Notizia

Triclosan: nessuna mano priva di batteri grazie al sapone con sostanze chimiche aggiunte


Saponi antibatterici: costosi e inutili
Molte persone usano saponi antibatterici per combattere i patogeni. Un nuovo studio ora mostra che l'ingrediente triclosan, che viene usato frequentemente, non fa nulla. L'additivo chimico può persino danneggiare la tua salute.

Lavarsi le mani protegge dagli agenti patogeni
Lavarsi accuratamente le mani è importante per proteggersi da agenti patogeni pericolosi. Molte persone fanno affidamento su saponi antibatterici. Ma tali prodotti non sono solo costosi, ma sono anche inutili in molti casi. A volte possono persino danneggiare la tua salute. Un team di ricercatori della Corea del Sud ha riferito che il triclosan, che si trova in molti saponi solidi e liquidi, non riduce il numero di batteri nella consueta concentrazione. Gli scienziati sono giunti a questa conclusione in diversi esperimenti. Si dice da tempo che questa sostanza abbia un effetto potenzialmente dannoso sulla salute.

Triclosan non offre alcun vantaggio aggiuntivo
Non devi usare costosi prodotti speciali per lavarti le mani per proteggerti dai germi. Il sapone convenzionale è abbastanza. La rivista "Ökotest" è giunta alla conclusione all'inizio dell'anno che i prodotti antibatterici erano popolari ma non necessari. I prodotti testati come saponi liquidi, gel disinfettanti, salviette igieniche o spray non sono stati in grado di mantenere le promesse come "rimuove il 99,999 per cento di tutti i batteri". Un nuovo studio condotto da ricercatori della Corea del Sud mostra ora che l'ingrediente antibatterico triclosan nel sapone non offre alcun vantaggio aggiuntivo quando si lava le mani. La concentrazione in cui è contenuta in saponi disponibili in commercio non riduce il numero di batteri. Questo è il risultato di un gruppo di ricerca guidato da Min-suk Rhee dell'Università della Corea a Seoul. Gli scienziati hanno recentemente pubblicato i loro risultati sulla rivista "Journal of Antimicrobial Chemotherapy". Per la loro indagine, i ricercatori hanno esposto 20 ceppi di batteri a una soluzione di sapone contenente lo 0,3% di triclosan per 20 secondi. 20 secondi sono circa il tempo che passiamo in media a lavare le mani. Come riportato dall'agenzia di stampa dpa, la concentrazione di triclosan corrisponde alla più alta concentrazione di saponi consentita nell'UE e in molti paesi.

Uso vietato in alcuni paesi
Gli scienziati hanno scoperto che la soluzione di triclosan non ha avuto effetti migliori della stessa soluzione di sapone senza triclosan, né in un test a 22 gradi né a 40 gradi. Solo dopo un tempo di esposizione di circa nove ore c'è stata una notevole differenza tra le soluzioni di sapone con e senza la sostanza chimica. I ricercatori hanno quindi chiesto a 16 adulti sani di lavarsi le mani con una delle due soluzioni di sapone. È stato scoperto che il numero di batteri è stato ridotto approssimativamente della stessa quantità in entrambi i casi. Secondo gli scienziati, le soluzioni con concentrazioni più elevate di triclosan dallo 0,45 al 2,0% hanno avuto un notevole effetto sui batteri in studi precedenti. Tuttavia, al momento tali saponi non possono più essere utilizzati in molti paesi.

A causa di possibili danni alla salute nelle critiche
Triclosan è stato criticato a lungo per possibili danni alla salute. Alla fine del 2014, un team di ricercatori statunitensi è giunto alla conclusione che il triclosan potrebbe promuovere il cancro al fegato in un esperimento con topi. Ci sono anche indicazioni che la sostanza può portare a disturbi ormonali e danni ai muscoli. L'Istituto federale per la valutazione dei rischi (BfR) aveva già richiesto nel 2006 che gli agenti antibatterici come il triclosan fossero riservati alla disinfezione negli ospedali e nelle pratiche mediche. Altrimenti potrebbe essere promosso lo sviluppo di resistenza dei batteri.

Impatto ambientale
Triclosan, presente in molti disinfettanti e detergenti, cosmetici e indumenti speciali, può anche avere conseguenze ambientali. Secondo la Federal Environment Agency, è tossico per le alghe. Un materiale di degradazione di questo si accumula nei pesci, tra le altre cose. Secondo la Dpa, un team guidato da Christina Pieper del BfR è giunto alla conclusione in uno studio del 2014 secondo cui le sostanze antimicrobiche sono anche superflue nei detergenti domestici: "I rischi per la salute dei microrganismi non devono essere temuti in una famiglia regolarmente pulita, a condizione che vengano osservate le regole di base dell'igiene "L'associazione industriale per la cura personale e i detergenti (IKW) ha informato dell'uso del triclosan che non ci sono nuove scoperte scientificamente riconosciute che potrebbero mettere in discussione l'applicazione nei prodotti cosmetici. La sicurezza di Triclosan è stata pertanto verificata più volte. Va notato che non tutti i saponi liquidi e solidi che sono pubblicizzati come "antibatterici" contengono triclosan. (anno Domini)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Emissione atomica fatta in casa (Agosto 2020).