Notizia

Malformazioni craniche nei neonati: paure del virus Zika


Emergenza sanitaria dichiarata: donne incinte in Brasile a rischio di virus
In Brasile è stata dichiarata un'emergenza sanitaria. Nel paese sudamericano c'è un significativo accumulo di malformazioni craniche nei neonati. Si sospetta che la causa sia un virus, che viene trasmesso alle donne in gravidanza tramite punture di zanzara.

Accumulo di malformazioni craniche
Un'emergenza sanitaria è stata dichiarata in Brasile. Nel paese latinoamericano c'è un chiaro accumulo di malformazioni craniche nei neonati. La causa potrebbe essere un'infezione con il virus Zika, che viene trasmesso alle donne in gravidanza tramite punture di zanzara, riferisce l'agenzia di stampa dpa. I sintomi simili a quelli della dengue e della febbre chikungunya sono febbre lieve, mal di testa, dolori articolari ed eruzione cutanea. Simile alla malaria, di solito compaiono solo circa dodici giorni dopo una puntura di zanzara. Secondo gli esperti di salute, i corsi gravi sono rari, ma le conseguenze a lungo termine possono essere fatali, come è ora riportato.

Virus probabilmente introdotto dalla Coppa del mondo di calcio
L'agente patogeno identificato per la prima volta in Uganda si è verificato fino a pochi anni fa nell'Africa tropicale, nel sud-est asiatico e nelle isole del Pacifico. In estate, tuttavia, è stato riferito che il virus Zika era stato probabilmente introdotto in Brasile dai Mondiali. Da allora, è apparso frequentemente in Sud e Centro America. È stato ora annunciato che esiste il sospetto che i bambini non ancora nati sviluppino malformazioni craniche se le donne in gravidanza sono infettate dal virus Zika attraverso una puntura di zanzara.

Secondo le informazioni dell'Oswaldo Cruz Institute di Rio de Janeiro, il virus è stato scoperto l'ultima volta in due donne nello stato brasiliano di Paraíba, i cui feti hanno mostrato microcefalia dopo esami ecografici: hanno teschi troppo piccoli, che di solito si traducono in disabilità intellettiva. Finora, le cause della malformazione sono, ad esempio, l'alcol durante la gravidanza o alcune infezioni.

Emergenza sanitaria in Brasile
Il Brasile ha ora dichiarato un'emergenza sanitaria. Le autorità sanitarie sono incaricate di adottare misure preventive, documentative ed educative speciali. Finora sono stati identificati 399 casi di microcefalia quest'anno, in particolare nel nord-est del paese, di cui 268 nello stato del Pernambuco con la capitale Recife. Con 175 casi, il precedente record era stato negli ultimi cinque anni nel 2012. Nonostante le misure precauzionali, il ministero della salute del quinto paese più grande del mondo ha messo in guardia contro conclusioni premature: “I dati attuali non consentono ancora una conclusione chiara che esiste una relazione tra l'infezione da Zika e microcefalia. ”Il virus Zika viene trasmesso dalla specie di zanzara Aedes aegypti, nota anche come zanzara tigre egiziana. Finora il patogeno ha avuto un ruolo solo in Africa e in Asia. Sono attualmente segnalati anche casi provenienti da Cile, Colombia e Messico.

Le donne in gravidanza, in particolare, dovrebbero prestare attenzione al repellente per le zanzare
Il Center for Travel Medicine (CRM) di Düsseldorf ha sottolineato che i viaggiatori, in particolare le donne in gravidanza, dovrebbero prestare molta attenzione alla protezione delle zanzare. "Caratteristica di un'infezione da virus Zika è la comparsa di un'eruzione cutanea macchiata, accompagnata da febbre, mal di testa e dolori articolari, nonché congiuntivite", ha spiegato Tomas Jeline di CRM. Si consiglia abbigliamento leggero, chiuso e repellente per zanzare.

Soprattutto per le aree tropicali, si raccomanda spesso di usare DEET in una concentrazione del 30 percento o più. Le zanzariere dovrebbero essere utilizzate anche di notte. Il virus Zika non è pericoloso per la vita, ma l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) è allarmata. L'organizzazione ha invitato i paesi della regione a rafforzare la protezione contro il virus e a fornire alla popolazione informazioni complete sui pericoli. L'attuale incertezza sulla connessione con i teschi troppo piccoli nei neonati mostra anche che il virus non è stato finora studiato a fondo. (anno Domini)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Difetti del tubo neurale - Gianluigi Pilu (Agosto 2020).