Notizia

Basta spegnere: gli smartphone e le lunghe ore di lavoro sono responsabili dello stress


Il premio Nobel avverte: stress da smartphone e lavoro lungo
L'accessibilità costante tramite smartphone e il lavoro troppo a lungo possono far ammalare le persone. Lo stile di vita di oggi con i telefoni cellulari onnipresenti provoca stress e può portare a esaurimento, afferma un vincitore del premio Nobel per la medicina. Lui consiglia: spegnere a volte.

Lo stress da smartphone
Negli ultimi mesi sono stati pubblicati vari studi che hanno fatto luce sugli effetti dello stile di vita moderno con dispositivi tecnici sulla nostra salute. Recentemente i ricercatori dell'Università di Mannheim hanno riferito: gli smartphone mettono costantemente sotto stress bambini e adolescenti. Molti di loro sono anche a rischio di dipendenza. Ciò è stato dimostrato, tra l'altro, da un'indagine degli Stati Uniti. Gli scienziati potrebbero osservare che la disconnessione dall'iPhone provoca stress per molte persone e talvolta provoca anche sentimenti di paura e malessere generale. In un'intervista, il premio Nobel per la medicina Thomas Südhof ha anche messo in guardia contro lo stress eccessivo degli smartphone.

"Questo non può essere buono a lungo termine"
In una conversazione con il "Frankfurter Allgemeine Sonntagszeitung" (FAS), il 59enne ricercatore del cervello dell'Università di Stanford ha dichiarato: "Non mi sorprende che molte persone si esauriscano se guardi come viviamo oggi". Il motivo sono i molti smartphone: “Non siamo mai irraggiungibili, mai fuori servizio. Siamo in contatto con il nostro lavoro quasi ogni minuto via e-mail. A lungo termine non può andare bene. ”Ciò porta spesso a stress cronico, che cambia le persone e il cervello.

Fai delle pause mirate
Il nativo di Gottinga non sa quale sia la terapia migliore e di maggior successo, ma consiglia un cambiamento nello stile di vita e pause mirate. "Il nostro buon senso ci dice questo." Alexander Markowetz, professore junior di informatica all'università di Bonn, ha recentemente rilasciato una dichiarazione simile. Chiede una "dieta digitale" per gli utenti di telefoni cellulari. Il libro "Digital Burnout" sarà presto pubblicato da Markowetz. Secondo il vincitore del premio Nobel, un carico di lavoro eccessivo è anche un fattore di rischio per il burnout. Altre cause possono essere il riconoscimento insufficiente, la mancanza di spirito di squadra e la paura dell'esistenza. "Ma qualcosa deve andare storto anche nel cervello, in modo che le persone non possano più gestire gli stress".

Distraiti più spesso
Tutto ciò che distrae la mente può aiutare. "Può essere sport, yoga, un buon libro o musica". Il padre di sette figli raccomanda ai genitori di monitorare il consumo dei media dei propri figli: "È necessario un limite di tempo". Questo vale per tutti i media. “La spruzzatura multimediale, sia in TV, iPad o iPhone, non è un distacco dalla vita quotidiana, ma una cattiva abitudine. A proposito, lavorare troppo a lungo è un altro ”, afferma Südhof. Il vincitore del Premio Nobel, che esamina il modo in cui le cellule cerebrali comunicano tra loro e cosa succede in caso di esaurimento, ha detto che tutti dovevano scoprire da soli il modo migliore per gestirlo: "Spengo tutti i dispositivi elettronici alle 20:00 e solo dopo colazione una pubblicità)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: NON CARICARE IL TUO SMARTPHONE DI NOTTE, ECCO IL PERCHÈ (Agosto 2020).