Notizia

La pelle sana del bambino non ha bisogno di creme e oli costosi


La pelle del bambino può essere danneggiata da creme e oli
La gamma di prodotti per la cura speciale per neonati è diventata ingestibile. Ma la pelle dei bambini ha solo bisogno di acqua pulita. Oli e creme costosi di solito non sono necessari. O addirittura pericoloso, poiché alcuni ingredienti possono danneggiare la tua salute.

Ingredienti pericolosi per la salute nei cosmetici
Fu solo a maggio che la Stiftung Warentest avvertì di potenziali agenti cancerogeni nei cosmetici. I prodotti a base di olio minerale testati dai consumatori includevano anche vari prodotti per la cura del bambino. In ogni caso, gli esperti sconsigliano di lavare e prendersi cura dei bambini con cosmetici speciali. L'acqua limpida di solito è sufficiente per la pelle del bambino. In un messaggio dell'agenzia di stampa dpa, gli esperti hanno informazioni e suggerimenti importanti sull'argomento.

Un bagno a settimana è sufficiente per i bambini
Come molti altri bambini, Nina Kruse (nome modificato dalla redazione) veniva lavata più volte alla settimana da bambina con lozione detergente, shampoo per capelli e crema successiva. Per suo figlio, che ora ha cinque mesi, la giovane madre usa poco più che acqua pulita per prendersi cura di lei. In generale, negli ultimi decenni sono cambiate molte cose nella cura della pelle dei neonati. Sempre più prodotti speciali sono offerti nelle farmacie, ma oggi le ostetriche avvisano che meno è di più. L'ostetrica Juliane Martinet di Karlsruhe, ad esempio, ha dichiarato alcuni mesi fa in un rapporto DPA: un bagno alla settimana è sufficiente per i bambini. La pelle, che è molto più sottile nei piccoli che negli adulti, potrebbe altrimenti essere troppo stressata.

L'olio d'oliva nell'acqua del bagno non fa nulla
"A molti bambini piace nuotare e fare il bagno", ha dichiarato Peter Höger, capo medico dei dipartimenti di dermatologia / allergologia pediatrica e pediatrica presso l'ospedale cattolico dei bambini Wilhelmstift di Amburgo. Secondo la Dpa, raccomanda di fare il bagno a un bambino circa due volte a settimana. Idealmente in acque limpide. Ma ha ammesso: "Non ci sono standard per la cura della pelle di neonati e bambini piccoli." Se il bambino viene lavato più spesso, è necessario aggiungere un po 'di olio da bagno in modo che la pelle sensibile non si asciughi. "Ad esempio, alcuni genitori cercano di aggiungere olio d'oliva all'acqua del bagno, ma non funziona", afferma Höger. Poiché tali oli non si combinano con l'acqua, non hanno alcun effetto sul bagno. Come ha spiegato Nina Kruse, la sua ostetrica ha anche sconsigliato di lavare o gel doccia. "Anche se questi sono privi di profumo e la confezione afferma che sono stati appositamente sviluppati per la pelle sensibile del bambino." Lo stesso vale per le creme: "La pelle dei bambini sani e maturi non deve essere crema", ha spiegato Höger.

Le sostanze vegetali possono scatenare allergie
I genitori dovrebbero anche sapere che alcune sostanze a base di erbe nelle creme, come la calendula, possono causare allergie. "E può contenere sostanze chimiche che non devono essere dichiarate a causa della piccola quantità", ha detto l'esperto. Ad esempio, alcune creme contengono triclosan. "Tali sostanze possono causare resistenza batterica sulla pelle e causare cambiamenti ormonali." Inoltre, gli emulsionanti in essa contenuti possono rilasciare i lipidi del corpo dalla pelle a lungo termine e seccare la pelle. Tuttavia, poiché la lozione può anche essere un massaggio piacevole e delicato per il bambino, va bene ogni tanto.

Cura della pelle nella regione del pannolino
Molti bambini hanno spesso un fondo meraviglioso. La cura della posizione irritata da un pannolino è un'altra questione delicata. "Finché i bambini indossano ancora un pannolino, la pulizia e la cura della pelle sono in primo piano nella regione del pannolino", ha spiegato Heike Behrbohm del German Skin and Allergy Aid (DAH). I genitori devono pulire quest'area ogni giorno. Nina Kruse e suo marito - come suggerito dall'ostetrica - finora hanno usato dei dischetti di cotone umido e completamente dispensati di polvere. "Per inciso, contrariamente al consiglio di mia madre", dice Kruse. Non riusciva a capire che sua figlia non usava lavare lozioni o creme per suo nipote. "Non sa nient'altro dagli anni Ottanta."

Acqua limpida per lavare i capelli
"L'acqua limpida di solito è sufficiente perché i bambini si lavino i capelli", afferma Höger. Da un lato, molti bambini non hanno abbastanza capelli per avere bisogno di uno shampoo e anche il cuoio capelluto è particolarmente sensibile e reagisce rapidamente agli ingredienti vegetali attivi. Poiché i bambini hanno più ghiandole di sebo per centimetro quadrato di pelle rispetto agli adulti, spesso sviluppano il cosiddetto gneiss alla testa, un sebo che è bloccato sul cuoio capelluto. "Inoltre, le ghiandole sebacee sono stimolate dagli ormoni materni durante la gravidanza e l'allattamento", ha detto l'esperto. Per dissolvere il sebo, è meglio usare un agente speciale che contiene olio di jojoba e gel. Tuttavia, Höger ha avvertito di non usare olio d'oliva normale se i più piccoli sono oliati. "I prodotti di ossidazione che possono irritare la pelle si sviluppano facilmente da questo."

Latte al seno sulla pelle irritata
La pelle dei bambini differisce in modo significativo da quella di un adulto nel secondo anno di vita, ha spiegato Behrbohm, esperto di DHA. "Tra le altre cose, è fino a un quinto più sottile, lo strato corneo e il mantello acido protettivo non sono ancora stabili." I genitori sono spesso turbati quando la pelle del bambino è arrossata o leggermente squamosa nei primi mesi di vita. È importante sapere che la pelle del neonato subisce un cambiamento radicale - dall'ambiente completamente umido nel liquido amniotico all'aria relativamente secca del mondo esterno. Pertanto, la pelle si sfalda spesso fortemente, soprattutto dalla seconda settimana di vita. "Questo è normale e dura dalle quattro alle sei settimane", afferma Höger. Nina Kruse ha curato la pelle arrossata e dolorante della sua piccola figlia con latte materno su raccomandazione dell'ostetrica. La giovane madre vi immerse un batuffolo di cotone per alcuni minuti e lo mise sulle aree interessate. Questo ha funzionato anche per le ascelle arrossate e nella zona inguinale. (anno Domini)

Informazioni sull'autore e sulla fonte

Video: profumo di salute (Agosto 2020).