Notizia

Dolore: quando aiuta il calore, quando aiuta il freddo?


Mantieni le articolazioni doloranti calde, fresche nel dolore acuto
Il dolore è una sensazione spiacevole che, acuta o cronica, limita fortemente la qualità della vita delle persone colpite. Come le forme più naturali di sollievo dal dolore, molti usano il caldo o il freddo prima di assumere antidolorifici. Nel caso di dolore acuto, cioè improvviso, come lesioni a legamenti, muscoli o dolore alla ferita dopo l'intervento chirurgico, il freddo spesso aiuta con il sollievo. Nel caso di sintomi cronici, cioè permanenti, tuttavia, il calore è più sensibile. Soprattutto con alcune malattie croniche associate al dolore, i trattamenti termici, ad esempio il radon, sono spesso l'unico modo per combattere il dolore. Gli antidolorifici spesso aiutano solo in misura limitata a fibromialgia, reumatismi o dolore ai nervi.

"Le applicazioni di refrigerazione riducono l'attività delle sostanze infiammatorie di messaggero", spiega l'internista Univ.-Doz. Dr. Bertram HölzI, direttore scientifico della Heilstollen di Gastein. "In molti casi, questo allevia il dolore acuto, soprattutto quando si tratta di lesioni sportive o dolore causato dall'infiammazione." In particolare vengono utilizzati impacchi di ghiaccio, impacchi freddi o spray freddi. Tuttavia, le applicazioni non dovrebbero durare più di cinque minuti. Anche per alcuni reumatici, il freddo agisce contro dolori articolari dolorosi e infiammatori. Tuttavia, il trattamento deve essere discusso con il medico, poiché brevi stimoli freddi possono anche causare calore reattivo nelle articolazioni. Molti hanno familiarità con questo fenomeno quando si formano le palle di neve a mani nude. Fa freddo per un breve momento, poi le mani diventano spesso calde e rosse. Ciò aumenterebbe l'infiammazione.

La maggior parte dei reumatici, tuttavia, beneficia di trattamenti termici. Allevia il dolore e la rigidità promuovendo la circolazione sanguigna. Molti pazienti sanno per esperienza che anche i muscoli affetti da reumatismi si rilassano. Nelle temperature estive, di solito hanno meno dolore rispetto all'inverno ghiacciato. I trattamenti termici con torba, fango o impacchi di fango di solito hanno un effetto sulle aree interessate per circa 20 minuti. I medici offrono anche terapie a infrarossi, ultrasuoni o radiofrequenze. Se il calore fa bene, di solito beneficiate anche di una cura in tunnel termici caldi. Ci sono temperature di oltre 37,5 gradi e umidità elevata fino al 100 percento. Nella cosiddetta terapia del calore con radon, anche piccole quantità di radon fuoriescono dalla roccia. “Il radon di medicina naturale stimola la riparazione cellulare del corpo e riduce l'attività dei messaggeri del dolore. Meno sono attivi, meno i pazienti percepiscono dolore ", afferma il dott. Hölzl l'effetto.

"Il sollievo dal dolore e la completa libertà dai sintomi persistono fino a nove mesi." Soprattutto i pazienti con malattie reumatiche infiammatorie come spondilite anchilosante, poliartrite, artrite psoriasica o fibromilagia e i pazienti con disturbi muscoloscheletrici cronici ottengono effetti particolarmente buoni con la terapia del calore con radon . Le compagnie di assicurazione sanitaria spesso coprono i costi della terapia. (Pm)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Quando è corretto utilizzare il caldo o il freddo per i dolori muscolari e articolari (Agosto 2020).