Notizia

Dall'età di 40 anni ogni due anni per una visita oculistica


Le disabilità visive legate all'età come la cataratta o il glaucoma sono ora considerate "malattie diffuse" e significano una qualità della vita ridotta per milioni di persone. Se le malattie vengono riconosciute in anticipo, possono spesso essere trattate bene con farmaci o interventi chirurgici. È quindi importante un'adeguata assistenza preventiva per mantenere la vista.

Sette milioni di persone hanno problemi di vista in età avanzata
Secondo il Good Vision Board of Trustees, circa sette milioni di tedeschi sono attualmente affetti da cataratta, degenerazione maculare legata all'età (AMD) e glaucoma. La cataratta è chiamata cataratta, che compromette gradualmente la vista, il glaucoma (glaucoma) è un danno del nervo ottico che, se non trattato, può portare alla cecità dell'occhio. La degenerazione maculare è una malattia degenerativa della "macchia gialla" della retina (retina), che peggiora sempre di più la vista nell'area visiva centrale.

Di conseguenza, questi disturbi visivi nella vecchiaia di solito significano una notevole perdita della qualità della vita: la partecipazione alla vita sociale diventa più difficile, la mobilità è limitata e cadono e le lesioni si verificano più rapidamente. Prima vengono scoperte le malattie, migliori sono le possibilità di trattamento - ma le pericolose malattie degli occhi degli anni successivi spesso non causano sintomi per molto tempo e sono quindi riconosciute (troppo) in ritardo.

Bambini all'età di due anni e mezzo per la prima volta da un oculista
Al fine di poter continuare a vedere bene in età avanzata, è quindi particolarmente importante un'adeguata assistenza preventiva. Poiché il Consiglio di fondazione raccomanda una buona visione, gli occhi dovrebbero essere
e successivamente essere esaminato da un medico a intervalli più brevi. I bambini dovrebbero anche essere regolarmente presentati all'oftalmologo in modo che l'ametropia possa essere riconosciuta e corretta in una fase precoce. Perché senza correzione, la visione non può svilupparsi normalmente, secondo il consiglio di fondazione. Pertanto, i bambini dovrebbero essere all'età di due anni e mezzo per la prima volta da un oculista se la famiglia ha già l'ametropia, ma già a sei mesi o immediatamente in caso di anomalie. (No)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: La prima visita dal dentista (Agosto 2020).