Notizia

Migliore risoluzione per il 2016: meno stress!


Sempre più tedeschi stanno iniziando il nuovo anno con buoni propositi per la loro salute
Per molte persone, il volgere dell'anno è il momento delle buone risoluzioni che vogliono attuare nel prossimo anno. "Negli ultimi anni, il numero di persone che vogliono fare di più per la propria salute dopo il volgere dell'anno è aumentato", secondo l'attuale rapporto DAK-Gesundheit. Ma gli obiettivi dovrebbero essere fissati realisticamente per evitare delusioni pre-programmate.

Secondo il DAK, sempre più persone stanno iniziando il nuovo anno con buoni propositi per la propria salute. Meno stress, più esercizio fisico, smettere di fumare o mangiare sano: molti tedeschi prendono il turno dell'anno come un'opportunità per apportare cambiamenti nella propria vita. Ma perseverare è difficile, soprattutto se gli obiettivi sono troppo alti. "È meglio fissare meno obiettivi realistici e raggiungerli piuttosto che perseguire troppi progetti utopici", consiglia la dottoressa DAK Elisabeth Thomas. Ciò aumenta la motivazione e aumenterebbero significativamente le possibilità di rimanere a lungo termine.

Evitare lo stress è il buon intento più comune
Secondo un recente sondaggio DAK rappresentativo, la maggior parte dei tedeschi desidera meno stress per il 2016. Secondo il DAK, il 62 percento degli intervistati aveva deciso di ridurre o evitare lo stress nel prossimo anno. Tre anni fa, questo valore era ancora del 57 percento. Secondo la compagnia di assicurazione sanitaria, in particolare i bambini dai 30 ai 59 anni sembrano essere sotto stress crescente. In questa fascia di età, il 70% degli intervistati si era impegnato a ridurre lo stress in modo mirato nel nuovo anno. Vi sono state anche molte altre buone risoluzioni: passare più tempo con amici e familiari (61 percento degli intervistati), più attività fisica (59 percento degli intervistati), perdere peso (35 percento degli intervistati) e smettere di fumare (14 percento degli intervistati).

Maggiore approvazione per tutte le buone intenzioni
Nel complesso, con tutte le buone intenzioni, è possibile trovare una maggiore approvazione, riporta DAK. Tuttavia, ci sono differenze considerevoli nelle diverse fasce d'età. Mentre gli intervistati più anziani hanno affermato di evitare lo stress e di trascorrere del tempo con la famiglia e gli amici come buone intenzioni, gli intervistati di età compresa tra 14 e 19 anni hanno ritenuto importanti altri aspetti. Spesso vogliono essere più economici, usare meno il cellulare, Internet o il computer e meno televisione.

Diversa motivazione per buoni propositi
Per quanto riguarda la motivazione delle risoluzioni, il 62 percento degli intervistati ha dichiarato che i loro sentimenti personali sono stati decisivi per questo. Spesso c'era una malattia acuta (nel 47 percento degli intervistati) o lo slancio di un medico (nel 45 percento degli intervistati) in background. Il 38 percento degli intervistati non ha menzionato i propri sentimenti, ma la richiesta del partner come occasione per le buone intenzioni. Gli uomini (45 per cento) in particolare sono stati sempre più influenzati dai loro partner.

Perseverare è difficile
Il sondaggio mostra anche che solo una persona su due mantiene permanentemente le sue buone intenzioni, secondo il DAK. Gli uomini sembrano essere un po 'più disposti (57 per cento) rispetto alle donne, continua la compagnia di assicurazione sanitaria. Il DAK offre alle sue persone assicurate un sostegno speciale nell'attuazione delle buone intenzioni, ad esempio con il coaching online per maggiore esercizio fisico e relax, in modo che la perseveranza abbia più successo. (Fp)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: A new way to study the brains invisible secrets. Ed Boyden (Agosto 2020).