Notizia

Successi nella lotta contro la fame nel mondo


Il numero di persone che muoiono di fame in tutto il mondo è diminuito in modo significativo
Dall'inizio del nuovo millennio, il numero di persone che muoiono di fame in tutto il mondo è diminuito in modo significativo. Nonostante il miglioramento della situazione, è troppo presto per dare il via libera. Secondo gli esperti, la situazione è ancora grave in circa un quarto di tutti i paesi.

La proporzione di malnutriti è diminuita
Nei primi 15 anni di questo millennio, il numero di persone che muoiono di fame in tutto il mondo è diminuito in modo significativo. Secondo il rapporto dell'International Research Institute for Food and Development Policy, il "World Hunger Index 2015" (GHI), il numero è ancora insopportabilmente alto a 795 milioni di persone denutrite. Dal 2000, la percentuale di persone denutrite nella popolazione mondiale è scesa dal 18,5 per cento al 13,1 per cento. La situazione della fame nel mondo rimane "grave".

Ritardo della crescita nei bambini
Nel presente rapporto, l'indicatore "sottopeso nei bambini" precedentemente utilizzato è stato sostituito dai componenti "ritardo della crescita nei bambini" e "spreco nei bambini". La malnutrizione e la malnutrizione nei bambini causano milioni di morti ogni anno, come hanno dimostrato gli studi. Secondo l'attuale indice, i ritardi di crescita della fame nei bambini sono diminuiti dal 37,5 al 28,2 per cento. Di conseguenza, il tasso di mortalità tra i bambini di età inferiore ai cinque anni è sceso dall'8,2 al 4,9 per cento. Dall'inizio del 21 ° secolo, 600.000 persone sono morte di fame. Questa cifra è "ancora inquietante, ma storicamente bassa". Tra le altre cose, "l'introduzione di standard internazionali sui diritti umani e il progresso della globalizzazione sono alcuni dei fattori chiave che potrebbero porre fine alla fame una volta per tutte", afferma il rapporto.

Seriamente in ogni quarto paese
Secondo lo studio a lungo termine, la situazione è notevolmente migliorata, in particolare in Sud America, Asia ed Europa orientale. Ma in 52 paesi, e quindi in ogni quarto paese del mondo, la situazione rimane "seria" o "molto seria". Il continente africano in particolare continua a essere colpito dalla carestia. La situazione è peggiore in Ciad, Zambia e Repubblica Centrafricana. Un totale di 17 paesi in tutto il mondo hanno migliorato la loro situazione del 50 percento o più rispetto al 2000. Secondo zeit.de, le dieci nazioni in cui la fame è diminuita maggiormente sono Azerbaigian, Bosnia ed Erzegovina, Brasile, Kirghizistan, Croazia, Lettonia, Mongolia, Perù, Ucraina e Venezuela. Gli esperti non sono stati in grado di dire nulla su alcuni paesi a causa della mancanza di dati. Questi includono Burundi, Repubblica Democratica del Congo, Eritrea, Comore, Somalia, Sudan e Sud Sudan. Quindi paesi in cui si può ipotizzare una diffusa malnutrizione. (anno Domini)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Il cibo sostenibile contro la fame nel mondo (Agosto 2020).