Notizia

Burro o margarina: la preferenza dipende principalmente dalla madre


Studio sulla "droga della psiche"
Burro o margarina? Ciò che mettiamo sul nostro pane può dire di più su di noi di quanto pensiamo. Almeno questo è il risultato di un recente studio dell'Istituto di ricerche di mercato di Colonia "Rheingold". La preferenza per un certo grasso spalmabile sarebbe quindi modellata durante l'infanzia. Le persone che si sentono strettamente legate alla madre sono quindi spesso amanti del burro, mentre i fan della margarina spesso vogliono staccarsi dai legami della madre, secondo l'istituto.

I ricercatori di mercato conducono colloqui psicologici approfonditi con 48 soggetti
Quale grasso diffuso utilizziamo per il nostro panino ovviamente non dipende principalmente dal gusto personale o dalle raccomandazioni mediche. Invece, la scelta è principalmente influenzata da nostra madre o nostra nonna, riferisce l'Istituto Rheingold. Perché oltre alla tua biografia, il rapporto con la madre inconsciamente gioca un ruolo centrale nella decisione tra burro o margarina.

I ricercatori di mercato dell'Istituto di Colonia sono giunti a questa conclusione attraverso uno studio di profondità e psicologia per la società Arla Kaergarden. In sei sessioni di gruppo con un totale di 48 soggetti, è stato esaminato il funzionamento del "grasso della psiche". I ricercatori hanno scoperto che i consumatori sono quasi sempre chiaramente da una parte, con gli amanti del burro (51% in totale) che sono leggermente più fortemente rappresentati dei fan della margarina (34%).

Il burro incarna un quadro familiare quasi ideale
È stato dimostrato che gli amanti del burro avevano spesso stretti legami familiari e che il rapporto con la madre era sentito molto stretto. In altri casi, mancava una "figura materna" vicina e centrale, motivo per cui la nonna spesso agiva come un modello familiare "idealizzato". "Il burro incarna la cura amorevole e un quadro familiare quasi ideale", afferma il rapporto. Di conseguenza, questo grasso rappresenta "la migliore qualità e il prodotto più desiderabile" per gli appassionati di burro, il che dimostra anche "Guarda, l'ho fatto, il mio obiettivo è stato raggiunto, posso permettermelo", spiegano i ricercatori.

Coloro che preferiscono la margarina, d'altra parte, si "ribellano" contro l '"ideale burro" e una relazione madre troppo stretta. "La margarina ti aiuta ad andare per la tua strada, a liberarti da ciò che consideri ideali obsoleti e crostosi", scrivono i ricercatori di Rheingold. Poiché la margarina è più facile e più pratica da maneggiare rispetto al burro, aiuta a "allentare" i legami della madre che sono troppo stretti. Di conseguenza, il 48% delle donne che preferisce mangiare la margarina oggi ha una "madre del burro" il cui comportamento di attaccamento è ritenuto troppo stretto, dice il messaggio. (No)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Il burro fa male? (Agosto 2020).