Notizia

Immunoterapia: nuovi approcci terapeutici alla terapia del cancro


Focus sull'immunoterapia dell'European Cancer Congress
All'European Cancer Congress ECC di Vienna, che inizia oggi, il nuovo metodo di trattamento dell'immunoterapia è al centro dell'attenzione. Secondo gli esperti, le possibilità della terapia del cancro miglioreranno significativamente su questa base.

Gli oncologi ritengono che le nuove forme di immunoterapia offrano approcci promettenti per il trattamento di numerosi tumori. "L'immunoterapia cambierà completamente il panorama della terapia del cancro", ha affermato l'oncologo e organizzatore locale viennese Christoph Zielinski (Centro globale per il cancro MedUni Vienna e AKH) in un comunicato stampa di MedUni Vienna. Un totale di circa 20.000 specialisti dovrebbero partecipare al congresso. L'argomento di successo assoluto dopo la cosiddetta terapia mirata delle malattie oncologiche è la nuova immunoterapia.

Opzioni terapeutiche migliorate nella terapia del cancro
Secondo le informazioni di MedUni Vienna, la terapia del cancro mirata basata sull'analisi molecolare biologica e genetica dei tumori ha notevolmente migliorato le opzioni di trattamento per alcune malattie maligne negli ultimi anni. Tuttavia, l'effetto del farmaco è stato finora limitato e, inoltre, l'effetto del farmaco nelle malattie tumorali avanzate dura solo relativamente brevemente perché si sviluppa resistenza. "Negli ultimi anni abbiamo iniziato a capire come possiamo intervenire in alcuni tumori con farmaci specificamente mirati agli obiettivi identificati dalla biologia molecolare", spiega Christoph Zielinski. Tuttavia, questo non funziona sempre.

Risposta immunitaria dell'organismo utilizzato per la terapia
Secondo la MedUni Vienna, gli oncologi di tutto il mondo hanno raggiunto una nuova qualità nella terapia del cancro medicinale dal 2012 e 2013: “Immunoterapia, che apparentemente riesce per la prima volta ad aiutare il sistema immunitario a riconoscere adeguatamente le cellule maligne e su di esse per utilizzare la risposta immunitaria. "I farmaci sono attualmente in gran parte mirati come" anticorpi monoclonali contro le caratteristiche superficiali delle cellule PD1, PD-L1 e CTLA-4 che impediscono alle cellule immunitarie di attaccare le cellule maligne in prossimità del tumore ", riferisce MedUni Vienna ulteriormente. Occupando PD-1 o PD-L1, i nuovi immunoterapici prevengono il segnale di arresto per l'attacco delle cellule immunitarie. Esempi di due inibitori della PD-1 sono gli anticorpi nivolumab e pembrolizumab, che sono già stati utilizzati in pazienti con melanoma e sono attualmente in fase di test in studi clinici per il trattamento del carcinoma renale e polmonare.

Successi nella terapia del cancro
Già con i farmaci della "terapia mirata" si ottenevano risultati di trattamento migliori rispetto alla chemioterapia e ora con gli immunoterapici a volte si potevano ottenere risultati persino migliori. Secondo il MedUni, gli scienziati del centro di ricerca sul cancro francese Gustave Roussy hanno pubblicato uno studio con 418 pazienti con melanoma nel gennaio 2015, in cui il tasso di sopravvivenza a un anno è aumentato dal 42,1 al 72,9 per cento rispetto al trattamento con il farmaco chemioterapico Dacarbazina L'uso di nivolumab è stato raggiunto. Anche il tempo di progressione della malattia è aumentato da 2,2 a 5,1 mesi e il tasso di risposta è aumentato dal 13,9 al 40 percento.

Enorme aumento del cancro
Al congresso di Vienna verranno anche discussi studi sulla salute, che continuano a mostrare grandi differenze nella qualità delle cure per i malati di cancro in Europa. Questo vale per le possibilità di diagnosi delle malattie maligne e per l'accesso alle moderne terapie. A livello internazionale, si prevede che la crescita della popolazione mondiale e lo sviluppo demografico porteranno a un forte aumento del numero di casi di cancro nei prossimi anni. Gli esperti stimano il numero di nuovi casi di cancro in tutto il mondo nel 2030 a 20,3 milioni, rispetto ai 12,7 milioni di casi nel 2008. Inoltre, sono previsti circa 13 milioni di decessi per cancro nel 2030, con 7,6 milioni di decessi all'anno 2008. (fp)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Tumore gastrico: quali risultati abbiamo con limmunoterapia? (Agosto 2020).