Notizia

Otite media acuta: nel peggiore dei casi, esiste il rischio di perdita dell'udito


"Mamma, colpisce così forte nell'orecchio!" Se i bambini si lamentano di una sensazione spiacevole, pungente o tirando nell'orecchio, questo dovrebbe essere preso sul serio. Perché dietro le lamentele potrebbe esserci un'infezione all'orecchio medio. Questo spesso inizia con un freddo innocuo, ma se i patogeni salgono dal rinofaringe all'orecchio medio, possono scatenare una fastidiosa infiammazione con sintomi caratteristici come forte mal d'orecchi, perdita dell'udito e febbre. Se la malattia non viene trattata in tempo, possono derivarne complicazioni o persino perdita dell'udito acuta. Di conseguenza, in caso di dolore all'orecchio persistente e / o udito compromesso, è essenziale consultare prontamente il medico di medicina generale o uno specialista ORL.

L'infiammazione può causare gravi danni consequenziali
L'attesa è di solito la medicina sbagliata se le orecchie fanno male. Se l'otite media non viene trattata in tempo utile, sequele come la perdita acuta dell'udito possono essere a rischio. All'inizio è di solito un freddo innocuo. Quindi, tuttavia, nell'orecchio si nota un dolore intenso e di solito pungente. Anche le prestazioni dell'udito possono essere compromesse. Al più tardi, le persone colpite dovrebbero rivolgersi al medico.

Quasi ogni bambino è interessato
Circa il 90 percento di tutti i bambini sviluppa almeno un'otite media entro i tre anni. Tali infiammazioni possono verificarsi fino a quattro volte l'anno senza causare danni consequenziali. Nel caso dell'otite media ricorrente, d'altra parte, c'è il rischio che il liquido si accumuli nell'orecchio medio o che si sviluppino aderenze e difetti del timpano e degli ossicini. Ciò porta a disturbi dell'udito infantile che interferiscono anche con lo sviluppo del linguaggio. Le tonsille faringee ingrandite spesso favoriscono tali otiti media ricorrenti, come sottolinea l'ENT-NRW, un'associazione di medici ENT residenti.

Dopo aver rimosso o ridotto le tonsille ingrossate - più comunemente osservate nei bambini di età compresa tra 3 e 6 anni - l'infiammazione dell'orecchio medio in molti bambini diminuisce. "I cosiddetti polipi bloccano la connessione a forma di tromba tra la faringe e l'orecchio medio", osserva il dott. Uso Walter, CEO di HNOnet-NRW. Di conseguenza, le orecchie medie non sono più adeguatamente ventilate e si formano secrezioni infiammatorie dietro il timpano, un cosiddetto versamento timpanico. "Il sonnolenza temporanea non è un problema, ma se dura diversi mesi, lo sviluppo del linguaggio può essere ritardato a causa della compromissione dell'udito cronica", spiega il dott. Walter. Poiché determinate fasce orarie sono ottimali per l'apprendimento delle abilità linguistiche appropriate all'età, il successo scolastico dei bambini delle scuole elementari può essere a rischio. Se i bambini sviluppano infezioni dell'orecchio medio, è importante che i medici dell'orecchio, del naso e della gola arrivino al fondo delle cause per prevenire possibili effetti tardivi.

Il rossore è un'indicazione di infezioni batteriche
Gli otorinolaringoiatri esaminano l'orecchio malato usando un microscopio. Questo ti dà una buona visione del canale uditivo e del timpano. Il rossore indica infezioni batteriche, i rigonfiamenti indicano fluido o persino pus nell'orecchio medio. Con la timpanometria, la pressione dell'orecchio medio può essere misurata oggettivamente anche nei bambini molto piccoli. Gli otorinolaringoiatri inizialmente prescrivono spray nasali decongestionanti per trattare il gonfiore dell'orecchio medio e consentire la ventilazione e l'equalizzazione della pressione. Se dopo alcuni giorni non si riscontrano miglioramenti o si verifica una chiara infiammazione purulenta durante l'esame iniziale, in singoli casi possono essere necessari anche antibiotici. Le provette Timpani sono utilizzate solo per l'accumulo di liquido cronico e viscoso nell'orecchio medio. I medici posizionano un tubo nel timpano, che aiuta a drenare i liquidi. Dopo alcuni mesi, il corpo lo rifiuta da solo.

I batteri o i virus migrano nell'orecchio medio
L'infiammazione acuta dell'orecchio medio si verifica quando virus o batteri migrano dal rinofaringe all'orecchio medio. Con un naso che cola grave, le persone colpite aumentano la sensazione che l'orecchio si sta chiudendo. "I sintomi dell'otite media acuta sono, soprattutto, un forte dolore all'orecchio, che può anche essere accompagnato da perdita dell'udito", spiega Michael E. Deeg, portavoce dell'Associazione professionale tedesca dei medici dell'orecchio, del naso e della gola.

Il rinofaringe e l'orecchio sono collegati tra loro tramite la tromba auricolare, la tromba di Eustachio. Il professor Holger Sudhoff, capo medico della clinica di medicina dell'orecchio, del naso e della gola presso la Bielefeld Clinic, spiega lo sviluppo tipico della malattia: “Si ottiene un'infezione virale, che provoca il rigonfiamento della mucosa nella tromba dell'orecchio e una superinfezione batterica si deposita su di essa perché L'orecchio medio non è più adeguatamente ventilato. "

Se la causa è virale, gli antidolorifici e i farmaci antinfiammatori possono aiutare. Se i batteri sono la causa, di solito viene prescritto un antibiotico. Oggi, tuttavia, i medici aspettano 2-3 giorni prima di somministrare antibiotici per vedere se il corpo può farlo da solo. Ma poi è tempo che altrimenti potrebbero sorgere complicazioni.

Otite media cronica
L'otite media chronica si presenta di solito sulla base di un disturbo persistente della ventilazione del tubo. (Disfunzione auditiva della tuba) - specialmente nei pazienti che hanno spesso sofferto di otite media acuta. Una fisiologia disturbata nella zona dell'orecchio medio può anche portare allo sviluppo di una forma cronica. Inoltre, vengono discussi anche fattori genetici come possibile causa della malattia. In generale, si possono distinguere due forme di otite media chronica. Una cosiddetta dilatazione ossea cronica causata da un colesteatoma e una dilatazione della mucosa cronica.

Complicazioni letali
Entrambe le forme sono associate alla perforazione del timpano e sono associate alla secrezione purulenta ricorrente. Inoltre, con il colesteatoma esiste il rischio che la ricrescita causale delle cellule epiteliali squamose cheratinizzate multistrato nell'orecchio medio possa anche portare a danni alle strutture ossee circostanti. Nel peggiore dei casi, le complicazioni minacciano, che vanno dalla distruzione degli ossicini a malattie potenzialmente letali come l'infiammazione del cervello (meningite), un ascesso cerebrale o avvelenamento del sangue.

Può anche essere pericoloso per la vita, come ha spiegato il professor Roland Laszig, direttore dell'Università di Ear, Nose and Throat Clinic di Friburgo. L'infiammazione può anche diffondersi all'organo dell'equilibrio, danneggiare il nervo facciale o portare a un ascesso nel processo mastoideo. I medici chiamano questa mastoidite, che di solito richiede un intervento chirurgico. Se l'infiammazione penetra nell'orecchio interno, ciò può portare alla perdita dell'udito. Attraversare il cervello è pericoloso per la vita. L'esperto avverte che la terapia antibiotica non dovrebbe essere aspettata troppo a lungo. "Vediamo mastoidite nella nostra clinica almeno una volta alla settimana perché l'otite media è stata insufficiente, sottodosata o erroneamente trattata".

I rimedi casalinghi per un'infezione dell'orecchio medio come le bustine di cipolla sono utili. Ma fino a quando la causa non è stata trovata esattamente, un medico dovrebbe sempre essere consultato. "Se fa male, non sai perché fa male. Un timpano gonfio arrossato con una secrezione purulenta indica un'infiammazione batterica. Solo il dottore può vederlo se si guarda nell'orecchio. ”(Sb, nr)

Informazioni sull'autore e sulla fonte

Video: Ecco i 6 sintomi di conferma otite (Agosto 2020).