Notizia

Giocattoli morbidi contaminati da inquinanti cancerogeni - rischi per la salute dei bambini


Molti peluche per bambini sono contaminati da tossine
I peluche sono compagni costanti nella vita di tutti i giorni per molti bambini e sono anche particolarmente popolari come regali di Natale. Tuttavia, i peluche spesso contengono tossine pericolose e possono quindi comportare rischi per la salute dei bambini, riferisce l'Associazione austriaca per l'informazione dei consumatori (VKI). "Quando si tratta di realizzare un profitto, i produttori di giocattoli per bambini, come sfortunatamente dimostrano i nostri test, mostrano scarso scrupolo", ha dichiarato VKI. Non ci sono segni acuti di avvelenamento da temere da parte dei bambini, ma a lungo termine l'assorbimento delle tossine può causare considerevoli menomazioni.

Nel periodo che precede il Natale, l'attività con i peluche morbidi sta esplodendo e molti bambini saranno di nuovo felici quest'anno con un orsacchiotto, un cavallo di peluche o un coniglio coccolone sotto l'edificio di Natale. "Non c'è quasi nessun altro giocattolo che si avvicina ai bambini per ore come il tuo peluche preferito", riferisce il VKI. Qui diventa chiaro perché gli inquinanti possono comportare un rischio particolare nei peluche. A stretto contatto, possono essere assorbite quantità significative di inquinanti.

Solo un peluche senza alcuna traccia di sostanze nocive
Il VKI avverte di possibili rischi per la salute dei bambini, citando un test corrente della Stiftung Warentest. "In 16 dei 23 prodotti testati e disponibili anche nei negozi austriaci, sono state trovate notevoli quantità di inquinanti pericolosi, inclusi gli idrocarburi policiclici aromatici cancerogeni (IPA)", ha affermato il VKI. Si raccomandano solo sei peluche, anche se cinque mostrano ancora tracce di inquinanti. Un singolo peluche era privo di carichi misurabili: il coniglio Schlenkertier (beige) del produttore Senger Tierpuppen, riporta il VKI.

Rischi per la salute a lungo termine da inquinanti contenuti
Anche i peluche di rinomati produttori di marchi come Käthe Kruse, Sigikid o Steiff non erano sempre convincenti nel test attuale. Oltre all'inquinamento, le principali critiche dei tester sono state le debolezze nella lavorazione. Ad esempio, due prodotti non avrebbero dovuto essere venduti a causa della scarsa fattura, poiché le cuciture instabili e a strappo rapido corrono il rischio che i bambini ingeriscano parti dei peluche e, nel peggiore dei casi, li soffocino.

Tuttavia, secondo gli esperti, le sostanze inquinanti rappresentano un rischio per la salute piuttosto a lungo termine. Qui, particolare attenzione è attirata sugli effetti cancerogeni delle sostanze rilevate e sulle possibili alterazioni della capacità riproduttiva. Nelle ali dell'aquilone Kuno di Käthe Kruse, ad esempio, i tester hanno trovato un film plastico incorporato che era stato contaminato con dietilesilftalato (DEHP), che era stato vietato nei giocattoli per anni, riporta il quotidiano austriaco "der Standard" dei risultati del test. Il DEHP potrebbe avere un impatto negativo sulla fertilità.

Evita i rischi quando acquisti giocattoli morbidi
Al fine di evitare rischi inutili per i più piccoli al momento dell'acquisto di giocattoli per bambini, è necessario prestare particolare attenzione all'odore e alla lavorazione. Nel caso di giocattoli dall'odore evidente e di evidenti debolezze nella lavorazione, gli esperti dovrebbero astenersi dall'acquistare. Il trattamento può essere testato, ad esempio, tirando delicatamente le cuciture o gli occhielli. Marchi di prova come il marchio CE sono obbligatori per i giocattoli e il marchio GS (sicurezza testata) può anche indicare standard particolarmente elevati. Ultimo ma non meno importante, i peluche dovrebbero essere lavabili e si consiglia un ciclo di lavaggio prima del primo utilizzo, spiegano gli esperti. (Fp)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Video e giochi per bambini. L Uomo ragno e la macchina giocattolo. Nuovi episodi in italiano (Agosto 2020).