Notizia

Polline invece di fiocchi di neve: febbre da fieno per Natale


Conteggio del polline nel periodo natalizio
Il clima insolitamente mite ha la conseguenza che alcune piante stanno già fiorendo, il che può causare a chi soffre di allergie i primi sintomi della febbre da fieno a Natale. Secondo la German Allergy and Ashma Association (DAAB), il primo polline di nocciole è già nell'aria. Molti pazienti affetti da febbre da fieno presentano attualmente sintomi come starnuti, difficoltà respiratorie e tosse, che sono spesso sospettati di avere un raffreddore, spiega la portavoce del DAAB Sonja Lämmle.

A causa del clima caldo, il polline di nocciole può essere trovato nell'aria in alcune parti della Germania come la Renania, in gran parte del Baden-Württemberg, nella Saar e in alcune parti della Renania-Palatinato. Inoltre, i pollini regionali volano che non sono misurati o non valutati, riporta il DAAB. Questi sono, ad esempio, il polline di alberi come l'ontano viola, che si adattano meglio ai cambiamenti climatici e sono quindi spesso usati come alberi di strada. Se il clima mite continua, ci si può aspettare un aumento significativo dell'inquinamento da polline.

Confusione con sintomi del raffreddore
La portavoce dell'Associazione tedesca per le allergie e l'asma, Sonja Lämmel, spiega che molti pazienti affetti da febbre da fieno inizialmente sospettano di avere un raffreddore a causa dei loro sintomi e che alcuni "nuovi arrivati ​​allergici" stiano attualmente trattando la febbre da fieno in modo errato. Ad esempio, le persone inalano la camomilla per schiarirsi il naso o usare spray nasali decongestionanti. Da un punto di vista allergologico, le persone colpite "scacciano il diavolo con il Belzebù", sottolinea Sonja Lämmle.

La doccia nasale allevia i sintomi
Se compaiono i sintomi della febbre da fieno, secondo l'esperto, i preparati anti-allergici possono fornire sollievo. Un trattamento causale dell'allergia ai pollini è possibile con la cosiddetta iposensibilizzazione. In questo, i pazienti affetti da febbre da fieno ricevono i componenti del polline a cui altrimenti reagirebbero in dosi molto ridotte all'inizio del periodo senza polline per abituarsi ai loro corpi e renderlo insensibile agli allergeni a lungo termine, riporta il DAAB. La doccia nasale può anche aiutare come rimedio a casa per i sintomi della febbre da fieno. Il lavaggio giornaliero dei passaggi nasali con acqua e salamoia trasporterà polline e particelle di sporco e allevia i sintomi. Inoltre, la struttura e la funzione della mucosa nasale vengono nuovamente normalizzate, il che ha anche un effetto preventivo.

In un annuncio in corso sul conteggio dei pollini di Natale, l'AOK menziona altri trucchi che possono aiutare con i sintomi della febbre da fieno. Ad esempio, le persone colpite dovrebbero "ridurre il tempo trascorso all'aperto, passare l'aspirapolvere quotidianamente per ridurre l'accumulo di polline, lavare i capelli prima di coricarsi e mettere i vestiti in bagno" in modo che la camera da letto rimanga in gran parte priva di polline, riferisce l'AOK. (Fp)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Coronavirus, come riconoscere i sintomi e cosa fare: la guida dellIstituto di Sanità (Agosto 2020).