il risultato di uno studio dell'anno precedente. Il problema esiste da molto tempo, ma gli esperti affermano che non viene affrontato in modo sufficientemente coerente. Un'iniziativa di Dresda ha fatto qualcosa al riguardo da cinque anni. Su una piattaforma online, i pazienti possono "tradurre" rapporti medici incomprensibili gratuitamente.

Molti pazienti non comprendono il proprio medico
Anni fa, il ministro federale della sanità Hermann Gröhe ha chiesto che i medici fossero meglio formati nel trattare con i pazienti. All'epoca, ha affermato che era anche una questione di rispetto il fatto che i pazienti "abbiano spiegato le loro malattie e le opzioni terapeutiche in modo comprensibile". Ma il problema persiste: troppo spesso i medici non si esprimono abbastanza chiaramente ai loro pazienti. Ad esempio, l'una o l'altra persona interessata si farà prendere dal panico quando sente dal medico che gli è stata diagnosticata l'ipertensione arteriosa. L'espressione è una cosa ovvia per i medici, ma i pazienti spesso non sanno che questa non è una malattia rara, ma un aumento della pressione sanguigna. Un messaggio dell'agenzia di stampa dpa riferisce di un'iniziativa di Dresda che aiuta i pazienti a capire ciò che il dottore voleva effettivamente dire loro.

I volontari traducono diagnosi incomprensibili
"Quando si tratta di reperti medici, capita subito che i pazienti capiscano solo le parole di riempimento dell'intero testo", ha detto la studentessa di medicina di Dresda Elisabeth Vinis all'agenzia di stampa. La giovane donna è una dei 167 traduttori volontari a livello nazionale sulla piattaforma online di Dresda "Che cosa ho?". I pazienti che inviano le loro scoperte in modo anonimo lì di solito scoprono entro una settimana quali sono davvero le parole mediche mostri. I servizi di "Che cosa ho?" Sono gratuiti. Il portale, finanziato con donazioni e collaborazioni, è unico in Germania. Sono pagati tre dipendenti a tempo indeterminato e i tre fondatori. Fu fondata cinque anni fa dagli studenti di medicina di Dresda Anja e Johannes Bittner e dallo scienziato informatico Ansgar Jonietz. Nel frattempo, gli studenti sono diventati medici e l'idea è diventata un'impresa sociale con oltre 40.000 visitatori online mensili. In occasione del quinto compleanno di gennaio, i fondatori hanno molte visioni per la piattaforma. "Ma ovviamente sarebbe meglio se non dovessimo più esistere", ha detto Jonietz secondo Dpa. Gli interpreti hanno le mani piene. La piattaforma è stata letta 860.000 volte dai pazienti dal 2011.

Gli studenti beneficiano anche del loro aiuto
La maggior parte dei traduttori volontari sono aspiranti dottori. L'attività è di grande beneficio anche per loro. Con ogni scoperta tradotta, gli studenti di medicina di 41 facoltà di tutta la Germania ne vengono a conoscenza. "Questa è la componente sostenibile", ha detto Jonietz. La Saxon State Medical Association ha elogiato "Che cosa ho?" "Il progetto ha effetti positivi per entrambe le parti", ha detto un portavoce. È una buona aggiunta all'educazione medica e agli studenti di medicina scolastica nel comunicare con i pazienti. Gli studenti, che devono essere almeno nell'ottavo semestre, sono supportati da numerosi specialisti. Secondo le informazioni fornite, sono autorizzati a tradurre da soli con la benedizione del proprio supervisore e al più presto dal quinto risultato tradotto. Elisabeth Vinis ha raggiunto questo status ed è con esso da circa sei mesi. È venuta al portale attraverso un corso presso l'Università tecnica di Dresda. Il medico-tedesco è stato offerto lì per gli studenti dal 2014. "Gli studenti di medicina hanno ancora il desiderio di aiutare le persone", afferma Vinis.

I risultati non vengono interpretati
Lo studente di Dresda trova particolarmente pratico che il volontariato sia così flessibile. Un risultato di tre pagine, a volte tradotto di notte, potrebbe rapidamente trasformarsi in dieci pagine. "Potrebbero essere necessarie dalle quattro alle sei ore", ha spiegato Vinis. Secondo le sue informazioni, a volte impiega più tempo. "La mia ultima scoperta è stata da una giovane donna con diagnosi di cancro al seno. Quindi, naturalmente, prendo particolare attenzione al modo in cui esprimo qualcosa. ”I pazienti hanno anche l'opportunità di fornire feedback ai loro traduttori tramite la piattaforma. "Non me l'aspettavo nel caso della giovane", ha spiegato Vinis. Pertanto, è stata tanto più commossa dal ritorno dei ringraziamenti, tra cui una dichiarazione di guerra contro il cancro. Tuttavia, si dice che anche la funzione di feedback causi problemi. "I pazienti si fidano e poi vogliono che siano sollevati dalle loro decisioni", afferma Jonietz. Tuttavia, il portale non può e non vuole interpretare i risultati.

Perfetta comunicazione tra medico e paziente
I volontari traducono circa 150 rapporti anonimizzati ogni settimana. Finora, ci sono più di 25.500 in totale. Questo è stato un grande successo, ma solo una goccia nel secchio, ha detto Jonietz. Il team sta quindi attualmente lavorando su un nuovo modello. Come parte del progetto pilota "Lettera del paziente" "Cosa devo fare?" Vuole tradurre tutte le lettere di dimissione dalle cliniche rapidamente e parzialmente automaticamente in un linguaggio semplice usando moduli di testo personalizzati. Per questo, altri due medici saranno impiegati dopo la festa di compleanno a gennaio. Ad un certo punto, potrebbe sorgere la visione di Jonietz di una comunicazione perfetta tra medico e paziente. Secondo le sue stesse informazioni, sarebbe felice se la piattaforma alla fine diventasse ridondante - per una buona causa. (anno Domini)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Trasformazione: stati profondi per il cambiamento (Agosto 2020).