Notizia

Un ormone del fegato può controllare il desiderio di alcol e zucchero?


Secondo la ricerca attuale, un ormone speciale ha un'influenza importante sulle preferenze individuali per i dolci e l'alcool. Il team di ricerca attorno al Dr. Steven Kliewer, professore di biologia molecolare e farmacologia presso il Southwestern Medical Center dell'Università del Texas, ha scoperto che l'ormone FGF21 (fattore di crescita dei fibroblasti 21), prodotto nel fegato, influenza le preferenze dei mammiferi per l'alcol e lo zucchero. Gli scienziati hanno pubblicato i loro risultati sulla rivista "Cell Metabolism".

L'ormone epatico funziona attraverso il sistema di ricompensa del cervello e può ridurre significativamente la brama di dolci e alcol nei mammiferi, secondo il Southwestern Medical Center dell'Università del Texas. I ricercatori sperano che i loro risultati contribuiranno allo sviluppo di farmaci per la dipendenza da alcol e l'obesità. A causa degli effetti unici dell'FGF21, le forme della proteina sono già in fase di valutazione come possibili farmaci per il trattamento dell'obesità e del diabete di tipo 2, riferiscono Kliewer e colleghi. I risultati attuali mostrano che i possibili usi di farmaci basati sull'ormone epatico possono essere persino più estesi di quanto si pensasse in precedenza.

La propensione per l'alcool e lo zucchero svanisce
Nelle loro ricerche, i ricercatori hanno usato topi e primati per esaminare l'effetto di livelli elevati di FGF21 sulla loro preferenza per zucchero e alcool. Inoltre, ha valutato il rilascio di dopamina nel cervello dell'animale. Come neurotrasmettitore, la dopamina svolge un ruolo centrale nel sistema di ricompensa. "Abbiamo scoperto che un rilascio maggiore di FGF21 ha ridotto significativamente la preferenza per i dolci e l'alcool nei topi e ha ridotto la preferenza per i dolci nei primati", riferisce il coautore Dr. David Mangelsdorf. Per garantire che l'FGF21 funzioni attraverso il sistema di ricompensa del cervello, gli scienziati hanno testato cosa succede quando il co-recettore β-clotho nel sistema nervoso centrale dei topi è spento. Se questo co-recettore non è presente, FGF21 non può funzionare. L'assenza del co-recettore nel sistema nervoso centrale significava che non vi era alcun cambiamento nelle preferenze del gusto.

Effetto attraverso il sistema di ricompensa nel cervello
Secondo i ricercatori, un livello elevato dell'ormone epatico porta a una riduzione della concentrazione di dopamina nella regione cerebrale del nucleo accumbens, il che significa che il sistema di ricompensa è meno stimolato e diminuisce la preferenza per zucchero e alcool. "I nostri risultati mostrano che FGF21 influenza le preferenze nutrizionali e altri comportamenti legati alla ricompensa nell'uomo e che l'ormone potrebbe essere potenzialmente utilizzato per trattare l'alcolismo", sottolinea il Prof. Dr. Kliewer. Tuttavia, sono necessari ulteriori studi per valutare gli effetti dell'FGF21 sulla preferenza per dolci e alcol e altri comportamenti di ricompensa nell'uomo. (Fp)

Informazioni sull'autore e sulla fonte

Video: Caffè Scienza - CIBO E CERVELLO #Integrale (Agosto 2020).