Notizia

Lo studio dimostra l'effetto negativo dell'ora legale


Il cambiamento di tempo per le persone è persino più resistente del previsto
Tre giorni fa, l'ora era arretrata di un'ora. Ora il "periodo invernale" si applica fino al 27 marzo 2016, in cui è chiaro la mattina presto, ma piuttosto buio la sera. Il cambiamento è difficile per molte persone, spesso ci vogliono settimane perché il corpo si abitui al nuovo ritmo. Un recente studio dell'Ufficio per la valutazione tecnologica mostra ora le conseguenze negative del cambio di tempo.

Problemi di salute dovuti a cambiamenti nel ritmo sonno-veglia
Grave stanchezza, disturbi del sonno, mal di testa, irritabilità o difficoltà di concentrazione: molte persone soffrono di disturbi fisici e psicologici nei primi giorni dopo il cambio di orario. Ora, l'ampio rapporto "Balance of Daylight Saving Time" dell'Ufficio per la valutazione della tecnologia ha dimostrato che girare l'orologio avanti e indietro ha ovviamente un impatto maggiore sulle persone di quanto si pensasse in precedenza.

Come riporta "Rheinische Post", il rapporto non ancora pubblicato per il comitato di ricerca del Bundestag mostrerebbe che lo stesso bioritmo umano "solo in modo incompleto o per niente" quattro settimane dopo il cambiamento.

Il picco di rilascio di cortisolo viene posticipato in estate
L'effetto dell'ormone dello stress "cortisolo" non dipende dal tempo cambiato, ma dall'alba. Misurazioni a lungo termine hanno dimostrato che "il picco di rilascio di cortisolo nei mesi estivi è posposto di un'ora". Di conseguenza, il corpo viene attivato nella stessa posizione del sole - sebbene durante i mesi estivi dorma meno un'ora, il rapporto continua.

Inoltre, gli esperti non sono riusciti a trovare alcuna prova dei risparmi inizialmente previsti nel settore energetico. L'ora legale è stata introdotta nel 1980 per sfruttare meglio la luce del giorno dopo la crisi petrolifera del 1973 e quindi risparmiare energia. Invece, tuttavia, è stata raggiunta solo una riduzione inferiore allo 0,03 percento del consumo finale di energia di un paese, continua il giornale. Anche gli effetti sul riscaldamento della stanza sono "molto bassi" con valori compresi tra 0,2% e 0,2%.

"Una decisione i cui benefici sono a malapena misurabili e che ha un impatto negativo sulla vita delle persone dovrebbe essere corretta", ha detto a RP Uwe Schummer, vicepresidente del gruppo di lavoratori della CDU / CSU nel Bundestag. (No)

Informazioni sull'autore e sulla fonte

Video: Il sistema endocrino-riproduttivo e COVID-19 (Agosto 2020).