Notizia

Il bambino ha subito un infarto: i medici hanno salvato il bambino con un intervento chirurgico di bypass


Attacco cardiaco: i medici salvano il bambino attraverso un intervento chirurgico di bypass
Gli specialisti del German Heart Center di Monaco hanno realizzato una brillante prestazione medica. I medici hanno salvato la vita al piccolo Maxim in una complicata operazione di bypass che finora è stata rara in tutto il mondo. Il ragazzo aveva subito un grave infarto all'età di tre mesi e avrebbe dovuto vivere solo circa sei mesi senza l'intervento. Ora il bambino è stato in grado di festeggiare il suo primo compleanno con la sua famiglia.

Primo infarto poco dopo la nascita
All'età di tre mesi, Maxim, che aveva solo tre mesi, soffrì di un grave infarto, il secondo della sua precedente breve vita. Ma uno speciale intervento di bypass ha salvato la vita del ragazzo dai medici del German Heart Center di Monaco. L'intervento è considerato estremamente difficile ed è stato eseguito raramente fino ad allora.

“Pertanto, non c'è quasi alcun valore empirico e quasi nessuna letteratura. Ma dovevamo solo provare. Altrimenti Maxim non sarebbe sopravvissuto. Siamo tutti più felici di averlo fatto ora ", ha detto il capo medico professor Rüdiger Lange, secondo l'emittente" Radio Arabella ". Secondo il professor Rüdiger Lange, il ragazzo sarebbe probabilmente morto dopo circa sei mesi senza l'intervento, perché la sua funzione cardiaca era solo del dieci percento.

L'arteria coronaria sinistra deriva erroneamente dall'arteria polmonare
Il ragazzo è nato in Russia con un raro difetto cardiaco e ha subito un intervento chirurgico poco dopo la nascita a causa di un primo infarto. Ma le sue condizioni rimasero pessime, perché si scoprì che la sua arteria coronaria sinistra non derivava dall'arteria principale, ma dall'arteria polmonare. Tuttavia, poiché il sangue povero di ossigeno scorre qui, il muscolo cardiaco sinistro non ha ricevuto abbastanza ossigeno. Un terzo attacco cardiaco si verificò quindi tre mesi dopo il primo intervento e il ragazzo sopravvisse solo grazie alla rapida rianimazione di suo padre.

"Grazie a Dio l'abbiamo trovato in tempo questa mattina e mio marito è stato in grado di rianimarlo", riferisce la madre 29enne Ekatherina P. I genitori hanno cercato aiuto in tre rinomati centri cardiaci in Germania. Tuttavia, poiché l'operazione richiesta è estremamente complicata, è stato difficile trovare qualcuno che abbia osato eseguirla. Alla fine sono entrati in contatto con il professor Rüdiger Lange, che ha accettato di fare il passo. Una grande sfida perché “il cuore di un bambino ha solo le dimensioni di una noce. Le arterie coronarie sono minuscole. L'arteria della parete toracica interna, che abbiamo cucito sull'arteria coronaria sinistra come un bypass, ha un diametro totale di soli 0,8 millimetri ”, spiega Lange.

Materiali di sutura sottili come un capello
Attraverso un intervento chirurgico di bypass di sei ore, i medici sono stati in grado di ripristinare l'afflusso di sangue al muscolo cardiaco e salvare così la vita del bambino di undici mesi. A tale scopo, hanno utilizzato aghi e fili corrispondenti al piccolo paziente e, a 0,05 millimetri, corrispondono allo spessore di un capello umano. Dopo l'operazione, il ragazzo doveva essere messo in coma artificiale per la rigenerazione per dieci giorni, secondo il rapporto della stazione radio.

“Fino a quando il suo cuore piccolo e gravemente indebolito non fosse guarito, abbiamo dovuto collegarlo temporaneamente a un cuore artificiale. Queste sono state fasi molto critiche. […] Ma ora il nostro piccolo paziente è finalmente in via di guarigione. Ne siamo molto felici ", ha detto il medico capo Lange. (No)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Angioplastica coronarica (Agosto 2020).