Notizia

Dolore assiale: il dolore al collo può avere molti fattori scatenanti


Il dolore al collo è un problema comune
Il dolore al collo è un fenomeno diffuso che colpisce quasi tutti almeno una volta nella vita. I sintomi possono avere molti fattori scatenanti, ma il danno grave è raro. Invece, nella maggior parte dei casi i muscoli sono tensioni o crampi relativamente innocui. In una certa misura, le persone colpite possono spesso aiutare se stesse. I sintomi durano più a lungo o sintomi come ad es. Paralisi o intorpidimento devono essere consultati immediatamente.

Quasi ogni terza persona è colpita una volta all'anno
Tira, brucia o preme sul collo e non puoi più muoverti correttamente: quasi tutti conoscono la sensazione di dolore al collo a disagio e hanno già sperimentato le menomazioni associate nella vita quotidiana. Secondo le informazioni del sito Web www.gesundheitsinformation.de, quasi ogni terza persona è colpita una volta all'anno, le donne più spesso degli uomini. I medici distinguono tra diversi tipi di dolore al collo: se si verificano localmente, viene indicato come dolore "assiale", se si irradiano lungo le vie nervose, ad esempio nella parte posteriore della testa o nel braccio, si tratta di "dolore radicolare".

C'è spesso tensione o crampi ai muscoli
Ci sono molti fattori scatenanti per i reclami ed è spesso difficile trovare una causa chiara. Tuttavia, di solito non è necessario preoccuparsi, perché spesso si tratta di una tensione o crampi relativamente innocui dei muscoli. Questi possono insorgere, ad esempio, dopo essere stati seduti a lungo davanti al computer o a causa di una posizione sdraiata sfavorevole durante il sonno, così come le correnti d'aria o gli sport come correre in bicicletta o nuotare nel petto possono causare problemi muscolari.

Possibili cause: ernia del disco e colpo di frusta
Nelle persone anziane, anche i cambiamenti degenerativi ("segni di usura") svolgono un ruolo importante, che può portare a dolore, movimento limitato o paralisi. Altre possibili cause includono cambiamenti nei dischi intervertebrali o in un'ernia del disco, ad es. Le lesioni accidentali possono essere responsabili del dolore al collo. Soprattutto, viene preso in considerazione un cosiddetto "colpo di frusta", che ad es. può causare una collisione posteriore se l'impatto provoca una forza improvvisa sulla colonna cervicale (colonna cervicale).

In casi molto rari, il dolore al collo può anche essere causato da gravi cause come Infiammazione, osteoporosi, malattie reumatiche o un tumore indicano. Di conseguenza, con ulteriori sintomi come ad es. Paralisi, perdita di peso inspiegabile, febbre, brividi o perdita di controllo durante la minzione o la defecazione devono essere consultati immediatamente, il portale di informazioni per i pazienti dell'Istituto per la qualità e l'efficienza nella sanità consiglia. Lo stesso vale se si avverte una sensazione di formicolio costante o se le mani o le gambe spesso si addormentano e / o si verificano problemi di equilibrio.

Il dolore cronico può indicare stress
Secondo il portale di informazione del paziente, gli antidolorifici vengono utilizzati per il trattamento in caso di reclami non specifici, ad es. Vengono utilizzati esercizi di stretching e rafforzamento, massaggi e applicazioni fredde e calde. Un'operazione, d'altra parte, è presa in considerazione solo se si può presumibilmente rimediare a una causa chiara (come una perdita di tessuto del disco spinale). Tuttavia, poiché gli interventi nell'area della colonna cervicale sono associati a rischi, è importante in ogni caso valutare attentamente i vantaggi e gli svantaggi di un'operazione.

Se i sintomi persistono per più di tre mesi, i medici parlano di dolore al collo "cronico", per cui lo stress psicologico e lo stress svolgono spesso un ruolo importante. In questo caso, secondo gli esperti, può essere utile un trattamento del dolore di accompagnamento, in cui una combinazione di metodi diversi cerca di alleviare i sintomi. Qui vieni ad es. Vengono utilizzate la terapia fisica, l'agopuntura e la stimolazione nervosa, così come la terapia di gestione del dolore può aiutare a imparare come affrontare il dolore severo a lungo termine e quindi ottenere una migliore qualità della vita. (No)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: I problemi cervicali possono portare emicrania: ecco cosa fare (Agosto 2020).