Notizia

Ricerca sul cancro: effetti protettivi contro il cancro al fegato con consumo regolare di caffè


Nuove informazioni sul consumo regolare di caffè
Il consumo regolare di caffè protegge dal cancro al fegato? Un team di ricercatori ha esaminato se vi sono differenze nel rischio di sviluppare il cancro al fegato nei bevitori di caffè e nelle persone che bevono poco o niente caffè. I ricercatori hanno scoperto che le persone che bevono caffè hanno spesso un rischio ridotto di sviluppare il cancro al fegato.

Il team internazionale di ricercatori ha esaminato i cosiddetti biomarcatori nel sangue dei partecipanti al presente studio. Questi potrebbero fornire informazioni sull'esistenza di meccanismi antinfiammatori e di protezione cellulare direttamente correlati al consumo di caffè. I risultati della loro attuale ricerca, i ricercatori dell'Istituto tedesco per la ricerca nutrizionale (DifE), pubblicati sulla rivista "American Journal of Clinical Nutrition".

Quattro tazze di caffè al giorno proteggono dal cancro al fegato
Le persone che bevono circa quattro tazze di caffè o più ogni giorno (600 ml) hanno un rischio ridotto del 75% di sviluppare il cancro al fegato. Questo valore si riferisce al confronto con le persone che bevono solo due tazze di stimolante nero ogni giorno (meno di 300 ml) Il team di scienziati guidato dal Dr. Krasimira Aleksandrova e il professor Heiner Boeing hanno condotto uno dei più grandi studi europei sulla nutrizione a lungo termine (EPIC) su questo argomento. I risultati sembrano supportare l'affermazione che le persone che bevono molto caffè regolarmente hanno un rischio ridotto di sviluppare il cancro al fegato. Negli ultimi anni, altri ricercatori hanno effettuato vari studi osservazionali e meta-analisi. Le loro osservazioni sarebbero in accordo con i risultati del presente studio, hanno spiegato gli scienziati nello studio.

I ricercatori analizzano 21 biomarcatori rilevanti per il fegato
Nel nuovo studio condotto dai ricercatori "DifE", è stata prestata particolare attenzione a una possibile connessione e all'influenza di 21 biomarcatori rilevanti per il fegato. In tal modo, gli scienziati speravano di saperne di più sui meccanismi biologici responsabili. A tale scopo, sono stati analizzati i campioni di sangue di 125 persone. A questi soggetti è stato diagnosticato un tumore al fegato durante lo studio. 250 partecipanti sani sono stati esaminati per il confronto. Detti campioni di sangue sono stati prelevati all'inizio dello studio. Pertanto, i medici hanno spiegato che i campioni sono stati condotti da 2,4 a 6,8 anni prima della comparsa dei primi sintomi del cancro al fegato. Fino alla loro analisi, tutti i campioni di sangue sono stati conservati a -196 ° C in azoto liquido.

L'elevato consumo di caffè protegge il fegato dall'infiammazione e dal danno cellulare
Durante la successiva indagine, i ricercatori hanno chiaramente riconosciuto che tre dei biomarcatori esaminati svolgono un ruolo speciale. La sostanza messaggera interleuchina-6 e i due enzimi aspartato aminotransferasi e gamma-glutamil transferasi sono buoni indicatori per la relazione di rischio del cancro del caffè e del fegato. L'interleuchina-6 è coinvolta nella regolazione delle reazioni infiammatorie. I due detti enzimi possono indicare danni alle cellule del fegato. Inoltre, questi enzimi facilitano anche l'identificazione delle malattie della bile, hanno aggiunto i medici. L'analisi dei biomarcatori dimostrerebbe chiaramente che esiste una relazione causale tra il consumo giornaliero di caffè e il ridotto rischio di cancro al fegato. Sulla base delle nuove scoperte, si può presumere che il caffè possa davvero proteggere il fegato dall'infiammazione e dal danno cellulare, ha detto l'autore principale dello studio. Aleksandrova.

Nel 2012, una ricerca durante lo studio "EPIC" ha scoperto che il consumo regolare di caffè non era associato ad un aumentato rischio di malattie croniche. Quindi, se le persone tollerano bene il caffè, non c'è assolutamente nulla contro ragioni legate alla salute per consumare molto caffè. Tuttavia, i nuovi risultati non dovrebbero far sentire le persone obbligate a bere più caffè possibile ogni giorno.

Bere caffè non dovrebbe mai diventare un dovere, il pick-me-up nero dovrebbe essere apprezzato, sottolinea il prof. Boeing. Per scongiurare le malattie in generale, dipende da tutto lo stile di vita della singola persona. È importante condurre generalmente una vita sana. Le persone non dovrebbero fumare, mangiare sempre abbastanza frutta, verdura e anche cereali ricchi di fibre. L'esercizio fisico è un altro fattore importante per influenzare positivamente la sua salute. Inoltre, è necessario prestare sempre attenzione a mantenere un peso corporeo normale. Il prof. Boeing ha spiegato nello studio che le persone che aderiscono a tutti questi punti e cercano di allinearne la vita avrebbero un rischio significativamente più basso di sviluppare il cancro al fegato. Certo, non è possibile evitare tutte le malattie attraverso uno stile di vita sano, ma il rischio personale di malattia può almeno essere ridotto, ha aggiunto lo scienziato. (come)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: 7 Cose sul Caffè che Forse non Sapevi (Agosto 2020).