Notizia

L'avvelenamento si verifica spesso nei bambini piccoli in autunno


BfR avverte dell'avvelenamento nei bambini piccoli da parti di piante
Il Federal Institute for Risk Assessment (BfR) avverte in un recente rapporto che i bambini piccoli sono particolarmente a rischio di avvelenamento a causa dell'ingestione accidentale di fiori, semi o frutti velenosi. Ciò è evidente dal numero di casi di avvelenamento riportati. Fondamentalmente, la maggior parte dell'avvelenamento nei bambini è ancora causata dall'ingestione o dal contatto con sostanze chimiche tossiche (domestiche).

Sebbene "in generale la maggior parte dei casi di avvelenamento siano dovuti alla manipolazione di prodotti chimici, circa il 10 percento dei casi è causato da piante o funghi velenosi"; segnala il BfR. La valutazione dei casi di avvelenamento dal 2011 al 2013 mostra che il rischio è particolarmente elevato in autunno. I bambini piccoli ingerirebbero parti di piante più tossiche nei mesi autunnali. I casi segnalati di avvelenamento sono riassunti nell'opuscolo "Informazioni mediche sull'avvelenamento 2011-2013".

Più di 13.000 avvelenamenti valutati
Tutti gli avvelenamenti segnalati al BfR da medici, ospedali e centri di informazione sui veleni sono stati valutati per l'attuale opuscolo. Tra il 2011 e il 2013 si sono verificati 13.225 avvelenamenti, tra cui casi esotici come "avvelenamento da Ciguatera dopo aver mangiato filetti di pesce dentice", riferisce il BfR. L'avvelenamento causato da effetti collaterali allergici dopo un tatuaggio e la manipolazione di sostanze tossiche sul posto di lavoro si trova anche nel rapporto "Informazioni mediche sull'avvelenamento". L'opuscolo include anche avvelenamento in relazione a tre delle piante da giardino più velenose: monkshood blu, tromba d'angelo e albero dei miracoli (Ricinus), riporta il BfR.

La pianta più velenosa dei monkshood blu in Europa
Secondo il BfR, il monkshood blu è la pianta più velenosa in Europa, con tutte le parti della pianta che contengono l'aconitina altamente tossica. "Circa 2-6 milligrammi di aconitina pura sono già fatali per gli adulti", riferisce il BfR. I sintomi possono comparire anche al contatto con la pelle. L'avvelenamento è relativamente comune, "perché il tubero dell'aconite è confuso con sedano o radici di rafano." Le foglie finiscono anche in insalate per mancanza di conoscenza o per confusione con prezzemolo.

Anche il contatto con la pelle può essere pericoloso
Le trombe di angelo con i loro fiori di tromba appesi apparentemente grandi sono anche relativamente spesso la causa di avvelenamento, per cui tutte le parti della pianta sono ugualmente velenose qui. "In caso di avvelenamento, i sintomi - specialmente confusione e perdita di coscienza - possono durare fino a due giorni", avverte il BfR. Inoltre, l'albero dei miracoli è una pianta da giardino particolarmente velenosa, per cui i frutti della capsula contengono semi a forma di fagiolo che vengono spesso raccolti, riporta il BfR. Tuttavia, questi semi di ricino sono altamente tossici. "Per un avvelenamento letale con la ricina, da tre a cinque semi ben masticati sono sufficienti per i bambini", continua il Federal Institute. Non solo il consumo, ma anche il contatto della pelle con i semi, specialmente con i semi trafitti - come possono essere trovati a volte sulle collane - possono scatenare gravi allergie. "Poiché il solido cappotto di semi viene trafitto qui, le tossine possono penetrare direttamente nella pelle", afferma il BfR. Tali gioielli non dovrebbero mai finire nelle mani dei bambini.

Se c'è incertezza sul fatto che una pianta velenosa sia stata consumata o ci siano stati contatti, il BfR afferma che una chiamata a uno degli otto centri tedeschi di controllo del veleno aiuterà. Inoltre, l'app BfR "Incidenti da avvelenamento nei bambini" può fornire informazioni sulle misure di primo soccorso. (Fp)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Lalimentazione giusta per il fegato (Agosto 2020).