Notizia

Attacchi di panico: piccoli consigli contro mancanza di respiro, paura e battito cardiaco accelerato


Tachicardia, sudorazione, tensione circolare, respiro rapido e grande paura. Anche se non c'è alcun pericolo reale, alcune persone sperimentano un vero attacco di panico. Da dove viene e cosa possono fare le persone colpite al momento dell'attacco acuto. Le opinioni degli esperti a volte divergono.

Cuore che corre, mani sudate e grande paura. "C'è anche una forte pressione sul petto", riferisce Thorsten Schmidt. Thorsten ha avuto tali attacchi da circa 5 anni. “All'inizio, pensavo di avere un infarto. Quindi sono stato mandato in ambulanza in ambulanza un paio di volte. Una volta lì, tuttavia, tutto andava bene. ”Ad un certo punto un medico gli disse che avrebbe potuto avere attacchi di panico.

Molti tedeschi soffrono di attacchi di panico. Secondo il Robert Koch Institute, circa il 2 percento dei tedeschi. Il numero di casi non segnalati è probabilmente molto più alto, tuttavia, poiché non tutti gli attacchi di panico sono interpretati come tali dalle persone colpite.

"La cosa brutta è che posso trovarlo ovunque", afferma Thorsten Schmidt. "In metropolitana, mentre si mangia in un ristorante o al lavoro." E la paura della paura gioca sempre un ruolo importante. "Ciò è dovuto principalmente alla paura di perdere il controllo", spiega Christa Roth-Sackenheim, presidente dell'associazione professionale di psichiatri tedeschi (BVDP). "Le persone colpite hanno la sensazione di essere bloccate impotenti nella situazione e che semplicemente non possono uscire da lì."

Gli attacchi vengono attivati, ad esempio, quando un parente muore, si deve guardare impotenti in caso di incidente o si verificano cambiamenti come un matrimonio o la nascita di un bambino. Spesso c'è una causa organica dietro la presunta malattia mentale. Questo è il caso, ad esempio, quando i pazienti soffrono di tiroide iperattiva. Quindi i farmaci possono aiutarti rapidamente a ritrovare il tuo equilibrio.

L'attività fisica può calmare il corpo
L'attività fisica ha relativamente successo. In una situazione del genere, coloro che possono “fare jogging, correre le scale o accovacciarsi”, afferma il Prof. Dr. Borwin Bandelow, capo della clinica di psichiatria e psicoterapia dell'Università di Gottinga.
Attraverso l'esercizio fisico, i sintomi che il paziente precedentemente classificato come pericoloso e potenzialmente letale rientrano nuovamente nei processi del corpo. Questo, a sua volta, può rassicurare coloro che stanno vivendo un attacco di panico, come spiega lo psichiatra.

Durante l'attacco corrono meccanismi incontrollabili del sistema nervoso simpatico, il che mette il paziente in prontezza alla fuga. Ciò accade indipendentemente dalle circostanze esterne. Le persone colpite soffrono quindi di un battito cardiaco accelerato (polso superiore a 100), sudorazione, voglia di urinare e mancanza di respiro. Un attacco di panico può durare da 3 a 30 minuti. Molte persone pensano che la prima volta abbiano un infarto. "Molte persone lo sperimentano come se la paura fosse il risultato dei loro sintomi fisici", spiega Roth-Sackenheim.

“Come sintomi tipici di un attacco di panico, improvvisa mancanza di respiro e ansia, nonché vertigini, sudorazione e una sensazione di svenimento possono svilupparsi fino al punto di paura della morte. Per alcune persone, tali sintomi fisici sono meno importanti. D'altra parte, dominano i disturbi psicologici come i pensieri di paura pronunciati o la sensazione di essere completamente in piedi uno accanto all'altro ", riferisce il Dr. Christa Roth-Sackenheim. Chiunque subisca un attacco di panico può provare a mitigarlo con vari mezzi. “Da un lato, ha senso rendersi conto che questa condizione spiacevole non durerà a lungo. L'attacco di solito termina dopo 10-30 minuti. Come ulteriore misura immediata, la respirazione addominale consapevole, profonda e lenta è utile, perché la respirazione accelerata di solito peggiora i sintomi. “Poiché l'ansia è associata ad un aumento della tensione muscolare, le persone colpite possono anche provare a rilassare consapevolmente i loro muscoli. Più una persona ha esperienza nel fare questo, meglio è.

Nessuna inspirazione ed espirazione consapevole
Il prof. Borwin Bandelow ha un'opinione completamente diversa. Mentre molti terapisti consigliano ai pazienti ansiosi di inspirare ed espirare consapevolmente, è un oppositore di questo metodo, perché "questo dirige l'attenzione interamente sulle reazioni del corpo e questo non fa che aumentare il panico". Durante l'attacco di panico, le persone colpite dovrebbero rendersi consapevolmente consapevoli che l'attacco "sarà finito dopo 30 a 120 minuti" e che non ci saranno conseguenze sulla salute. "Se riesci a farlo, puoi calmarti", spiega lo psichiatra.
Un attacco di panico può colpire chiunque. Questi si verificano spesso in connessione con agorafobia, stress, disturbi post traumatici da stress o paura della malattia. Se gli attacchi di panico si verificano più volte all'anno, le persone colpite dovrebbero consultare un medico. Di norma, le cause e i sintomi possono essere trattati bene nel contesto del comportamento o della psicoterapia. Prima di iniziare la terapia, tuttavia, un medico deve chiarire le cause organiche come le malattie cardiovascolari o ipertiroidismo. (Sb)

Informazioni sull'autore e sulla fonte

Video: Attacco di panico risolto in tempo reale con esercizi semplici. Da vedere se hai ansia o panico. (Agosto 2020).