Notizia

Evita l'olio e la crema nella cura del bambino


La pelle sana del bambino non richiede alcun additivo per la cura
Olio, panna, polvere o solo acqua calda? Molti genitori sono insicuri quando si tratta di prendersi cura del loro bambino, che si tratti di fare il bagno o prendersi cura di un pannolino dolorante. Secondo l'opinione di molti esperti, normalmente non c'è nulla da dire contro le creme occasionali. Ma una cosa troppo buona può persino danneggiare la pelle del bambino. In un'intervista con l'agenzia di stampa "dpa", gli esperti forniscono suggerimenti su ciò a cui i genitori dovrebbero prestare attenzione quando si prendono cura dei loro bambini.

Incertezza nella cura del corpo
"L'acqua del bagno è troppo calda?", "Posso già usare la schiuma per il mio bambino di 3 mesi?" "E qual è il modo migliore per curare il mal di schiena?" Domande come questa sono poste da molti nuovi genitori quando si tratta di Igiene personale della prole. Anche Nina Kruse ha vissuto questa incertezza dopo la nascita del suo primo figlio cinque mesi fa. Perché mentre aveva ricevuto aiuto dalle suore in ospedale con cose basilari come l'allattamento al seno o il cambio dei pannolini, fino a quel momento non sapeva quasi nulla di come prendersi cura di un bambino, la madre riferisce al "dpa". Pertanto, lei e suo marito avrebbero seguito principalmente le punte dell'ostetrica.

Acqua limpida invece di lavare o bagnoschiuma
Ciò ha sconsigliato ai genitori di lavare o gel doccia e invece ha raccomandato di usare solo acqua pulita. Questo è anche l'opinione del Prof. Peter Höger, capo medico dei dipartimenti di Pediatria e Dermatologia Pediatrica / Allergologia presso l'ospedale cattolico pediatrico Wilhelmstift di Amburgo. Secondo la sua raccomandazione, un bambino dovrebbe essere lavato in acqua pulita circa due volte a settimana - ma questo può anche essere arricchito con un po 'di olio da bagno per bambini se fai il bagno più frequentemente. Ma dovrebbe essere attentamente considerato qui: "Ad esempio, alcuni genitori cercano di aggiungere olio d'oliva all'acqua del bagno - ma non funziona." Perché le molecole di grasso non possono mescolarsi con l'acqua, il che significa che l'olio non ha alcun effetto.

Puoi fare a meno di creme e oli
Secondo l'esperto, le creme possono anche essere eliminate, perché "la pelle dei bambini sani e maturi non deve essere crema". Se vuoi crema, tuttavia, secondo l'ostetrica, dovresti dare un'occhiata da vicino, perché prodotti puramente a base di erbe come L'unguento alla calendula (calendula) potrebbe scatenare reazioni allergiche sulla pelle del bambino.

Molti genitori vorrebbero anche usare l'olio per la cura e il massaggio del proprio bambino, ma anche questo non è assolutamente necessario. Inoltre, i genitori dovrebbero fare attenzione quando scelgono il prodotto e ad es. non usare olio d'oliva normale. Poiché ciò potrebbe facilmente formare prodotti di ossidazione, che a loro volta possono irritare la pelle, avverte l'esperto.

Tratta la beola della testa del bambino con olio di jojoba
"Non esistono standard per la cura della pelle di neonati e bambini piccoli", afferma il prof. Peter Höger. Secondo l'esperto, normalmente anche l'acqua pulita è sufficiente per lo shampoo dei bambini. Il modo migliore per trattare un cosiddetto "bebè alla testa" è usare un agente speciale con olio di jojoba e gel. Lo gneiss alla testa è un cambiamento temporaneo della pelle nei bambini che di solito non provoca sintomi come prurito o bruciore.
Invece, è caratterizzato da squame grasse, ben aderenti e croccanti sul cuoio capelluto, che di solito sono di colore giallo latte all'inizio e quindi di colore più brunastro. Spesso, la innocua forfora deriva dal fatto che ci sono più ghiandole sebacee sul cuoio capelluto del bambino che negli adulti, spiega il Prof. Höger. "Inoltre, le ghiandole sebacee sono stimolate dagli ormoni materni durante la gravidanza e l'allattamento."

L'area del pannolino deve essere pulita quotidianamente
L'incertezza è spesso presente anche nella cura del sedere, che è rapidamente dolorante dal pannolino in molti bambini. "Finché i bambini indossano ancora un pannolino, la pulizia e la cura della pelle sono in primo piano nella regione del pannolino", spiega Heike Behrbohm della German Skin and Allergy Aid (DAH) all'agenzia di stampa. Di conseguenza, l'area del pannolino deve essere pulita ogni giorno, il che è particolarmente utile per i bambini molto piccoli, ad es. i tamponi di cotone umido sono adatti.
Anche se i punti rossi doloranti nella zona del pannolino sono molto comuni, i genitori dovrebbero prendere sul serio l'irritazione della pelle. Perché questi possono rapidamente svilupparsi in un'eruzione infiammatoria su larga scala, che è nota in termini tecnici come dermatite da pannolino. Se la pelle del bambino rimane irritata e / o sanguina per diversi giorni, consultare il pediatra. Ciò può determinare la causa esatta dei sintomi e anche differenziare l'eruzione da pannolino da un'allergia o una psoriasi.

Desquamazione della pelle passando all'aria secca
In generale, è generalmente normale che la pelle del bambino mostri spesso arrossamenti e squame nelle prime settimane. Perché la "copertura protettiva" naturale deve abituarsi al fatto che improvvisamente non è più circondata da liquido amniotico, ma è invece circondata da aria relativamente secca. Per questo motivo, molti bambini iniziano a sviluppare il ridimensionamento pochi giorni dopo la nascita: "Questo è normale e dura circa 4-6 settimane", afferma Höger.

Per prendersi cura della pelle irritata di sua figlia, Nina Kruse, su raccomandazione della sua ostetrica, ha usato un batuffolo di cotone imbevuto di latte materno, che ha posizionato sulle aree interessate. Creme anche la delicata pelle del viso del bambino, soprattutto dopo il bagno, perché è particolarmente secca. Nel frattempo, tuttavia, non ha più bisogno delle punte della sua ostetrica, ma si fida invece del suo intuito, dice Kruse. (No)

Informazioni sull'autore e sulla fonte

Video: Prodotti Specifici per Dermatite Atopica - Farmaface (Agosto 2020).