Notizia

Il nuovo test consente una terapia più mirata per il cancro del colon-retto


Dal 1 ° dicembre, per la prima volta in Germania è stato possibile determinare lo stato di mutazione dei tumori intestinali mediante un semplice esame del sangue. La Clinica universitaria Knappschaftskrankenhaus Bochum lo riporta in un attuale comunicato stampa.

Il Knappschaftskrankenhaus è il primo centro di competenza in Germania a utilizzare il nuovo test per il trattamento del carcinoma del colon-retto. Ciò consentirà a più pazienti di ricevere in futuro una terapia personalizzata.

Il test utilizza un campione di sangue per determinare lo stato di mutazione dei tumori intestinali
La Clinica universitaria Knappschaftskrankenhaus Bochum sarà la prima istituzione in Germania a utilizzare un test biomarcatore RAS di recente sviluppo per il trattamento del carcinoma del colon-retto. Come riportato dalla clinica, è possibile utilizzare un semplice esame del sangue per determinare fino a che punto c'è una mutazione nei tumori. Secondo il parere dei medici del Prof. Wolff Schmiegel, la nuova procedura è promettente, in quanto può essere utilizzata in modo rapido e semplice e più pazienti rispetto a prima abilitare una terapia personalizzata "su misura". La rilevanza per il trattamento mirato dei pazienti era già stata confermata in uno studio dell'Università della Ruhr, afferma il messaggio.

Il cosiddetto "Test OnkoBEAM" è stato sviluppato dalla società Sysmex Inostics, lo studio di validazione è stato quindi condotto nell'ambito del programma scientifico del finanziamento statale P.U.R.E. (Unità di ricerca sulle proteine ​​Ruhr in Europa). L'ospedale dei minatori riferisce che il test a base di sangue dovrebbe ora essere usato in pazienti con carcinoma del colon-retto avanzato. Il test mostra lo stato di mutazione del cosiddetto "gene RAS", che svolge un ruolo centrale nel controllo della crescita delle cellule tumorali ed è quindi cruciale per la selezione della terapia. Poiché il test è una procedura non invasiva, può servire come "utile aggiunta alle biopsie tissutali convenzionali o agli interventi chirurgici", hanno aggiunto le informazioni.

Possibile indicazione precoce del cambiamento di terapia
Come riportato ulteriormente dalla clinica, OnkoBEAM potrebbe consentire il monitoraggio non invasivo dello stato di mutazione RAS durante la terapia in corso. I primi risultati dello studio avevano già dimostrato che potrebbero verificarsi nuovamente mutazioni nel gene RAS, in particolare nel corso del trattamento con anticorpi contro il cosiddetto "recettore del fattore di crescita epidermico" (abbreviato EGFR). Di conseguenza, il nuovo test potrebbe anche aiutare a garantire che la terapia possa essere regolata o modificata in anticipo se il profilo del tumore è cambiato. Secondo le informazioni, questo è attualmente verificato ulteriormente.

"Ciò significa che possiamo anche prendere in considerazione una terapia anticorpale efficace contro l'EGFR in pazienti per i quali in precedenza non era possibile determinare lo stato di mutazione RAS a causa di una mancanza o di un materiale tissutale inadeguato", spiega il Dr. Alexander Baraniskin dell'Ospedale universitario Knappschaftskrankenhaus Bochum. (No)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Terapia dei tumori del colon retto: quali sono le opzioni più avanzate (Agosto 2020).