Notizia

Semi di cumino: la pianta medicinale 2016 allevia lo stomaco gonfio e il mal di stomaco


Il cumino può fare più di quanto la maggior parte della gente pensi
Il cumino è noto a molti solo come spezia per cibo e dolci. Ma il cumino non solo rende il pane e il cavolo più digeribili. Questa spezia può fare molto di più. Il cumino è una delle piante medicinali più antiche d'Europa. La pianta fu utilizzata già nel periodo neolitico (intorno al 3000 a.C.). Gli archeologi hanno trovato tracce nei resti degli insediamenti di questo periodo. I nostri antenati usano anche semi di cumino come pianta medicinale.

Il cumino è di gran lunga il rimedio a base di erbe più efficace per flatulenza e crampi nell'area gastrointestinale. La pianta ha anche un effetto curativo scientificamente riconosciuto. L'olio di cumino, ad esempio, può alleviare i crampi allo stomaco e prevenire l'indigestione. Il cumino è ora stato votato come pianta medicinale dell'anno 2016.

Semi di cumino come spezia
Il cumino è una delle spezie più antiche della nostra cultura. Tuttavia, ci sono molte persone a cui non piace assolutamente il gusto dei semi di cumino. La ragione potrebbe essere che i semi di cumino hanno un aroma molto intenso. La spezia deve sempre essere preparata correttamente, si consiglia di macinare il cumino il più piccolo possibile. Ciò conferisce ai piatti un sapore particolarmente delicato. Il cumino è considerato un aiuto per la digestione, motivo per cui soprattutto i piatti digeribili o gonfiori vengono preparati con cumino. Il cumino, tuttavia, ha altri benefici per la salute.

Semi di cumino come medicina
Esistono molti usi diversi per i semi di cumino. I semi di cumino e gli oli essenziali sono ricchi di flavonoidi. Questi hanno un effetto antiossidante. I flavonoidi proteggono il nostro corpo dai radicali liberi e dai loro effetti dannosi sulle nostre cellule. L'olio di cumino è in grado di contenere l'infiammazione. L'olio inibisce l'attività di enzimi speciali. Questa cosiddetta "mieloperossidasi" può scatenare un'infiammazione nel nostro corpo. L'olio di cumino può anche proteggere dal cancro del colon. Uno studio del 2011 ha dimostrato che la somministrazione dell'olio di cumino ha comportato un numero significativamente inferiore di ghiandole anormali nella mucosa intestinale. Questi sono considerati lo stadio preliminare dei polipi e del cancro del colon. Il cumino è anche usato in naturopatia per mal di denti, mal di testa da tensione ed emicrania. L'olio può essere applicato esternamente. Durante i massaggi con olio di cumino, i principi attivi vengono assorbiti direttamente attraverso la pelle. Va notato che la tintura deve essere miscelata, ad esempio, con olio d'oliva. Anche i semi di cumino come additivo per il bagno hanno un effetto rinfrescante e tonificante. Si dice che i cereali da masticare della pianta prevengano l'alitosi.

Ulteriori studi sulle proprietà curative dei semi di cumino
Inoltre, il cumino ha dimostrato di aiutare con l'ipertensione. Altri studi hanno dimostrato che la pianta ha proprietà diuretiche. Dato il gran numero di effetti positivi sulla nostra salute, è giustificato che il vero cumino (Carum carvi) è stato ora scelto come pianta medicinale dell'anno 2016. L'Università di Würzburg sceglie ogni anno una pianta riconosciuta diversa con proprietà curative. Il cumino è una delle umbellifere (Apiaceae) ed è molto diffuso in Europa.

Uso di semi di cumino
Con i semi di cumino, tuttavia, va notato che l'olio di cumino concentrato non deve essere usato durante l'allattamento o la gravidanza. In dosi elevate per un lungo periodo di tempo, l'olio di cumino può anche danneggiare il fegato e i reni. Fondamentalmente, il cumino non dovrebbe essere raccolto da solo. Perché i frutti della pianta sembrano molto simili ai frutti velenosi della cicuta. Le persone con asma non dovrebbero inalare gli olii essenziali dai semi di cumino poiché questo può scatenare un attacco d'asma. (come)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: INDICE GLICEMICO: per perdere peso e aumentare lenergia. 4 trucchi dal metodo Biotipi Oberhammer (Agosto 2020).