Notizia

Rapporto dell'OMS: troppe vittime della tubercolosi


Rapporto dell'OMS: ancora troppe vittime della tubercolosi
Nonostante il declino delle infezioni, 1,5 milioni di persone muoiono ancora di tubercolosi
Il numero di casi di tubercolosi in tutto il mondo è in calo da anni. Tuttavia, 1,5 milioni di persone muoiono ancora ogni anno a causa della pericolosa malattia infettiva, che colpisce principalmente i polmoni. Tuttavia, secondo la World Population Foundation, la maggior parte dei decessi sarebbe evitabile se fossero investiti più soldi nella ricerca e nello sviluppo medico.

Il numero di malattie scende a 9,6 milioni
La lotta contro la tubercolosi cronica infettiva (TB) sta progredendo in tutto il mondo. Secondo l'attuale rapporto globale sulla tubercolosi dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS), il numero di malattie è diminuito del 42% dal 1990 al 2014 a 9,6 milioni e quello delle morti del 47% a 1,5 milioni. Diagnosi e opzioni terapeutiche efficaci avrebbero potuto salvare un totale di 43 milioni di vite dal 2000.

"Il rapporto mostra che il controllo della tubercolosi ha avuto un impatto enorme sul salvataggio di vite e sulla guarigione dei pazienti", ha affermato il direttore generale dell'OMS Margaret Chan. "Questi progressi sono incoraggianti, ma se il mondo vuole porre fine a questa epidemia, i servizi devono essere ampliati e gli investimenti fatti nella ricerca", ha affermato Margaret Chan.

Oltre all'AIDS, la malattia infettiva più mortale al mondo
Secondo l'OMS, nel 2014 sono state registrate più infezioni rispetto agli anni precedenti, ma ciò non era dovuto a gravi focolai di tubercolosi. Invece, questi numeri rifletterebbero un aumento e un miglioramento delle statistiche nazionali e della ricerca approfondita, secondo il rapporto dell'OMS. In base a ciò, oltre la metà dei casi di tubercolosi in tutto il mondo (54%) sono stati registrati in Cina, India, Indonesia, Nigeria e Pakistan.

Nonostante i numeri complessivamente in calo, la tubercolosi continua a competere
L'AIDS è la malattia infettiva più mortale del mondo, riferisce la World Population Foundation. La maggior parte delle morti è evitabile, "[...] se si investe di più nella ricerca e nello sviluppo di vaccini efficaci, tecniche diagnostiche e medicinali migliorati", ha affermato il direttore generale della Foundation for World Population, Renate Bähr. Secondo l'OMS, sono necessari otto miliardi di dollari all'anno per combattere la tubercolosi, di cui i paesi in via di sviluppo ed emergenti attualmente rendono disponibile la "quota da leone" di 5,8 miliardi di dollari, continua Bähr.

Mancano 1,4 miliardi di dollari per finanziare adeguatamente il controllo delle malattie
I donatori internazionali, d'altro canto, pagherebbero solo $ 800 milioni, il che significherebbe che mancherebbero circa $ 1,4 miliardi all'anno per finanziare adeguatamente il controllo delle malattie. Secondo l'amministratore delegato Bähr, la Germania dovrebbe "[...] sostenere la sua responsabilità internazionale e fornire significativamente più fondi per rafforzare i sistemi sanitari nei paesi in via di sviluppo." Il Fondo globale per la lotta contro AIDS, tubercolosi e malaria (GFATM) svolge qui un ruolo importante . È stato lanciato nel 2001 dall'Assemblea generale delle Nazioni Unite ed è considerato uno degli strumenti più importanti per combattere le tre malattie. Operando in oltre 140 paesi in tutto il mondo, il GFATM finanzia programmi nazionali incentrati sulla collaborazione con governi, società civile, settore privato e persone colpite.

"Chiedo quindi al governo federale di aumentare i fondi per il successo del lavoro del Fondo globale ad almeno 400 milioni di euro all'anno in vista del potere economico tedesco", ha affermato Renate Bähr. (No)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: The PHENOMENON BRUNO GROENING documentary film PART 3 (Agosto 2020).