Notizia

Nuovo inizio nella vecchiaia: come gli anziani possono muoversi più facilmente


Si possono anche trapiantare alberi secolari: l'iniziativa "7 anni in più" parla di un nuovo inizio nella vecchiaia
Lo spostamento è solo per studenti e giovani famiglie. Che questa sia solo metà della verità è dimostrato dagli anziani che sono pronti a cambiare il loro luogo di residenza anche in età avanzata. Il desiderio di un ambiente di vita più bello, meno affitto e quindi più pensione nei loro portafogli li spinge principalmente da ovest a est, fuori dalle metropoli e in città più piccole.

Quando Jürgen Fromberg ha visto Görlitz per la prima volta, è scoppiato immediatamente. Questo centro storico medievale, le molte case magnificamente rinnovate dell'era guglielmina - non c'era nulla di paragonabile nella sua città natale Ingelheim e anche nella vicina Magonza, che fu quasi completamente bombardata durante la seconda guerra mondiale. Potrebbe essere un buon posto dove vivere per la vecchiaia, pensò Fromberg, turista di Gorlitz, e voleva saperne di più. Con la vita di prova gratuita, l'intelligente idea di marketing di un'associazione residenziale comunale, ha testato se la scintilla iniziale potesse diventare amore. “Mi sono seduto e ho scritto una lista di controllo con punti che sono importanti per me nella vecchiaia. Questi includono i prezzi degli affitti, i costi della vita, le infrastrutture mediche e le offerte culturali ”, afferma oggi il 77enne. Il grande vincitore alla fine: la città di Neisse nella Sassonia orientale. Anche se erano disponibili anche la Costa Brava spagnola e la Costa Turca.

Con il 18% di posto vacante, è stato trovato rapidamente un appartamento. 110 mq, soffitti alti, stucchi e doppie porte. Prezzo del noleggio: inclusi costi aggiuntivi di circa 700 euro. Un fattore che ha notevolmente migliorato la sua pensione, perché Fromberg ha dovuto mettere ben altri 300 euro sul tavolo per un'area paragonabile a Ingelheim. A Wiesbaden, dall'altra parte del Reno, difficilmente avrebbe avuto qualcosa di meno di 1.400 euro per un livello di vita simile. Così nel 2010 l'ingegnere laureato in pensione ha rotto tutte le sue tende e si è trasferito dal Reno al Neisse.

Persone come Jürgen Fromberg sono una benedizione per città come Görlitz. Dalla caduta del muro di Berlino, la città nell'estremo oriente della repubblica ha perso circa un quarto dei suoi 72.000 abitanti. Tuttavia, incentivi come un pacchetto di benvenuto con crediti di elettricità e viaggi gratuiti nel trasporto urbano significano che più persone si sono trasferite qui invece di allontanarsi dal 2013. Quasi il 20 percento di Neugörlitz ha 50 anni e più, principalmente dal Nord Reno-Westfalia, dal Baden-Württemberg e dalla Baviera. "Gli anziani provengono da grandi città e aree metropolitane, ma anche da aree residenziali un po 'fuori mano e quindi non particolarmente adatte alla vita in età avanzata a causa delle lunghe distanze per fare shopping o un medico. Molti hanno buone pensioni, ma non vogliono spenderli in costi di vita elevati, ma piuttosto in cultura e viaggi ", riferisce Sylvia Otto dell'amministrazione comunale sugli immigrati più anziani.

Principalmente a causa del cambiamento demografico, la migrazione interna degli over 65 è in aumento da anni: mentre nel 1995 c'erano ancora circa 210.000 migrazioni, secondo l'Ufficio federale di statistica, quasi 260.000 anziani hanno cambiato il loro luogo di residenza nel 2013. "I motivi sono molto diversi", afferma Klaus Friedrich, professore di geografia sociale all'Università Martin Luther di Halle-Wittenberg. “La maggioranza, circa il 41 percento, utilizza reti familiari e si avvicina ai bambini in età avanzata, ad esempio. Un terzo cita come causa le pessime condizioni di vita e di vita nel luogo di origine, un quinto opta per la classica escursione in pensione. ”Anche se il detto“ Non piantare un vecchio albero ”si applica ancora, e in media gli anziani si muovono tre volte meno spesso rispetto ai giovani I "nuovi" anziani come Jürgen Fromberg sono un gruppo sempre più mobile.

Stati Uniti, Inghilterra, Francoforte - il Rhinelander era già molto in viaggio nella sua vita professionale e si trasferì più volte in Germania. Non c'era una profonda connessione con un certo posto. Dopo la morte di sua moglie e il pensionamento, la domanda: "È stato?" No, Fromberg ha realizzato un sogno per tutta la vita e ha guidato i turisti attraverso l'Europa come autista di autobus. Dopo un milione di chilometri era finita e iniziò il capitolo di Görlitz.

Contrariamente agli anni post-riunificazione, è in particolare la Germania orientale che beneficia degli anziani desiderosi di trasferirsi, afferma l'esperto di demografia Friedrich. E: mentre i ragazzi fanno pellegrinaggi verso le metropoli, gli over 65 sono l'unica fascia d'età a decidere contro questa tendenza. Stanno sempre più voltando le spalle a Stoccarda, Dusseldorf, Francoforte sul Meno, Amburgo e Co., causando in particolare perdite alle principali città della Germania occidentale. Prendi Monaco, ad esempio: tra il 2003 e il 2013, la capitale bavarese ha perso ben 1.200 abitanti tra i 50 ei 64 anni e altri 2.000 residenti di età superiore ai 65 anni a causa del loro allontanamento. Gli abitanti delle ex città trovano aree residenziali alternative nella zona più rurale. Soprattutto nelle regioni panoramiche, nelle città di piccole e medie dimensioni con strutture culturali e ricreative e buone infrastrutture.

Ad esempio a Weimar. La città della Turingia non ha mai promosso esplicitamente il gruppo target di anziani. "Le persone anziane vengono da sole", afferma Mark Schmidt del marketing cittadino. Weimar ha registrato circa 4.000 nuovi arrivi all'anno dal 2001, rendendola una delle poche città dello stato la cui popolazione è in crescita da anni, ha registrato un crescente potere d'acquisto e ha attratto investitori che, tra le altre cose, hanno chiuso lotti vacanti. Circa l'undici percento dei nuovi cittadini ha più di 50 anni, per lo più cittadini istruiti, attratti dalla ricca offerta culturale, da grandi nomi come Goethe, Schiller e Bauhaus e - a causa di due università - un giovane paesaggio urbano. Quindi tutto ciò che una grande città offre. Gli affitti economici in cima.

Troppo poco affitto per affitto - il timore che molti tedeschi stiano già pensando a una maggiore flessibilità nella vecchiaia. Secondo un recente studio del portale immobiliare immowelt.de, il 40 percento degli inquilini intervistati può immaginare di cambiare il proprio luogo di residenza in pensione e trasferirsi in una zona più economica.

Thomas Beyerle, capo analista della società immobiliare Catella, è anche convinto che il fenomeno della migrazione interna delle persone anziane si espanderà in futuro: “Non sarà un'orda di centinaia di migliaia di pensionati che viaggiano con le valigie, ma ce ne saranno molte di piccole Dai onde. Ad esempio, in alto a nord e in profondità a sud. ”Ad esempio, regioni come le colline pedemontane alpine, le contee di Brandeburgo come Oderhavel o la costa del Nord e il Mar Baltico hanno registrato tassi di crescita fino al due percento per i“ nuovi cittadini in età pensionabile ”da anni.

Da allora l'ex Rhinelander Jürgen Fromberg si è trasferito di nuovo. In un maestoso appartamento di 163 metri quadrati con il suo nuovo partner. È arrivato a Görlitz. È felice di accettare il viaggio in treno di cinque ore verso i suoi figli: “Qui mi sento molto a mio agio. Non mi sono mai pentito della decisione. ”(Pm)

Informazioni sull'autore e sulla fonte

Video: Gustavo De Santis Immigrati: tra chi spira, chi spara e chi spera (Agosto 2020).