Notizia

Area specifica nel cervello per lo "spirito natalizio"?


Ricercatori danesi scoprono "la rete di Natale" nella nostra testa
Perché alcune persone entrano in uno stato d'animo armonico festivo poco prima di Natale? Ma perché ci sono persone che lasciano il Natale totalmente freddo? Esiste davvero qualcosa come uno "spirito natalizio"? In effetti, sembra esserci una specie di rete per lo spirito natalizio nella nostra testa. I ricercatori di Copenaghen lo hanno scoperto attraverso scansioni MRI funzionali.

Molte persone hanno un umore molto speciale poco prima di Natale. I sentimenti stagionali producono effettivamente una risposta nel cervello umano? Gli scienziati hanno ora scoperto che il nostro cervello ha una rete di diverse regioni corticali. Questa rete sembra essere responsabile del nostro umore vacanziero. I ricercatori hanno pubblicato i risultati del loro studio sulla rivista scientifica "British Medical Journal".

Il cervello di alcune persone non entra nello "spirito natalizio"
Molte persone conoscono la storia di Natale di Charles Dickens. La storia parla del vecchio e ricco Ebenezer Scrooge. Il vecchio è un avaro senza cuore. Considera il Natale una perdita di tempo e denaro. Ma perché il vecchio era un amaro "odio di Natale" nella storia? I medici hanno scoperto che in tali persone alcune aree del cervello semplicemente non rispondono al Natale e all'umore associato. Queste persone, per così dire, non avrebbero avuto lo spirito natalizio, hanno detto i dottori.

I ricercatori hanno esaminato la risposta dei soggetti del test dalle foto di Natale
Dopo un sondaggio sulla loro affinità con le tradizioni natalizie, i ricercatori hanno diviso i partecipanti in due gruppi. Ogni gruppo conteneva dieci soggetti, c'era un gruppo natalizio e un gruppo non natalizio. Ai partecipanti è stato quindi mostrato un mix di foto con argomenti quotidiani e immagini con scene natalizie. Quindi è stato valutato come i soggetti del test avevano reagito alle immagini di luci di Natale, abeti e biscotti di Natale. I ricercatori di Copenaghen hanno spiegato che i partecipanti non erano stati precedentemente informati sullo scopo dello studio.

Attività cerebrale aumentata trovata nelle immagini di Natale
Quando ai soggetti venivano mostrate immagini quotidiane, gli scienziati non vedevano alcuna differenza nell'attività neuronale tra i due gruppi. Tuttavia, i ricercatori del gruppo natalizio hanno mostrato alle foto di Natale che si poteva osservare un aumento dell'attività cerebrale. Le aree cerebrali colpite, ad esempio, hanno molto a che fare con la spiritualità, i sensi somatici e il riconoscimento delle emozioni facciali, hanno detto i ricercatori nel loro studio. Sfortunatamente, non era chiaro se questa risposta cerebrale osservata fosse correlata al Natale.

"Il risultato potrebbe anche essere una combinazione di sentimenti felici, festosi o nostalgici in generale", hanno aggiunto i medici. Le immagini potrebbero "contenere alcune differenze non descrittive, come una maggiore concentrazione del colore rosso". Queste differenze potrebbero essere responsabili dell'innesco delle diverse attività cerebrali. Sono necessarie ulteriori ricerche per rispondere pienamente a queste domande, hanno spiegato gli scienziati nel loro studio. Nonostante tutti questi problemi e ambiguità, i medici non sono ancora pronti a rinunciare alle loro ricerche di Natale. Se capissimo come l'umore natalizio influisce sulla nostra rete neurologica, avremmo una visione di un'interessante area della neuropsicologia umana, hanno spiegato i ricercatori. (come)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Saltare la corda - Come imparare in 9 step (Agosto 2020).