Notizia

La metà dei giorni di riposo causa malattie a lungo termine


L'attuale rapporto sulla salute del BKK "Malattie a lungo termine" mostra che quasi la metà di tutti i giorni assenti tra i membri BKK impiegati sono attribuibili a malattie a lungo termine con una durata superiore a sei settimane. Dieci anni fa, questa percentuale era inferiore di cinque punti percentuali. Se nulla cambia radicalmente nella cura di questi pazienti, ci si può aspettare che le malattie di lunga durata e principalmente croniche continueranno ad aumentare man mano che il cambiamento demografico progredisce.

Franz Knieps, membro del consiglio dell'associazione ombrello BKK, esamina la situazione dei dati: “Il sistema sanitario tedesco è congelato nelle sue strutture. Non si basa sul decorso della malattia di un paziente, che sarebbe estremamente necessario per i pazienti a lungo termine, ma opera in periodi di rete globale di informazioni con demarcazione e isolamento: ad esempio, tra cure ambulatoriali e ospedaliere, tra medici e altre professioni sanitarie e anche tra l'assicurazione sanitaria privata e legale. "Piano generale" Malattie croniche ea lungo termine "Necessariamente necessario Knieps richiede quindi che si debba finalmente intraprendere un'azione.

Analogamente al piano nazionale per il cancro, ora deve essere elaborato un piano generale per i disturbi prolungati e cronici: “I bisogni e le esigenze dei pazienti a lungo termine devono avere la massima priorità. Per avere successo, tutti gli attori dovrebbero partecipare al piano e alla sua attuazione, senza insistere su gerarchie e privilegi tradizionali. Sono convinto che la giovane generazione di professionisti medici, le giovani infermiere ben addestrate e altri attori orientati al futuro nel settore sanitario stiano mettendo in discussione criticamente strutture che sono diventate rigide con dinamismo e persistenza. "Che cosa sono le" malattie a lungo termine "? L'intero spettro delle malattie si è spostato: non sono i casi acuti come lesioni o infezioni che mettono a dura prova i pazienti e il sistema sanitario.

Dominano le malattie a lungo termine, spesso croniche: ipertensione, diabete, cancro, malattie mentali e disturbi muscoloscheletrici. Casi a lungo termine: conseguenze individuali e sociali Le conseguenze per i dipendenti che sono assenti per lungo tempo a causa di malattie e sistemi di sicurezza sociale sono descritte dal Prof. Holger Pfaff: “L'incertezza dell'individuo sul fatto che possa continuare a svolgere il proprio lavoro nonostante o con la sua malattia è un grave onere per lui Le persone stesse malate, le loro famiglie e il loro ambiente di lavoro. ”Il paziente è coperto dall'assicurazione sanitaria obbligatoria perché lo paga per malattia (dopo che il datore di lavoro ha di solito continuato a pagare i salari per sei settimane). Il periodo massimo di retribuzione per malattia: 78 settimane. Se un paziente a lungo termine non guarisce durante questo periodo, di solito è in pensione.

“L'aumento delle indennità di malattia, i dipendenti che sono sempre più in pensione - in particolare drammaticamente per i malati di mente - non sono un destino immutabile. Né per i sistemi sociali malati né tedeschi. È fondamentale ridurre la frequenza e la gravità delle malattie a lungo termine attraverso la prevenzione. Approcci efficaci comprendono la riduzione delle malattie a lungo termine e la multimorbidità associata attraverso una gestione delle cure coerente, efficace e, soprattutto, intersettoriale. Non possiamo più permetterci il famigerato problema di interfaccia nel sistema sanitario tedesco ", riassume Pfaff. Rapporto BKK - Servizio Oltre all'assenteismo, il rapporto 2015 contiene analisi dettagliate delle cure ambulatoriali e delle prescrizioni di farmaci. Le cifre chiave per le cure ospedaliere sono nuove. I lettori interessati possono anche trovare tutti i dati pubblicati nel Rapporto sulla salute BKK 2015 sulla nostra homepage. Il Rapporto BKK 2015 mostra l'insorgenza della malattia di un totale di 9,1 milioni di assicurati BKK ed è rappresentativo dell'intero mondo del lavoro. (Sb)

Informazioni sull'autore e sulla fonte

Video: CORONA VIRUS E CUORE. ATTO FINALE (Agosto 2020).