Notizia

Foodwatch: richiamo mediatico efficace per la semola di grano tenero biologico Rewe dovuta all'olio minerale


Oli minerali in semola di grano tenero biologico
L'organizzazione dei consumatori foodwatch mette in guardia contro il consumo di semola di grano tenero biologico Rewe. I residui di oli minerali aromatici sono stati rilevati nel marchio di proprietà dell'azienda. Tali sostanze sono classificate dall'autorità alimentare dell'EFSA come potenzialmente cancerogene. Si dice anche che tali oli minerali cambino il nostro genoma. Foodwatch raccomanda vivamente confezioni di semola che sono già state acquistate Non per essere consumato e scambiato immediatamente nei loro rami Rewe.


Gli oli minerali aromatici sono, secondo il parere unanime delle autorità e dell'organizzazione ombrello dell'industria alimentare tedesca BLL, "voci indesiderabili". Normalmente, nemmeno le più piccole tracce di queste sostanze dovrebbero essere trovate nel nostro cibo. La semola di grano tenero biologico Rewe non è quindi commercializzabile. L'organizzazione dei consumatori suggerisce di ritirare urgentemente il prodotto dalla vendita. Poiché la semola viene consumata particolarmente spesso dai bambini, è particolarmente importante rimuovere rapidamente tali prodotti, ha dichiarato Foodwatch in una nota.

Il gruppo al dettaglio Rewe classifica la semola di grano tenero biologico come innocua
Se il gruppo di vendita al dettaglio Rewe non reagisce immediatamente e fa uscire il prodotto dalla circolazione, le autorità dovrebbero essere coinvolte. Finora, Rewe non è stato attivo e il prodotto interessato è ancora disponibile sugli scaffali. La semola di grano tenero biologico Rewe è commercializzabile senza restrizioni e innocua per la salute. Il punto di vista di Rewe è che la ONG sta deliberatamente fuorviando i consumatori, ha affermato il rivenditore in una nota. Foodwatch ha reagito a questo e ha pubblicato un richiamo stesso.

Rewe non risponde e lascia il prodotto in vendita
Foodwatch aveva già effettuato un test completo dell'olio minerale alla fine di ottobre 2015. In questo studio, sono stati testati 120 alimenti provenienti da Germania, Francia e Paesi Bassi. I risultati delle indagini sono stati quindi pubblicati. Durante le indagini, sono stati trovati lotti aromatici di oli minerali aromatici con la data di scadenza del 30 aprile 2016 in un lotto di semola di grano tenero biologico Rewe. Quando il rivenditore non ha mostrato alcuna reazione ai risultati, foodwatch ha contattato Rewe per iscritto. L'organizzazione dei consumatori ha fatto esplicito riferimento alle sostanze trovate nell'inchiesta. Ancora una volta, Rewe non ha risposto. Non è stata fatta né una risposta né un richiamo urgente. Fortunatamente, ci sono anche esempi di come un'azienda esemplare possa reagire a tale indagine. Il produttore italiano Curti aveva recentemente tolto il riso integrale Curtiriso a grani lunghi, venduto da Kaufland. Nel prodotto sono stati trovati anche oli minerali aromatici. L'organizzazione dei consumatori ha chiesto alle aziende di lanciare un richiamo pubblico del prodotto. Kaufland e Curti alla fine hanno aderito. Il richiamo è stato poi diffuso tramite il portale Lebensmittelwarnung.de, che è gestito dall'Ufficio federale per la protezione dei consumatori e la sicurezza alimentare (BVL).

Gli imballaggi in carta riciclata spesso contengono oli minerali e altre sostanze
I residui di olio minerale spesso penetrano nei nostri alimenti attraverso materiali di imballaggio inadatti, ma la contaminazione può anche derivare da processi di produzione difettosi. Quindi si può presumere che non solo questo singolo lotto sia interessato dal problema, ha spiegato Foodwatch. Gli imballaggi in carta riciclata rappresentano generalmente un grande rischio. Tali tipi di imballaggi contengono spesso oli minerali. Molti contengono anche altre sostanze tossiche come plastificanti e solventi. (As)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: IMPASTI: un video dimostrativo su come può rovinarsi la maglia glutinica (Agosto 2020).