Notizia

AOK: lo scandalo del disco intervertebrale colpisce metà dell'Europa


La società britannica ha fornito protesi difettose per anni
Apparentemente 48 pazienti sono stati impiantati con protesi del disco intervertebrale difettose all'ospedale di Leer. L'AOK ora avverte che potrebbero seguire altri casi e che è imminente uno scandalo a livello europeo. Di conseguenza, la compagnia di assicurazione sanitaria secondo un rapporto del "NDR", il produttore britannico Ranier Technology Ltd. ha chiesto di pubblicare le liste di consegna degli anni precedenti. La ditta ormai insolvente aveva consegnato le protesi difettose per anni, 20 pazienti dovevano essere nuovamente operati.

Rischio di "migrazione" della protesi
Dalla fine del 2010 all'inizio del 2014, 48 pazienti della Leer Clinic apparentemente hanno ricevuto una protesi del disco intervertebrale difettosa che, secondo il produttore, non ha prodotto le "prestazioni attese". Invece, c'è una "migrazione" della protesi in quasi il 18 percento dei casi, il che rende necessaria una nuova operazione del paziente, ha annunciato la clinica in un comunicato stampa. In base a ciò, la società Ranier "ha pubblicato un avviso di sicurezza urgente per la protesi del disco intervertebrale" Cadisc-L "in febbraio e aprile 2014", che, tuttavia, "contrariamente all'obbligo, è stato reso noto alla clinica solo nel secondo trimestre del 2015", ha continuato la clinica.

11.000 protesi di disco intervertebrale trapiantate dal produttore britannico
Tuttavia, le protesi difettose apparentemente non riguardano solo il vuoto. Invece, secondo la clinica, la compagnia di assicurazione sanitaria commerciale di Hannover presume che sui pazienti siano stati utilizzati oltre 11.000 protesi di dischi intervertebrali della società interessata. L'AOK ritiene che lo scandalo potrebbe persino diffondersi in tutta Europa. Come riporta il "rapporto di mancato recapito", la compagnia di assicurazione sanitaria ha già scritto al produttore britannico Ranier e ha richiesto gli elenchi di consegna degli ultimi anni per essere in grado di stimare quanti pazienti sono effettivamente colpiti.

Apparentemente Ranier aveva consegnato impianti difettosi alle cliniche in Europa per anni, ma ora la società ha presentato istanza di fallimento la scorsa settimana, ha dichiarato il rapporto di mancato recapito, citando l'Ostfriesen-Zeitung. 20 pazienti hanno già dovuto sottoporsi a un'altra operazione a Leer a causa di una protesi scivolata - ma anche gli altri interessati dovrebbero sottoporsi a un controllo dopo il controllo.

Avvertenze sui propri prodotti dal 2010
L'ospedale ha scritto a oltre 100 pazienti che avevano ricevuto una protesi dalla società e ha chiesto loro di sottoporsi a un controllo medico ogni sei mesi. I pazienti che hanno già subito un intervento chirurgico hanno già contattato i loro assicuratori sanitari con richieste di risarcimento per dolore e sofferenza, continua il rapporto di mancato recapito. Alcune delle persone colpite sono supportate dall'avvocato Leeraner Burkhardt Remmers, che, oltre alle cause legali contro il produttore, esamina anche quelle contro Klinikum Leer. Perché apparentemente Ranier aveva lanciato avvisi sui propri prodotti dal 2010, ma il richiamo è iniziato solo all'inizio del 2014.

"Raccomandiamo ai nostri pazienti di contattare i loro assicuratori sanitari, che ci hanno informato del processo contemporaneamente ai pazienti. Naturalmente, anche i pazienti che non sono sicuri possono contattarci, ”afferma Holger Glienke, Amministratore delegato di Klinikum Leer. (No)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Tutti i sintomi fisici ed emotivi di un corpo disidratato, e cosa fare a riguardo. Nuova Vita (Agosto 2020).