Notizia

Quasi nessun effetto collaterale: la cannabis è l'antidolorifico più sicuro


Nuovo studio: la cannabis porta sollievo dal dolore e non ha quasi effetti collaterali
La cannabis viene utilizzata da molte persone in tutto il mondo non solo come agente inebriante, ma anche per scopi medicinali. Alcuni usano la marijuana per nausea o perdita di appetito. Anche i pazienti con dolore spesso ricorrono al farmaco. Uno studio ha ora scoperto, ancora una volta, che la cannabis porta sollievo e ha pochi effetti collaterali in questi pazienti.

La cannabis allevia il dolore
Un nuovo studio condotto dai ricercatori della McGill University di Montreal ha dimostrato che la cannabis funziona bene per il dolore cronico senza causare molti effetti collaterali negativi. Gli scienziati hanno accompagnato un totale di 431 pazienti con dolore cronico per oltre un anno. La metà di loro ha consumato cannabis terapeutica, l'altra metà no. I ricercatori hanno studiato gli effetti collaterali sui polmoni e sul cervello. Prima dell'inizio dello studio, nessuno dei partecipanti allo studio aveva usato la cannabis naturale per alleviare il dolore.

Miglioramento della qualità della vita
I risultati dello studio sono stati ora pubblicati sulla rivista "Pain of Pain". Secondo gli scienziati, i consumatori di cannabis non hanno mostrato alcun aumento degli effetti collaterali gravi rispetto al gruppo di controllo. Non è stato riscontrato alcun danno al cervello. Questo risultato è in contrasto con studi che avevano precedentemente notato attenzione e perdita di memoria negli stoner. I consumatori di marijuana avevano meno dolore e miglioravano la qualità della vita rispetto al gruppo di controllo.

I ricercatori raccomandano 2,5 grammi al giorno
Tuttavia, nel gruppo cannabis è stato riscontrato un numero leggermente maggiore di effetti collaterali non gravi. Questi includevano mal di testa, vertigini, nausea e problemi respiratori, che erano tutti da deboli a moderati. I fumatori tra i pazienti presentavano anche lievi restrizioni della funzionalità polmonare. Gli autori dello studio hanno concluso che una dose di 2,5 grammi al giorno per il trattamento del dolore cronico nell'ambito di un "programma di gestione del dolore attentamente gestito" può essere considerata sicura. Ora sperano in ulteriori studi di durata più lunga e con più partecipanti.

Cannabis su prescrizione medica in Germania
Negli ultimi anni ci sono stati diversi studi che hanno dimostrato che la marijuana ha un impatto positivo sulla salute. L'efficacia è stata dimostrata non solo nella terapia del dolore, ma anche nella sclerosi multipla (SM), ad esempio. Recentemente, i ricercatori hanno riferito che la cannabis promuove la guarigione delle ossa. In numerosi paesi del mondo, la cannabis o i suoi ingredienti attivi sono stati usati per scopi medicinali per anni, compresa la Germania. Il ministro federale della sanità Hermann Gröhe (CDU) aveva annunciato che i malati gravi sarebbero stati presto in grado di offrire hashish su prescrizione medica. (anno Domini)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Cannabis medica per lenire il dolore, in quali malattie reumatiche? (Agosto 2020).