Notizia

Protezione contro le malattie infettive: lavarsi le mani correttamente e abbastanza a lungo


Regole di igiene: perché il lavaggio delle mani è così importante
In realtà, impari a lavarti le mani regolarmente da bambino, ma trascuri ancora molte persone, soprattutto uomini. Secondo gli esperti sanitari, il lavaggio delle mani è la regola igienica più importante. Se lo fai nel modo giusto, puoi proteggerti da numerose malattie.

Lavarsi le mani è una cosa ovvia
"Ma lavati le mani in anticipo": anche in giovane età, ai bambini viene insegnato a lavarsi le mani prima di mangiare o dopo aver giocato. Molte persone smettono di pensarci in età adulta e pensano che sia una cosa ovvia. Ma alcuni sono ancora un po 'incuranti, soprattutto uomini. In occasione della Giornata internazionale del lavaggio delle mani, gli esperti di salute sottolineano l'importanza del lavaggio delle mani.

Protezione contro le malattie infettive
Secondo le stime dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS), fino all'80 percento di tutte le malattie infettive viene trasmesso attraverso le mani. Secondo gli esperti medici, il rischio di sviluppare infezioni gastrointestinali, diarrea, influenza o raffreddore può essere significativamente ridotto lavandosi le mani correttamente. Tuttavia, è spesso trascurato, soprattutto dagli uomini, come ha mostrato un sondaggio del Federal Center for Health Education (BZgA). Di conseguenza, le donne hanno riferito "significativamente più spesso" degli uomini di lavarsi le mani, riferisce l'agenzia di stampa Dpa. Secondo il BZgA, studi osservativi della London School of Hygiene & Tropical Medicine lo dimostrano con circa 250.000 visitatori nei servizi igienici del bagno. Si è scoperto che nemmeno ogni terzo uomo usa acqua e sapone lì, ma il 64 percento delle donne lo fa.

Mezzo minuto è abbastanza
Secondo gli esperti, occorrerebbero dai 20 ai 30 secondi per far scomparire i germi in modo affidabile. Tuttavia, pochissime persone si attengono a questo: un sondaggio BZgA nel 2013 ha mostrato che solo il 38 percento dei tedeschi resiste per 20 secondi. Al fine di mantenere il tempo, si potrebbe seguire un consiglio che l'organizzazione di aiuto per bambini Unicef ​​ha dato una volta: Cantare Happy Birthday due volte di seguito mentre lavarsi le mani. Questo è il momento ottimale per rimuovere i batteri e i virus più pericolosi. Ma l'acqua da sola non è abbastanza. Andrea Rückle, consulente BZgA per la protezione dalle infezioni, ha spiegato: “Molte persone tengono le mani solo brevemente sotto l'acqua corrente. Ma questo non fa molto. ”Non deve necessariamente essere un sapone antibatterico speciale. Secondo studi scientifici, queste mani libere da batteri non possono essere raggiunte. Per inciso, i pollici vengono spesso dimenticati durante il lavaggio.

Ci sono più germi nel lavandino che sul sedile del water
"Il fattore decisivo non è la frequenza assoluta del lavaggio delle mani, ma l'occasione", afferma Rückle. Ad esempio dopo essere andato in bagno, prima e dopo aver mangiato, dopo il contatto con gli animali - e quando torni a casa. E anche dopo aver starnutito o tossito nelle mani. Secondo Ernst Tabori del Centro di consulenza tedesco per l'igiene, sulla nostra pelle ci sono 100 germi per centimetro quadrato. Ha detto: "Non è il numero, ma il tipo di germe che determina se ci ammaliamo". Quei patogeni che potrebbero causare malattie sono pericolosi. L'hotspot per le infezioni, tuttavia, è la cucina e non il bagno. Secondo lo specialista, ci sono fino a 300 germi per centimetro quadrato sul sedile del water. Ce ne sono circa 30.000 nel lavandino. Tuttavia, alcune fonti di germi distruggono rapidamente anche il lavaggio più accurato delle mani: ad esempio la maniglia della porta del bagno. "Ed è allora che il predecessore non si è lavato le mani", afferma Rückle. Il pulsante di scarico del water può anche essere una fonte di agenti patogeni, ad esempio se qualcun altro ha un'infezione gastrointestinale.

Segnali di informazione per gli uomini
Al fine di aumentare la consapevolezza di una migliore igiene, i segni possono essere utili - almeno per gli uomini. Come riportato da Dpa, alcuni anni fa alcuni ricercatori di un'università degli Stati Uniti hanno messo segni sul water degli uomini che dicevano: "Quattro uomini su cinque si lavano le mani". Il numero di lavamani è passato dal 77 all'86 percento. Questo è ciò che gli scienziati hanno riportato sulla rivista "Human Communication Research". La Giornata internazionale del lavaggio delle mani, avviata dall'OMS il 15 ottobre, è stata celebrata per la prima volta nel 2008. Il giorno dell'azione viene celebrato ogni anno da centinaia di milioni di persone in tutto il mondo. (Ag)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: HABILITA - Come lavarsi le mani (Agosto 2020).