Notizia

Herpes zoster: più casi di ictus e infarto dovuti al fuoco di Sant'Antonio


L'herpes zoster aumenta la probabilità di ictus e infarto
Le infezioni da herpesvirus del genere Varizella-Zoster sono relativamente diffuse. Con un'infezione iniziale, i virus causano la varicella. Quindi rimangono inattivi nell'organismo e possono causare nuovamente lamentele in seguito. Esiste il rischio di sviluppare l'herpes zoster, chiamato anche herpes zoster. Questo si presenta come un'eruzione cutanea rossa e pruriginosa e può essere accompagnata da un dolore spiacevole lungo le vie nervose. Due studi recenti concludono inoltre che la malattia da herpes zoster aumenta significativamente la probabilità di ictus e infarto.

Dopo essere sopravvissuto alla malattia della varicella, i virus della varicella zoster sono inattivi nel cervello e nei nervi del midollo spinale. Tuttavia, possono essere riattivati ​​e causare l'herpes zoster. Questo di solito accade quando il sistema immunitario è indebolito da altri fattori. Non è ancora chiaro quale sia esattamente la causa della riattivazione dei virus. Oltre alle complicazioni note come nevralgia o meningite e infiammazione del midollo spinale, anche l'herpes zoster minaccia gli eventi cardiovascolari potenzialmente letali come un infarto o un ictus. In due recenti studi, sono stati dimostrati aumenti significativi del rischio di ictus e infarto nei fuoco di Sant'Antonio. Tuttavia, i virus sembrano promuovere solo danni cardiovascolari nella loro forma attiva.

La cattiva salute non spiega l'aumento del rischio
Lo studio condotto dal gruppo di ricerca guidato da Barbara P. Yawn dell'Olmsted Medical Center di Rochester ha esaminato le possibili connessioni tra l'insorgenza di ictus e attacchi di cuore utilizzando 4.862 adulti con herpes zoster della contea di Olmsted nel Minnesota. Come gruppo di confronto, hanno utilizzato i dati di 19.433 persone di età superiore ai 50 anni senza herpes zoster. I ricercatori hanno scoperto che le persone con herpes zoster avevano un rischio significativamente più alto di infarto miocardico e ictus. Ciò è dovuto almeno in parte al loro stato di salute generalmente peggiore, spiegano i ricercatori nella rivista specializzata "Mayo Clinic Proceedings".

Anche dopo aver aggiustato questo fattore, c'era un rischio del 53% più alto di ictus e infarto nei primi tre mesi dopo l'insorgenza della malattia. Secondo Yawn e colleghi, l'herpes zoster era più di tre mesi fa e non ha avuto alcun effetto sugli eventi cardiovascolari.

Dopo sei mesi, il rischio è tornato alla normalità
Nel secondo studio, gli scienziati della London School of Hygiene & Tropical Medicine hanno utilizzato i dati di 42.954 pazienti con ictus e 24.237 pazienti con infarto di età superiore ai 65 anni per determinare se vi fosse una connessione tra eventi cardiovascolari e fuoco di Sant'Antonio. "Abbiamo osservato un marcato aumento degli eventi cardiovascolari acuti nella prima settimana dopo la diagnosi di herpes zoster"; scrivere Caroline Minassian e colleghi nella rivista specializzata "PLOS Medicine". La probabilità di un ictus è aumentata di 2,4 volte e quella di un infarto di 1,7 volte. Dopo sei mesi, i ricercatori hanno affermato che il rischio era tornato alla normalità.

Non è stato riscontrato un effetto del vaccino contro l'herpes zoster in relazione al rischio di ictus e infarto. "Questi risultati ampliano la nostra comprensione dei tempi e dell'estensione dell'associazione tra herpes zoster ed eventi cardiovascolari acuti", hanno concluso i ricercatori. (Fp)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Come si cura il Fuoco di SantAntonio? (Agosto 2020).