Notizia

Fumare cannabis molto potente danneggia il cervello


La cannabis rende meno efficiente la comunicazione tra gli emisferi cerebrali
Fumare varietà di cannabis molto potenti può danneggiare la comunicazione tra i nostri due emisferi. La ricerca sul cervello ha dimostrato che ci sono sottili cambiamenti nella sostanza bianca che trasporta segnali tra gli emisferi del cervello quando le persone fumano regolarmente potente cannabis. Gli scienziati del King College di Londra, in collaborazione con ricercatori dell'Università Sapienza di Roma, hanno condotto uno studio sull'argomento e pubblicato il loro lavoro sulla rivista medica Medicina psicologica ”.

Molti ricercatori sanno da tempo che l'uso a lungo termine della cannabis aumenta il rischio di sviluppare psicosi. I cambiamenti nella struttura e nella funzione del nostro cervello potrebbero essere responsabili di questa maggiore vulnerabilità, hanno aggiunto gli scienziati. Il nuovo studio è il primo ad esaminare l'effetto dell'amido di cannabis sulla struttura del cervello. Un'indagine su questo argomento è particolarmente importante perché alcune varietà di cannabis oggi contengono molto più Δ9-tetraidrocannabinolo (THC). Circa un decennio fa, questi ceppi contenevano un contenuto di THC ancora più basso, hanno spiegato i ricercatori del "King’s College London". Oggi, i ceppi normali di cannabis contengono circa il 2-4 percento di THC, i ceppi più forti possono persino contenere dal 10 al 14 percento di THC. Vari ceppi con alti livelli di THC sono attualmente la forma di cannabis più comunemente usata nel Regno Unito, sospettano i medici.

Varietà estremamente potenti di cannabis come "Skunk" danneggiano il corpo calloso
Dr. Paola Dazzan, la principale ricercatrice dello studio, ha dichiarato in una dichiarazione che l'uso frequente di cannabis altamente efficace influisce in modo significativo sul nostro cervello. La sostanza cambia la struttura delle fibre della sostanza bianca nel cervello, queste influenzano se una persona sviluppa o meno psicosi. Sembra che l'uso di forti varietà di cannabis come "Skunk" causi danni al corpo calloso. Per questo motivo, la comunicazione degli emisferi del cervello diventa meno efficiente.

Uno studio con quasi un centinaio di soggetti di prova dovrebbe chiarire
Nello studio, i ricercatori hanno esaminato la sostanza bianca nel cervello di 56 pazienti usando una tecnica speciale di imaging a risonanza magnetica. Questi avevano precedentemente mostrato i primi segni di psicosi. Per confronto, 43 persone sane della zona sono state incluse nello studio. I ricercatori hanno esaminato con particolare attenzione la più grande struttura di sostanza bianca nel cervello, il corpo calloso. Questo è responsabile della comunicazione tra il cervello destro e sinistro. La sostanza bianca è costituita da un ampio fascio di processi di cellule nervose che collegano tra loro diverse regioni del cervello e quindi consentono la comunicazione tra loro. Il corpus callosum è particolarmente ricco di recettori dei cannabinoidi che sono colpiti dal THC, hanno detto i ricercatori.

Il pubblico deve essere avvertito delle conseguenze del potente THC
Lo studio ha scoperto che l'uso frequente di cannabis altamente efficace è collegato a una capacità di diffusione media (MD) significativamente più alta. Questo è considerato un chiaro indicatore per danni alla struttura della sostanza bianca nel cervello. Dr. Tiago Reis Marques del "Kings College London" ha affermato che il danno alla sostanza bianca per gli utilizzatori a lungo termine di cannabis altamente efficace era significativamente maggiore rispetto a quelli che consumano solo occasionalmente o cannabis a bassa potenza. Era imperativo "informare i professionisti medici, il pubblico e i responsabili politici sui rischi associati al consumo di cannabis", ha aggiunto il ricercatore. Nel valutare l'uso della cannabis, era "estremamente importante raccogliere informazioni come il tipo e la frequenza con cui veniva utilizzata la cannabis". Tali informazioni potrebbero aiutare a classificare "quanto è alto il rischio di sviluppare problemi mentali dall'uso di cannabis". Inoltre, "il pubblico in generale deve essere educato sulle gravi conseguenze della cannabis molto potente e su come il consumo può danneggiare il cervello", hanno detto i ricercatori al giornale. (As)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Fumare marijuana brucia i neuroni? Risponde la neuroscienziata esperta nellambito della Cannabis (Agosto 2020).