Notizia

Degenerazione maculare: la cecità legata all'età può essere curata dalle cellule staminali in futuro


Clinica britannica rivoluzionaria AMD umida
Un team di medici britannici è riuscito a eseguire un'operazione che potrebbe curare la cecità legata all'età. Lunedì 28 settembre, il Moorfields Eye Hospital di Londra ha lanciato un nuovo tipo di trattamento per combattere la degenerazione maculare "bagnata" legata all'età (AMD). I medici hanno operato su un paziente con l'aiuto di cellule staminali. Questa prima operazione rappresenta un'importante pietra miliare nella cura della cecità legata all'età, hanno detto i ricercatori.

Il progetto di Londra è stato lanciato dieci anni fa con l'obiettivo di curare i pazienti con AMD umida e prevenire la perdita della vista. Lo studio è il risultato di una collaborazione tra ospedale, UCL Institute of Ophthalmology e National Institute for Health Research (NIHR). Inoltre, Pfizer Inc. ha aderito alla partnership nel 2009. Una terapia affidabile dovrebbe essere sviluppata dall'idea originale.

Gli studi condotti a tale scopo hanno esaminato la sicurezza e l'efficacia del trapianto di cellule oculari (epitelio pigmentato retinico) derivate da cellule staminali umane. Le cellule sostituiscono le cellule colpite da AMD nell'occhio. Un'operazione richiesta per questo richiede fino a due ore. La prima operazione riuscita è stata eseguita il mese scorso. Ad oggi, il paziente non ha avuto complicazioni. L'interessato desidera rimanere anonimo. Il team spera di vedere i primi risultati nel restauro della vista a dicembre 2015.

Studia con dieci soggetti in un anno
Il professor Lyndon Da Cruz, chirurgo della retina, ha affermato che esiste una buona probabilità che le persone con degenerazione maculare umida correlata all'età saranno curate da un trapianto di cellule. Lo studio deve essere condotto su dieci pazienti. Ognuno di questi pazienti è seguito e osservato per un periodo di un anno. È necessario valutare la sicurezza e la stabilità delle cellule. Anche il ripristino della visione è monitorato. Il professor Pete Coffey dell'Istituto di Oftalmologia dell'UCL era molto contento che la ricerca a questo livello avesse raggiunto un approccio terapeutico. Anche se lo studio riguarda un piccolo gruppo di pazienti affetti da AMD che hanno subito improvvisamente gravi perdite visive, è auspicabile che molte persone colpite trarranno beneficio dallo sviluppo in futuro.

Risultati migliori e più rapidi grazie alla collaborazione
Lo studio ha mostrato i punti di forza della collaborazione tra università, Moorfields Eye Hospital, NHS Foundation Trust e Pfizer, ha affermato il professor Philip J. Luthert, direttore dell'Istituto di Oftalmologia dell'UCL. Ciò ha dato origine a un nuovo approccio terapeutico per AMD. Dr. Phillips Berkeley, direttore medico del Regno Unito presso Pfizer Ltd., ha aggiunto che Pfizer ritiene che importanti scoperte scientifiche siano possibili solo attraverso la collaborazione. Nessuno ha le conoscenze per rispondere a tutte le domande. Ma attraverso la cooperazione è possibile ottenere risultati migliori più rapidamente. Alcuni anni fa, la terapia con cellule staminali era solo una teoria. Far parte di un progetto che ha avuto l'ultima scoperta scientifica nel restauro della visione è più che soddisfacente, ha aggiunto Berkeley.

Forme di degenerazione maculare
Quasi il 50 percento dei disturbi visivi nei paesi sviluppati è innescato dalla degenerazione maculare. Principalmente sono colpite persone di età superiore ai 50 anni, motivo per cui la malattia è anche nota come degenerazione maculare legata all'età (AMD). Secondo gli esperti, circa il 25 percento degli over 60 nel Regno Unito sono interessati. Questo numero aumenterà ulteriormente nei prossimi anni. Nelle persone con AMD, la visione centrale (lettura) è compromessa. Il campo visivo circostante rimane normale.

Esistono due tipi di AMD, bagnato e asciutto. L'AMD umida è generalmente innescata da vasi sanguigni anomali. Questi permettono al fluido o al sangue di fuoriuscire nell'area della macula, al centro della nostra retina. L'AMD secca è la forma molto più comune di degenerazione maculare. Nella forma secca, si verifica un difetto o assottigliamento dello strato dell'epitelio pigmentato retinico (RPE) nella macula. Tali cellule RPE supportano le cellule visive sensibili alla luce, che a loro volta sono così importanti per la nostra visione. Non esiste attualmente alcun trattamento per la AMD secca. (come)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Degenerazione maculare senile, in arrivo una nuova terapia per facilitare la cura (Agosto 2020).