Notizia

Clinici oberati di lavoro: quasi la metà pensa di smettere


L'assistenza ai pazienti potrebbe essere a grave rischio
Molti professionisti medici negli ospedali bavaresi si sentono sovraccarichi di lavoro e quindi giocano con l'idea di cercare un ambiente di lavoro diverso. Questo è il risultato spaventoso di un recente studio del Marburger Bund Bayern. Se i medici abbandonassero effettivamente il loro servizio, potrebbero esserci enormi problemi con le loro cure.

Molti medici sono alla fine della loro forza
Molti clinici si sentono a disagio sul lavoro e soffrono della grande tensione che comporta il lavoro. Come ha dimostrato un recente studio dello stato federale di Marburg in Baviera, quasi la metà dei medici bavaresi sta pensando di rinunciare al proprio lavoro negli ospedali. “Il 44 percento dei nostri membri sta pensando di cambiare lavoro! E questo non è un piagnucolio senza fondamento. Devo dire: so che è un male - sia oggettivamente che soggettivamente ", ha dichiarato Klaus-Martin Bauer, amministratore delegato del Marburger Bund Bayern, in un'intervista con" Oberbayerischen Volksblatt ". Un risultato terrificante, perché ciò metterebbe seriamente a rischio la cura del paziente. "I clinici sono pronti", sottolinea Bauer.

I giovani assistenti medici sono sopraffatti
Ci sono molte ragioni per l'insoddisfazione. Che si tratti di orari di lavoro eccessivamente lunghi, mancanza di supporto da parte dei superiori o mancanza di personale, le condizioni alle quali i medici devono lavorare in molte cliniche sono state a lungo criticate. Bauer spiega che il costante aumento del carico di lavoro e la pressione cronica del tempo sono un grosso problema, soprattutto per i giovani assistenti medici. Questi verrebbero ad es. dopo solo due settimane di lavoro "solo al pronto soccorso", inoltre, i costi per la formazione continua non sono stati sostenuti. L'unica cosa importante è il lavoro svolto, secondo l'esperto, secondo l'Oberbayerisches Volksblatt.

Molti lavorano più di 50 ore alla settimana
Lo studio mostra chiaramente quanto sia elevato il carico di lavoro: secondo questo, nove medici su dieci lavorerebbero fino a 49 ore alla settimana e sei su dieci lavorerebbero ancora più ore. Ciò non rimane senza conseguenze per la propria salute: circa il 70% dei medici bavaresi intervistati lotta regolarmente con i disturbi del sonno e oltre il 50% si sente "mentalmente stressato". Al fine di ridurre al minimo lo stress, le cliniche dovrebbero trovarsi in una posizione finanziaria migliore, secondo il Bund Marburger, per poter assumere più personale medico e infermieristico.

Al momento, tuttavia, i medici dovrebbero dedicare sempre più tempo a "compiti di amministrazione non medica", secondo lo studio, più di un terzo di loro trascorre dalle due alle tre ore in più. "Oggi tutto viene trasmesso solo ai medici", afferma Bauer. Inoltre, tutto è "cucito sul bordo". Di conseguenza, le aspettative degli ospedali circa le prestazioni dei loro medici e il desiderio di un buon trattamento dei pazienti spesso non potevano più essere riconciliati. Dato l'alto carico di lavoro, lo studio ha scoperto che quasi i due terzi dei medici non avevano abbastanza tempo per curare i pazienti. "I pazienti incontrano medici stressati che non possono sopportare questa pressione", avverte Bauer.

Un quinto dei chirurghi usa stimolanti
Uno studio condotto dalla Clinica per la psichiatria presso l'Ospedale universitario di Magonza nel 2013 ha mostrato le gravi conseguenze che possono avere sul lavoro nella clinica elevate esigenze professionali, orari di lavoro irregolari e lunghi turni di lavoro. per alleviare lo stress e aumentarne le prestazioni. (No)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: The Trouble with the Video Game Industry. Philosophy Tube (Agosto 2020).