Notizia

L'asilo nido per le allergie alle arachidi viene assegnato al caregiver personale


Decisione della Corte sociale statale: l'agenzia di previdenza sociale sostiene i costi
Un bambino di quattro anni dell'asilo del distretto di Cuxhaven ha ricevuto assistenza personale dal Tribunale di Stato della Bassa Sassonia (LSG). Il tribunale ha stabilito in fretta che un'agenzia di previdenza sociale avrebbe dovuto pagare le cure. Il bambino soffre di un'allergia alimentare di alto grado (allergia alle arachidi). Tale allergia può influire sulla vita quotidiana e peggiorare significativamente la qualità della vita. In casi particolarmente gravi, anche una reazione allergica sistemica può portare a shock anafilattico potenzialmente letale.

Il bambino ha frequentato la normale scuola materna fino a dicembre 2014. Quindi alla vittima è stata diagnosticata una grave allergia alle arachidi. Vi era il rischio di una reazione allergica sistemica. In determinate circostanze, ciò può persino portare alla morte delle persone colpite. L'asilo visitato non è stato in grado di garantire che il richiedente non consumasse noccioline o alimenti contenenti arachidi. Per questo motivo, da quel momento in poi il bambino doveva essere curato dalla famiglia a casa.

La proposta di un asilo nido "senza arachidi" fallisce
I genitori hanno cercato di ottenere in futuro un asilo nido "privo di arachidi". Nonostante abbia lavorato con educatori e altri genitori, la proposta è fallita. Il vivaio non è stato in grado di garantire che il bambino non consumasse arachidi o prodotti contenenti tracce di arachidi.

LSG obbliga i fornitori di assistenza sociale a coprire i costi
I genitori hanno chiesto all'agenzia di previdenza sociale i costi sostenuti per la cura personale durante la scuola materna. Tuttavia, l'agenzia di assistenza sociale responsabile è diminuita. L'ottavo senato dell'LSG ha ora ribaltato questa decisione. Nel procedimento preliminare di protezione legale, l'agenzia di previdenza sociale responsabile era temporaneamente obbligata ad assumere i costi dell'assistenza personale (rif.: L 8 SO 177/15 B ER). L'ambito settimanale è di 20 ore.

L'allergia grave è considerata una disabilità
Un'allergia alimentare così grave può essere vista come una disabilità, ha dichiarato la corte. Una visita a un asilo nido è fondamentale per lo sviluppo del bambino. Ecco perché l'LSG era convinto che la partecipazione a una vita nella comunità potesse essere resa possibile solo attraverso l'assistenza personale. Il dipartimento sanitario ha stabilito che il richiedente doveva essere curato in modo coerente da una persona informata. Questo è l'unico modo per prevenire il consumo di arachidi, "prodotti a base di arachidi" o alimenti contenenti arachidi. Il Senato ha inoltre affermato che il richiedente non poteva essere ragionevolmente curato in altri asili della zona. Il comune stesso aveva rifiutato di accettare la ricorrente nelle sue scuole materne. Senza un altro assistente, i rischi per la salute sono troppo elevati. L'intervistato aveva proposto un'opzione di assistenza all'infanzia adatta, ma questa non è un'opzione. La distanza dal luogo di residenza (18 km) era troppo lunga e l'asilo si occupava solo di bambini di due e tre anni, ha spiegato l'LSG. (come)

Informazioni sull'autore e sulla fonte

Video: Prevenire la malocclusioni è possibile? (Agosto 2020).