Notizia

I medici hanno migliaia di pazienti in attesa di un intervento chirurgico all'anca rotto


La relazione sulla qualità della clinica rivela aree problematiche negli ospedali
La maggior parte degli ospedali esegue interventi chirurgici o trattamenti antitumorali secondo le attuali raccomandazioni e sono di buona qualità. Tuttavia, in alcuni casi, i pazienti sembrano essere trattati male e devono essere ad es. in caso di interruzione, attendere diversi giorni per la data dell'operazione. Ciò è mostrato in un rapporto attuale sulla qualità dell'ospedale, per il quale esperti dell'Istituto AQUA di Gottinga hanno valutato quasi 3,3 milioni di record di dati.

I pazienti attendono più di due giorni per un intervento chirurgico
Chiunque abbia rotto un osso di solito spera in un trattamento rapido. Se si tratta di un caso complicato o di una cosiddetta frattura "aperta", di solito è necessaria un'operazione, altrimenti c'è il rischio che l'osso non cresca correttamente insieme e che possano svilupparsi malposizioni. Inoltre, vi è un aumentato rischio di complicanze come ad es. una trombosi o un'ulcera da decubito (ulcera da decubito).

Di conseguenza, nessun paziente vuole aspettare a lungo per eseguire la procedura. Con alcune lesioni alla coscia, tuttavia, questa sembra essere una realtà amara. Ciò emerge da un rapporto attuale sulla qualità della clinica, che è stato presentato a Berlino giovedì.
Per conto del Comitato misto federale delle compagnie di assicurazione sanitaria, medici e cliniche, gli esperti dell'Aqua Institute hanno valutato quasi 3,3 milioni di record di dati provenienti da circa 1.600 cliniche per lo studio completo. Sono arrivati ​​alla conclusione che i tempi di attesa in molti ospedali sono un problema, tra le altre cose. Perché in oltre il 12 percento dei casi con una frattura del femore, sono trascorse più di 48 ore prima dell'intervento l'anno scorso.

Contrariamente alle raccomandazioni, i medici eseguono sempre più trattamenti con catetere
Inoltre, gli esperti hanno criticato il numero crescente di interventi basati su catetere sulle valvole cardiache, in cui ad es. una nuova valvola cardiaca viene trasportata attraverso i vasi sanguigni al cuore usando un filo o uno strumento tubolare. Tuttavia, ci sono alcune linee guida qui che il metodo dovrebbe essere usato solo se la chirurgia a torace aperto standard è troppo rischiosa. Finora, tuttavia, in pazienti cardiaci più giovani, altrimenti sani - i.a. a causa dell'aumentato rischio di ictus durante la chirurgia del catetere - la classica variante aperta come metodo di scelta.

Tuttavia, il nuovo rapporto mostra che contrariamente a queste raccomandazioni, il trattamento con catetere viene spesso eseguito anche in pazienti senza gravi rischi per la salute. Secondo gli esperti dell'Aqua Institute, il numero di questi interventi nel 2013 avrebbe addirittura superato quello degli interventi chirurgici aperti convenzionali. Nel 2014, il numero di missioni basate su catetere è aumentato di un altro 27 percento.

Finora gli ospedali non sono stati in grado di impegnarsi in interventi chirurgici più rapidi
"Abbiamo una buona qualità delle cure, ma ci sono margini di miglioramento in alcune aree", ha dichiarato Joachim Szecsenyi, amministratore delegato dell'Aqua Institute, all'agenzia di stampa "dpa". Secondo il rapporto, ciò vale anche per il campo dei pacemaker, sebbene l'uso del piccolo dispositivo per il trattamento di pazienti con battito cardiaco troppo lento (bradicardia) stia andando nel complesso bene. Ma nel tre percento dei pazienti, i ricercatori sono stati in grado di utilizzare i dati per capire che era necessario un nuovo intervento entro un anno dall'impianto. Secondo gli esperti, tuttavia, questo è "troppo comune".

Dal punto di vista delle compagnie di assicurazione sanitaria, tali critiche raramente porterebbero a conseguenze. "Il difetto è che non c'è modo di obbligare l'ospedale che non opera in tempo o di ritirare il contratto di assistenza", ha detto all'agenzia di stampa Bernhard Egger, esperto medico dell'associazione delle assicurazioni sanitarie. Un cambiamento è previsto qui come parte della riforma clinica della coalizione, ma gli stati dovrebbero agire per attuarlo.

Nonostante i problemi, non vi è alcun motivo fondamentale di preoccupazione per i pazienti. Invece, secondo i dati esaminati, la maggior parte delle operazioni, trattamenti antitumorali o trapianti verrebbero effettuati secondo le attuali raccomandazioni. Gli esperti sintetizzano le critiche sopra menzionate come aree importanti, ma allo stesso tempo sono anche dei valori anomali. Poiché il "99,9 percento" dei servizi controllati era di buona qualità, ha sottolineato l'amministratore delegato della German Hospital Society, Georg Baum in un'intervista con il "dpa".

"Il livello di qualità dei nostri ospedali è valutato e reso trasparente nel rapporto annuale sulla qualità. Il rapporto è quindi una base essenziale per sviluppare e migliorare ulteriormente la qualità del trattamento medico in modo orientato al paziente ", afferma il Dr. Regina Klakow-Franck del Comitato misto federale. (No)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: LA PROTESI TOTALE DI ANCA - Guida allintervento (Agosto 2020).