Notizia

La tenia parassitaria manipola il comportamento di molte colonie di formiche


Comportamento e durata della vita influenzati dalla tenia anche nelle formiche non infette
La tenia ha sviluppato strategie uniche per garantire la sopravvivenza della loro specie. È noto da tempo che controllano il comportamento degli host infetti a questo scopo. Tuttavia, gli scienziati dell'Università Johannes Gutenberg di Magonza (JGU) hanno ora scoperto negli esperimenti sulle formiche che i tenie influenzano anche il comportamento e la durata della vita di agenti non infetti in una colonia di formiche.

Secondo i risultati dei ricercatori di Magonza, le tenie del genere Anomotaenia brevis possono manipolare il comportamento di tutta la colonia di formiche nel loro senso. Il "comportamento di aggressione dell'intera colonia di formiche sta diminuendo" e la "durata della vita delle formiche non colpite sta diminuendo", ha annunciato la JGU. Grazie alla minore aggressività complessiva, le formiche infette non vengono rimosse dalla colonia e la durata della vita più lunga degli animali malati aumenta le possibilità di sopravvivenza per la tenia all'interno - fino a quando gli animali infetti non vengono infine consumati da un picchio, che è l'ospite principale di Anomotaenia brevis. I ricercatori hanno pubblicato i loro risultati sulla famosa rivista "Proceedings of the Royal Society B".

L'infezione da tenia è visibile dall'esterno
Secondo il gruppo di ricerca attorno al biologo evoluzionista Prof. Dr. Secondo Susanne Foitzik, le formiche sono relativamente spesso infestate da parassiti, con i tenia del genere Anomotaenia brevis che usano le formiche come ospite intermedio per completare parte del loro sviluppo prima che completino il loro ciclo di vita nell'ospite principale (picchio). Gli scienziati hanno esaminato gli effetti dell'infezione da tenia sulla specie di formica Temnothorax nylanderi, che è originaria dell'Europa occidentale e vive qui preferibilmente in ghiande o legno morto sul suolo della foresta. I lavoratori di questa specie di formica crescono fino a 2-3 mm di dimensioni e formano colonie con 50-200 animali. La tenia Anomotaenia brevis attacca gli animali nella fase larvale e si deposita nell'intestino. L'infezione delle formiche è già visibile dall'esterno. Gli animali infetti sono gialli e quindi differiscono in modo significativo dai conspecifici altrimenti prevalentemente marroni, secondo la JGU.

Ridotta aggressività nelle colonie di formiche con animali infetti
L'infezione da tenia provoca anche cambiamenti comportamentali nelle formiche infette. Sono inattivi e rimangono nel nido, dove difficilmente prendono parte a compiti sociali come la cura della covata, riferiscono i ricercatori. Tuttavia, questa parassitizzazione "non solo ha cambiato l'aspetto e il comportamento delle formiche direttamente colpite, ma ha anche causato cambiamenti di comportamento nei compagni di nido non infetti", scrivono i ricercatori. Il comportamento aggressivo di una colonia di formiche è diminuito significativamente quando c'erano animali parassiti nel nido. Di conseguenza, gli animali malati non vengono rimossi dalla colonia dalle altre formiche. Lo sfondo di questa osservazione è presumibilmente la firma chimica degli animali infetti, che emettono un odore diverso. L'odore specifico del nido nelle formiche è di solito una caratteristica distintiva per i membri del gruppo. "Se è disturbato da altri profumi, ciò influisce anche sulla prontezza a difendersi dagli intrusi", ha affermato la JGU.

Durata della vita ridotta delle formiche sane
Inoltre, i ricercatori hanno riferito che la durata media della vita degli animali non infetti è diminuita in modo significativo. I compagni sani non solo mostravano una durata di vita molto più breve rispetto agli animali infetti, ma anche rispetto ad altre formiche di colonie non infette. "La durata della vita più lunga può essere il risultato di cambiamenti nella regolazione genica, ma può anche essere il risultato della migliore alimentazione di cui godono gli animali infetti", spiega l'autore principale dello studio Sara Beros. Anche lo "stress causato dalla necessità di prendersi cura degli animali infetti mentre allo stesso tempo devono fare a meno del loro lavoro perché non partecipano alle attività della comunità" potrebbe svolgere un ruolo qui.

Comportamento di volo modificato delle formiche infette
"I parassiti hanno sviluppato strategie affascinanti per perseguire i propri interessi e, ad esempio, per riprodursi meglio", sottolinea la prof.ssa Susanne Foitzik. I tenia cercano di "influenzare le formiche in modo che aumenti la probabilità di essere mangiato da un picchio", spiega il biologo evoluzionista. Ciò è evidente anche dalle reazioni delle formiche infette a un attacco simulato di picchio. Secondo i ricercatori, gli animali malati hanno mostrato un comportamento di fuga significativamente più basso, il che aumenta la possibilità che il parassita venga mangiato da un picchio. Nel picchio, la tenia può finalmente completare il suo ciclo di vita. Delle colonie di formiche nel Lennebergwald, un'area boschiva di 700 ettari a nord-ovest di Magonza, secondo i ricercatori, circa un terzo dei nidi di tutte le formiche sono infettati dalla tenia Anomotaenia brevis e circa il 13% degli animali è infetto. I tenia hanno quindi un'influenza significativa sul comportamento sociale e sulla durata della vita dell'intera popolazione. (Fp)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: UNO SGUARDO ALLE MIE FORMICHE. Il risveglio (Agosto 2020).