Notizia

Gli ingredienti nel vin brulè sono più che poco chiari in molti casi


Ingredienti e valori nutrizionali di solito mancano nella bottiglia
Il vin brulè è una bevanda particolarmente popolare nel periodo che precede il Natale. Se fai affidamento su una preparazione pronta in bottiglia, puoi, tuttavia, acquistare "il maiale in un colpo". Perché, come informa il Consumer Center Bavaria, il consumatore di solito non impara nulla sugli ingredienti reali della bevanda calda a causa di informazioni incomplete o mancanti. La ragione di ciò è la normativa europea in materia di informazioni sugli alimenti, secondo la quale i produttori di bevande alcoliche non devono fornire un elenco di ingredienti e valori nutrizionali.

Il Bavarian Consumer Center testa 22 vin brulè
Quanto zucchero c'è in questo vin brulè? Il gusto intenso proviene da spezie vere o da aromi artificiali? Domande come queste di solito rimangono senza risposta da parte dei consumatori. Perché, secondo le informazioni fornite dall'Agenzia bavarese dei consumatori, sulle etichette della maggior parte delle bottiglie non è chiaro di cosa sia fatta esattamente la bevanda alcolica.

Il VZ aveva esaminato casualmente 22 vin brulé già pronti (compresi sei prodotti biologici) dal commercio e verificato fino a che punto etichette come "solo con aromi naturali", "composizione di spezie fini", "vini rossi selezionati" e "ricetta tradizionale" corrispondono effettivamente agli ingredienti. Da marzo 2015, secondo le informazioni, è stato regolamentato, tra le altre cose, che il vin brulé deve contenere almeno il 7 percento di alcol in volume e può contenere solo determinati tipi di zucchero e senza aggiunta di acqua.

Solo due prodotti con un elenco informativo degli ingredienti
È stato dimostrato che le promesse di qualità per due prodotti biologici ("hot deer" di Denns e "vino da vin brulè" di Tengelmann) potevano essere seguite solo attraverso un elenco di ingredienti. Per tutti gli altri vini sciupati, i tester erano al buio perché non c'erano elenchi di ingredienti o informazioni nutrizionali sulle bottiglie. Questo perché, a differenza della maggior parte degli altri alimenti, bevande e bevande con una gradazione alcolica superiore all'1,2% in volume non devono dichiarare ingredienti e valori nutrizionali sulla bottiglia, informa il centro di consulenza per il consumatore.

Secondo gli esperti, questo è "del tutto incomprensibile: contraddice tutta la logica secondo cui la regolamentazione delle informazioni sugli alimenti applicabile in tutta Europa consente di fare eccezioni qui". Invece, i consumatori dovrebbero essere in grado di capire cosa c'è nella bottiglia quando si tratta di bevande alcoliche miste, liquori e liquori. Di conseguenza, il centro di consulenza per i consumatori chiede ai legislatori tedeschi di collaborare con la Commissione europea per correggere rapidamente la posizione speciale delle bevande alcoliche in modo che le informazioni sugli ingredienti e sui valori nutrizionali diventino obbligatorie in futuro. (No)

Informazioni sull'autore e sulla fonte

Video: Vin brulé: la ricetta invernale (Agosto 2020).