Notizia

Brufoli, problemi principali e punti neri a 30 anni: è la tarda pubertà?


I problemi della pelle possono verificarsi anche in età adulta
Che si tratti di pelle impura, punti neri o brufoli: i problemi della pelle sono abbastanza normali durante la pubertà. Ma non è raro che gli adulti soffrano di spiacevoli macchie di pus e macchie rosse sul viso. Ma come mai alcune persone con più di 30 anni devono ancora ricorrere a correttore e crema di brufoli? In un'intervista con l'agenzia di stampa "dpa", gli esperti spiegano il fenomeno dell'acne "tardiva" e danno consigli su cosa si può fare al riguardo.

L'acne nella pubertà è normale
I problemi della pelle erano già un grosso problema nella pubertà. Brufoli dolorosi e macchie rosse su tutto il viso, che colpiscono spesso la schiena o altre aree del corpo come la parte superiore delle braccia o del collo. Ma a 14 o 15 anni il problema non era così evidente, poiché anche la maggior parte dei peer erano interessati. Sembra diverso se i brufoli non sono ancora nella loro metà degli anni '20. Perché qui, l'attenzione è rivolta alle imperfezioni, il che aumenta la vergogna delle persone colpite e tutto è fatto per nascondere i punti spiacevoli.

Ogni quarta donna è affetta da acne adulta
Le donne soffrono più spesso di acne cosiddetta adulta: "Ogni quarta donna tra i 25 ei 45 anni deve affrontare l'acne tardiva", ha dichiarato all'agenzia di stampa "dpa" Elena Helfenbein, esperta di bellezza dell'associazione di cosmetici VKE. Ci sono molte cause, ma l'attenzione si focalizzerebbe sulle ghiandole sebacee, che in questo caso sono più attive, aggiunge il prof. Philipp Babilas. L'aumentata attività provoca l'allargamento dei pori e la pelle diventa grassa. Se le ghiandole sebacee si intasano, si formano i punti neri, che è il più possibile a 30 anni come in adolescenza, secondo l'esperto del Skin Center di Regensburg, che è anche membro dell'associazione professionale di dermatologi tedeschi. Uno dei motivi dell'aumentata attività delle ghiandole di sebo potrebbe essere una predisposizione genetica.

Lo squilibrio ormonale può essere il fattore scatenante
Uno squilibrio ormonale può anche essere la causa quando le donne adulte soffrono di problemi di pelle. Secondo il prof. Babilas, è possibile, ad esempio, che ci siano troppi ormoni sessuali maschili che stimolano le ghiandole sebacee e alla fine ostruiscono i pori più rapidamente. Allo stesso modo, interrompere la pillola o dare alla luce un bambino può portare a cambiamenti ormonali e quindi anche a un cambiamento di carnagione.

La dieta può avere un forte impatto sulla pelle
Un altro fattore importante è la nutrizione, perché questo può anche influenzare la pelle. Come spiega Barbara Fehrenbach dell'Associazione federale delle estetiste tedesche (BDK), gli alimenti con un alto indice glicemico, ad esempio, influenzerebbero la pelle. Poiché ciò aumenta il livello di zucchero nel sangue, anche la produzione di ghiandole di sebo sarebbe aumentata, il che porta a punti neri e brufoli più rapidamente. Di conseguenza, l'esperto dovrebbe essere mantenuto a un livello basso con cibi ricchi di zuccheri o carboidrati e grassi "cattivi".
I prodotti lattiero-caseari potrebbero anche esacerbare i problemi della pelle a causa degli effetti infiammatori delle proteine ​​che contengono, ha affermato il prof. Philipp Babilas. Pertanto, è consigliabile consumare proteine ​​animali solo con moderazione e consumare invece molta frutta e verdura. È anche importante una quantità giornaliera sufficiente di almeno 1,5 litri di acqua, aggiunge Emel Bütün della Hamburg Vocational School for Cosmetics (HBK).

La pelle è lo specchio dell'anima
Bütün sottolinea l'importante ruolo della psiche: "La nostra pelle è il nostro specchio", ha detto l'esperto. Il benessere fisico e psicologico può quindi essere riconosciuto dalla carnagione. Spesso, anche quelli colpiti non lasciavano i brufoli da soli, ma invece li "sgranocchiavano" con le dita. Con conseguenze fatali, poiché le mani e le dita non sono mai clinicamente pulite, i batteri dell'acne sarebbero comunque distribuiti, spiega Barbara Fehrenbach.

Anche i prodotti per la cura inadatti possono causare imperfezioni. "Una notte molto ricca o creme anti-invecchiamento possono essere una causa", avverte Thomas Dirschka dell'Associazione federale dei dermatologi tedeschi all'agenzia di stampa "dpa". Invece, Barbara Fehrenbach consiglia di utilizzare una crema leggera o un gel detergente delicato che contenga il minor numero possibile di ingredienti chimici. Emel Bütün consiglia anche di idratare - secondo gli esperti, è anche importante che il viso venga pulito sia la sera che la mattina.

Un appuntamento con un'estetista può fornire informazioni sul tipo di pelle e possibili problemi come brufoli o punti neri. L'acne infiammatoria dovrebbe, tuttavia, essere esaminata da un dermatologo, perché potrebbe anche essere un'indicazione di un'altra malattia della pelle. "La rosacea mostra anche punti infiammatori, i laici possono confonderlo", afferma Dirschka. Per il trattamento, secondo Bütün, ad esempio, si può considerare un peeling con acido di frutta, che rimuove le cellule cutanee più alte e deterge delicatamente la pelle. Per le forme gravi di acne, il dermatologo può anche prescrivere un antibiotico a basso dosaggio e che riduce il grado di infiammazione, spiega Dirschka. "L'obiettivo è stabilizzare la carnagione", aggiunge Bütün.

L'aceto di mele come rimedio naturale per l'acne
Vari rimedi casalinghi per i brufoli possono anche aiutare. Ad esempio, la terra curativa può essere utilizzata per uso esterno, poiché assorbe tossine e prodotti infiammatori e inibisce lo sviluppo di brufoli. Le bustine di tè di camomilla sulle aree interessate possono avere un effetto anti-infiammatorio e l'aceto di mele è anche un rimedio casalingo provato per l'acne. Questo ha un effetto antibatterico e può favorire la disintossicazione, inoltre i pori si restringono a causa dell'acido di frutta che contiene, che contribuisce al raffinamento della carnagione. L'aceto può quindi essere utilizzato sia per purificare e curare l'infiammazione sia per favorire la pelle pulita. (No)

Informazioni sull'autore e sulla fonte

Video: TOGLIE IL PUNTO NERO DOPO 20 ANNI!! (Agosto 2020).