Notizia

Foodwatch: rischio di cancro da olio minerale negli alimenti


I sostenitori dei consumatori trovano tracce di oli minerali aromatici in molti alimenti
Secondo uno studio dell'organizzazione dei consumatori foodwatch, tracce di olio minerale pericoloso per la salute si trovano spesso in pasta, riso, cornflakes e altri alimenti. Un'ampia analisi di laboratorio ha mostrato che 9 prodotti su 42 testati erano contaminati con oli minerali aromatici. Si sospetta che siano cancerogeni e genotossici: ecco perché Foodwatch sta inviando un'e-mail al commissario europeo per la salute Vytenis Andriukaitis per fornire una migliore protezione.

Oltre il 40 percento dei prodotti di prova sono contaminati
Secondo l'associazione berlinese "foodwatch", molti alimenti sono apparentemente contaminati da residui di olio minerale pericolosi per la salute. Ciò ha portato a un'analisi di laboratorio approfondita, in cui sono stati esaminati un totale di 120 prodotti provenienti da Germania, Francia e Paesi Bassi confezionati in scatole. I ricercatori hanno scoperto nel 43 percento degli alimenti i cosiddetti "oli minerali aromatici" (idrocarburi aromatici dell'olio minerale, in breve: MOAH), che potrebbero essere cancerogeni e genotossici. Nella sola Germania, ogni quinto alimento testato (9 su 42 prodotti) è stato contaminato. Questi includono ad es. i fiocchi di mais di Kellogg, il riso a grani lunghi di reis-fit e la semola di grano tenero biologico di Rewe, secondo il rapporto dell'organizzazione dei consumatori.

"Per quanto ecologico sia il riciclaggio della carta straccia, può rappresentare un vero rischio per la salute quanto il confezionamento degli alimenti", ha dichiarato Luise Molling di Foodwatch all'agenzia di stampa "dpa".

I sostenitori dei consumatori chiedono barriere e limiti funzionali
La contaminazione verrebbe principalmente dagli imballaggi realizzati con carta straccia. Questo perché gli oli minerali degli inchiostri da stampa e altre sostanze pericolose come ad es. Foodwatch spiega che i plastificanti possono essere trasferiti negli alimenti. Di conseguenza, l'UE deve avere "barriere funzionali" come Prescrivere sacchetti o rivestimenti interni per imballaggi di carta al fine di prevenire la contaminazione degli alimenti, secondo la richiesta dell'associazione.

Inoltre, è necessario impostare valori limite rigorosi, per cui una tolleranza zero deve essere applicata agli oli minerali aromatici (MOAH). Questo è l'unico modo per garantire che altre fonti (come le macchine di produzione) non possano introdurre quantità dannose di olio nel cibo. Secondo gli esperti, non è possibile definire da quale quantità di sostanze cancerogene sia pericoloso per la salute.

Di conseguenza, secondo l'Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA), l'assunzione di MOAH da parte degli alimenti è generalmente considerata preoccupante. Ciò è confermato anche dall'Istituto federale tedesco per la valutazione dei rischi (BfR): "Pertanto, non dovrebbe esserci alcuna transizione rilevabile dal MOAH al cibo".

Stiftung Warentest rileva l'olio minerale nei calendari dell'avvento dei bambini
Già nel 2012, il tema della "contaminazione di oli minerali negli alimenti" aveva ricevuto molta attenzione da parte del pubblico attraverso un'indagine della Stiftung Warentest. A quel tempo, i tester trovarono residui di oli minerali e sostanze simili nel cioccolato di 24 calendari dell'avvento per bambini, nove dei quali contenevano persino oli minerali aromatici particolarmente critici. Un progetto di ricerca per conto del governo federale aveva precedentemente concluso che le sostanze discutibili in alcuni casi passano dalla carta straccia al cibo e che pertanto sono necessarie barriere. Ma "i consumatori hanno finora aspettato invano adeguate norme statutarie che tutelano invano la loro salute", hanno criticato i sostenitori dei consumatori. (No)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Green Has Italia - video istituzionale (Agosto 2020).