Notizia

Nota il rischio di pillole anticoncezionali durante la prescrizione


La prescrizione di pillole anticoncezionali dovrebbe tenere conto del rischio di trombosi
Data la denuncia di una giovane donna contro il produttore della pillola anticoncezionale di essere responsabile della sua embolia polmonare, la discussione sui rischi delle moderne pillole anticoncezionali si è riaccesa. "Il tromboembolismo venoso è un raro e noto effetto collaterale quando si usano tutti i contraccettivi ormonali, i cosiddetti contraccettivi ormonali combinati", riferisce il Federal Institute for Drugs and Medical Devices (BfArM). Più di recente, nel 2013 l'Istituto Federale, insieme ad altre autorità europee e l'Agenzia europea per i medicinali (EMA), ha valutato il rapporto tra beneficio e rischio durante l'assunzione di tali contraccettivi.

L'indagine del BfArM all'epoca arrivò alla conclusione che i benefici superano i rischi per tutti i contraccettivi orali combinati (COC). Tuttavia, i preparati moderni comportano spesso un rischio significativamente più elevato di tromboembolia venosa. Pertanto, il BfArM consiglia agli "utenti alla prima età di età inferiore ai 30 anni" di preferire "prescrivere un contraccettivo orale combinato con un noto rischio inferiore di tromboembolia venosa (COC contenenti levonorgestrel)". Gli utenti e i prescrittori dovrebbero inoltre essere meglio informati sul rischio di tromboembolia venosa chiede BfArM.

Il rischio di tromboembolia venosa è aumentato in modo significativo
Secondo il BfArM, la valutazione del rapporto rischio-beneficio del 2014 ha tenuto conto anche del rischio di tromboembolia venosa al fine di chiarire se l'uso dei fondi debba essere limitato a determinati gruppi di pazienti. Il rischio di tromboembolia venosa è significativamente aumentato con le pillole contraccettive contenenti drospirenone. Un totale di 492 casi sospetti di tromboembolia venosa nelle donne che hanno usato pillole contraccettive contenenti drospirenone sono stati segnalati al BfArM. Di cui 16 sospetti decessi. Tuttavia, in molti casi "non si può dire con certezza se la medicina fosse effettivamente la causa del tromboembolismo venoso sulla base delle informazioni riportate", riferisce BfArM. Tuttavia, un rischio per la salute significativamente più elevato può essere assunto per i preparati contenenti drospirenone.

Sono necessarie migliori informazioni sui rischi
Per questo motivo, il BfArM è a favore dell'uso di pillole anticoncezionali a basso rischio noto e, inoltre, di educare meglio gli utenti sul rischio di tromboembolia venosa. Le donne dovrebbero anche essere informate prima di prescrivere come riconoscere segni e sintomi di trombosi e quali fattori di rischio personali esistono (ad es. Fumo o sovrappeso), secondo il BfArM. Nel 2014, è stata emessa una lettera rossa con la partecipazione di BfArM ed è stata sviluppata una lista di controllo per i medici che serve da guida per la prescrizione. Da allora è stata anche disponibile una scheda utente, che viene data al paziente dal medico quando viene emessa una nuova prescrizione. Informazioni importanti sul rischio di tromboembolia e spiegazioni per la rilevazione della trombosi sono disponibili sulla mappa. Le misure miravano a garantire che "i medici tengono maggiormente conto dei diversi rischi nella prescrizione delle pillole contraccettive e informano meglio i loro pazienti nella consultazione che esistono differenze nei rischi delle pillole contraccettive", riferisce BfArM.

Non utilizzare le pillole anticoncezionali per motivi estetici
Il consiglio dato dal medico, secondo l'Istituto Federale, è di cruciale importanza, ad esempio, se "i giovani utenti principianti chiedono specificamente al proprio medico alcuni contraccettivi senza aver precedentemente considerato i rischi." Qui, ai medici viene chiesto di chiarire il paziente che le pillole contraccettive non sono prodotti per lo stile di vita, ma medicine che possono essere associate a rischi. In nessun caso un regolamento dovrebbe essere dato per ragioni estetiche. Già nel 2011, il BfArM ha affermato di aver "reso il rischio di tromboembolia venosa un criterio di selezione per i contraccettivi orali" dopo che due studi su questo argomento hanno mostrato un rischio più elevato di trombosi nei contraccettivi con l'ormone sessuale femminile drospirenone rispetto alle pillole con levonorgestrel è stato trovato. (Fp)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: La pillola anticoncezionale aumenta il rischio di cancro e trombosi? (Agosto 2020).