Soggetti

Animali strega e piante magiche


Il corvo porta la morte, il gatto è l'animale della strega, le salamandre di fuoco accendono i fuochi, i rospi incantano con i loro occhi, i vampiri si trasformano in pipistrelli e da una mandragora, fecondati con il seme di un impiccato, il piccolo boia si alza. Da dove vengono queste idee?

Il gatto - dalla dea al diavolo

Il gatto selvatico europeo era considerato dai tedeschi un simbolo di amore fisico: Freya, la dea della sessualità, viaggiava su un carro trainato dai gatti selvatici. Freyatag, venerdì, è stato il giorno del matrimonio, i gatti robusti, inconfondibili nelle loro lussuriose zecche, si sono adattati con esso - ed è stato proprio questo legame con la fertilità che ha causato il fallimento dei gatti in epoca cristiana. La sessualità delle donne divenne l'epitome dell'opera di Satana per il clero cristiano, il gatto divenne il suo animale. La dea Freya divenne la strega, che compì le sue cattive azioni in forma di gatto.

Il monaco Berthold von Regensburg si precipitò contro il gatto: “Il respiro che le esce dal collo è la peste; e se beve acqua e una lacrima scende dai suoi occhi, la lacrima è viziata: tutti coloro che bevono da ora in poi sperimentano la morte ".

Nel 13 ° secolo il diavolo apparve come un gatto nero con gli occhi infuocati. Si dice che il beato Domenico abbia convertito nove donne possedute dal diavolo nel 1235. Questo diavolo assomigliava a questo: “Gli occhi di questo gatto sembravano quelli di un bue, sì, erano come una fiamma; l'animale tirò fuori la lingua, lunga mezzo metro e assomigliava a una fiamma; aveva una coda quasi la metà della lunghezza di un braccio e le dimensioni di un cane; per ordine del santo, scivolò attraverso il buco che era stato lasciato per la corda della campana. “Ancora oggi, molti credono che i gatti neri abbiano proprietà speciali. Biologicamente non ha senso.

Le streghe inglesi presumibilmente non mantenevano i gatti neri, ma macchiati di bianco. Hanno praticato danni da incantesimo attraverso questi gatti. Nel 1565, Agnes Waterhouse e sua figlia furono processati per stregoneria con Elisabetta Francesco. Ciò avrebbe dimostrato - un gatto. La nonna di Elisabetta avrebbe dato il suo sangue al diavolo; e glielo avrebbe dato sotto forma di un gatto macchiato di bianco. Questo animale avrebbe ucciso suo figlio e il suo amante. La nonna ha dato l'assassino Agnes Waterhouse. A sua volta, il gatto avrebbe precipitato suo marito e ucciso lui - e anche un vicino. Agnes Waterhouse è stata giustiziata come una strega.

I gatti si sentono quando arriva la pioggia e accarezzano le orecchie con le zampe. Pertanto gli inglesi credevano di aver scatenato tempeste e temporali. Agnes Sampson era quindi sotto processo in tribunale: “La strega portò il gatto in chiesa, lo battezzò e poi le legò diverse ossa di una persona uccisa. Aveva rubato le ossa nel cimitero. La strega si dondolò sulla sua scopa, prese il gatto tra le braccia e sfrecciò lontano nel mare. Lì ha rilasciato il gatto, che, per non cadere in acqua, ha rilasciato un terribile vento di tempesta. La tempesta ha minacciato la città di Leith ".

L'unicorno

L'animale più magico del Medioevo non esisteva davvero, più precisamente - non proprio. Il medico greco Ktesias scrisse il 400 a.C. AC da un asino nel paese dell'India. Questo animale dovrebbe avere un corno sulla sua testa viola. Il corno di questo unicorno ha reso innocui tutti i veleni, quindi gli europei hanno creduto nel Medioevo. Alessandro Magno avrebbe dovuto cavalcare un simile unicorno.

C'era un animale, tutti erano convinti nel Medioevo: nessuno lo vide, ma i re custodivano le corna sinuose come tesori d'oro. Dopotutto, hanno curato l'epilessia, la febbre e praticamente tutto il resto; un corno tenuto in veleno lo fece bollire. La corona norvegese conosceva l'animale. Gli unicorni non vagavano nella lontana India, ma nel mare al largo della Groenlandia - più precisamente: i narvali. Queste balene hanno una zanna; e i Vichinghi ci fecero affari. I loro coloni in Groenlandia fornirono loro zanne dei narvali e le supposte corna da miracolo potevano essere pesate più volte con l'oro. Ole Worm, un naturalista danese, scoprì la bufala nel 1638.

L'unicorno dovrebbe essere forte come un elefante; solo una vergine potrebbe domarlo. Un simbolo del pene sulla fronte sbocciava la fantasia di castità. Ma che dire dell'unicorno indiano che presumibilmente ha combattuto l'elefante lì, una bestia selvaggia. Marco Polo ha già riferito di questo unicorno e il suo corno è stato trovato nelle farmacie cinesi? Questo unicorno esiste davvero; e a causa del suo presunto corno di guarigione, è sull'orlo dell'estinzione. Ha poco a che fare con il bellissimo cavallo. Piuttosto, il rinoceronte indiano è un colosso. L'unicorno potrebbe anche avere la sua origine nelle raffigurazioni dell'antico Oriente, che mostrano le antilopi in una vista laterale.

Anche l'originale ebraico è stato tradotto erroneamente nella Bibbia latina. L'unicorno, visto anche di lato, è l'uro. Le antiche culture generavano "unicorni" per motivi religiosi? Se metti insieme i tronchi di corno di un vitello il cui cranio non è ancora cresciuto insieme, crescerà un corno, non due. Il bestiame era al centro della religione in Mesopotamia e Persia; e il pensiero magico dell'Europa ha le sue radici qui.

Mungitore Strigen e capra

Il gufo è una strega - una striga, almeno il suo nome latino è Strix. Una striga chiamava streghe i cacciatori di streghe della prima età moderna; e si riferivano all'antica Roma. C'erano i demoni Strigen, che volavano nelle case a forma di uccelli e succhiavano il sangue dei bambini di notte, ma apparivano anche come donne - uno stereotipo del successivo danno magico.

I gufi erano sempre magici e ambivalenti: uccelli di saggezza e conoscenza, sensualità e guarigione. Un gufo reale attraversò la notte con i Teutoni di Odino. Ma il gufo ha anche portato le epidemie; ha annunciato la morte; e ha lavorato come scout per le streghe. Ovidio già credeva che i gufi uccidessero i bambini; e la Banshee, la banshee irlandese, urla nella voce del barbagianni.

Il "Kuwitt" della civetta era inteso dalla gente dei primi tempi moderni come "vieni". Così chiamò i morenti per condurre le loro anime al diavolo. Le donne sessualmente autocoscienti hanno sviluppato un "vestito da gufo". Ma questo non è stato solo compreso negativamente: le piume di gufo palatinato cucite nell'abito da sposa per promuovere la fertilità.

Le abilità naturali dei gufi hanno favorito la superstizione: i gufi volano di notte e volano silenziosamente. I loro occhi intensificano le più piccole quantità di luce in modo che possano vedere perfettamente nelle notti illuminate dalla luna. I grandi occhi sono rivolti in avanti, proprio come gli umani. Non possono muovere i gufi; invece, girano la testa fino a 270 gradi. I barbagianni vivono anche in luoghi in cui anche fantasmi e streghe vanno in giro: in cimiteri e rovine. Fino ad oggi, gli agricoltori li hanno inchiodati alle porte dei fienili.

Anche il mungitore di capre si è fatto strada nella credenza nelle streghe. L'insettivoro, chiamato anche rondine notturna, è notturno come i gufi. Vola molto velocemente e puoi solo vedere un'ombra che sfreccia dietro. Come un animale inquietante, era adatto come un gufo e un pipistrello. Porta ancora il nome della sua strega fino ad oggi, perché la gente credeva di succhiare il latte dalle mammelle delle capre, delle pecore e del bestiame di notte, più precisamente: la strega si trasformò in un tale uccello per rubare il latte in questo modo.

La gallina nera

I polli erano molto diffusi nella magia, probabilmente perché erano ovunque. Se una gallina nera deponesse un uovo senza tuorlo, potrebbe essere usata per stregare. Perché un tale uovo è stato creato dal sesso con un serpente. La casalinga gettò l'uovo sul tetto in modo che streghe e diavoli non potessero danneggiare la casa.

Il corvo

Corvi e corvi sono tra gli uccelli più intelligenti. Pianifichi e ricordi le esperienze; indossavano finti nascondigli per ingannare i loro parenti neri; hanno messo le noci al semaforo in modo che le macchine possano romperle. A peggiorare le cose, sono anche neri. Non c'è da stupirsi che fossero considerati uccelli magici.

Nei tempi antichi, erano visti come futuristi. Il corvo "sibilò", il futuro sembrava corvo nero per i romani. Il corvo si nutre anche di carogne. Ciò lo ha avvicinato al negromante. In Germania, un corvo sul tetto di un uomo morente annunciò che la sua anima era dannata. Gli Skald germanici erano considerati uccelli della morte, ma anche il dio della morte era Odino; i corvi erano oscuri, ma non malvagi. Hugin - pensa, e Munin - ricorda, sa distinguere i corvi, e i Vichinghi portavano con sé corvi addomesticati sulle loro navi.

I corvi erano considerati prove di stregoneria. Nel 1656 Anna Thony fu processata come strega. Un corvo, che si sarebbe seduto sulla sua spalla, ha dimostrato la sua colpa. La povera donna fu torturata e decapitata.

Peste, fame e guerra: il primo periodo moderno fu un periodo di disperazione. Il popolo e i sovrani desideravano ardentemente trovare la "causa" del male. Il corvo "intelligente" era una scelta ovvia. Sciami di corvi accompagnarono il torvo mietitore, volarono davanti alla peste; nidificano sul Galgenberg, dove si incontrano anche le streghe, e una "Rabenaas" era un cadavere in decomposizione.

Il serpente diabolico

I draghi sono esseri ibridi che combinano le abilità e le parti del corpo di rettili, uccelli e mammiferi. Molti di loro sono predatori. I draghi cinesi, ad esempio, hanno elementi di serpenti, carpe, manzo, corna di cervo e zampe di tigre. I draghi europei combinano corpi di serpenti con ali di pipistrello. In Europa e in Asia, il corpo è coperto di squame come un rettile. Le teste ricordano coccodrilli, serpenti, lupi o grandi felini. Alcuni draghi hanno le ali, i draghi cinesi volano senza tali aiuti, alcuni hanno sei zampe, altri quattro, altri solo due. I draghi sparano fuoco o innescano onde di marea. I draghi europei hanno spesso una lingua biforcuta e un respiro velenoso.

L'animale che modella maggiormente il drago è il serpente. Molti draghi difficilmente possono essere distinti dai serpenti distorti nella mostruosità. In Europa, questo è persino evidente nella radice. I draghi dell'antica Grecia sono principalmente una specie di serpenti, secondo Python a Delfi. Lo strangolatore Python prende il nome da lui, non viceversa. Anche le molte teste e colli dell'Hydra sono serpenti. Questi draghi spesso custodiscono tesori, nelle grotte e nel sottosuolo.

Nel cristianesimo, il serpente è l'animale più basso, destinato a strisciare sul ventre. Il serpente è un simbolo del diavolo; Anche se al drago vengono dati vari attributi del "brutto" nelle rappresentazioni cristiane, come ali di pipistrello e occhi di rana, queste rimangono varianti del tema del serpente. Un importante mito cristiano, quello di San Giorgio che sconfigge il drago, mostra la lotta tra il bene e il male, Dio e il diavolo.

Non ci sono grandi serpenti strangolati in Europa e il modello può essere visto nei serpenti velenosi, il vipera, la vipera aspis, la lontra di montagna e le specie alleate. I serpenti velenosi sono comuni nel caldo Mediterraneo, da cui deriva il termine drago. Il loro stile di vita consente di trarre conclusioni sul mito del drago: i draghi vivono in grotte e custodiscono tesori nascosti; I serpenti si nascondono anche in grotte, fessure, radici, ecc. Ce ne sono troppi nella rigidità dell'inverno; I regolatori formano i cosiddetti nodi del serpente.

La muta del serpente la collegava ai cicli della vita in natura; questo potrebbe essere un'indicazione del perché i draghi sono all'inizio dell'ordine del mondo.

I serpenti europei non hanno dimensioni di "draghi", ma alcuni sono "velenosi", il loro morso velenoso. Se le ingrandisci molto, hai creato un aquilone. In Asia, anche in Cina, tuttavia, serpenti delle dimensioni di un drago, che prendono il nome da un drago, vivono la rete e il pitone tigre. Il pitone netto lotta con l'anaconda del Sud America per il posto del più grande serpente vivente. Il pitone tigre è solo un po 'più piccolo. Gli animali adulti di entrambe le specie possono facilmente strangolare e divorare cervi, bufali d'acqua o capre. Anche una persona non sarebbe un problema per il loro tratto digestivo in termini di dimensioni. Python era probabilmente il modello per le storie asiatiche in cui i draghi si lanciano sugli elefanti. Sviluppare un aquilone fuori dal pitone, tuttavia, richiede poca esagerazione. Almeno le descrizioni dei draghi dell'India che strangolano animali e umani nel Medioevo europeo risalgono chiaramente ai pitoni.

Il pipistrello

I pipistrelli accompagnano la strega nella superstizione e nel film horror. Alfred Edmund Brehm ha scritto in “Tierleben”: “Il cupo stormo di pipistrelli si insinua da tutte le fessure, buchi e grotte come se non dovessero mostrarsi alla luce del sole […]. Più cade l'alba, maggiore è il numero di questi compagni oscuri fino a quando tutti si svegliano nella notte che verrà. "E borbottò:" Con la pelle di volo del pipistrello, mangia [il prete] il diavolo, il più grande maniaco della morbosa follia ".

La paura dell'oscurità, a cui gli occhi umani non sono adattati, rimane - anche con la conoscenza dei pipistrelli. Le grotte che evitano le persone sono un rifugio per il pipistrello. Per le persone, sono anche cimiteri; I pipistrelli sono a proprio agio quando le persone seppelliscono i loro morti. I pipistrelli si svegliano non appena le persone sognano, in luoghi che riflettono anche l'inconscio.

Impariamo da Brehm perché il pipistrello era un mostro favoloso: "I pipistrelli rimangono nell'oscurità, il topo [...], le mani volanti e l'espressione facciale [...] trasmettono qualcosa di misterioso, [...]. Mentre i buoni spiriti appaiono con le ali della colomba, [...] i demoni sono stati progettati con le ali del pipistrello. Lindworm e draghi [...] avevano preso in prestito le loro ali dalla mazza, proprio come l'immagine del diavolo del diavolo con le ali di pipistrello o l'esercito di spiriti maligni [...] appaiono ancora sotto forma di pipistrelli. [...] Considerando i loro grandi benefici [...], i pipistrelli [...] appaiono come un aspetto amichevole e corroborante del paesaggio tranquillo. "Brehm descrisse l'aspetto dei pipistrelli nel 1864:" In termini di formazione generale, [...] si abbinano alle scimmie. "[...]. Le sue mani si trasformano in strumenti di volo, [...] Tra tutte le caratteristiche [...] lo sviluppo della pelle è il più strano, perché [...] determina l'espressione facciale e diventa quindi la causa per cui molte facce di pipistrello [...] hanno un aspetto oltraggioso. "

Secondo Brehm, il pipistrello assomigliava alla scimmia. Le sue mani (sic!) Sarebbero strumenti volanti, la sua pelle sembrerebbe un mostro. Impariamo a conoscere le scimmie di Brehm: “La nostra avversione per le scimmie si basa sul [...] loro talento. Assomigliano troppo agli umani e troppo poco ".

Una mazza vola come un'immagine distorta di umani nell'oscurità. È un'immagine grottesca. I pipistrelli hanno la testa alta. Un animale che ricorda una scimmia che può vedere e volare di notte ha causato brividi; un animale simile agli umani, ma con abilità disumane.

Piante magiche

Il calderone in cui Maleficia produce le sue pozioni è parte della credenza nelle streghe come il ghiaccio dell'Artico. Le persone medievali conoscevano gli effetti delle piante medicinali e velenose e le interpretavano magicamente. La dose rende il veleno, anche in senso scientifico - e il confine tra magia bianca e nera, tra guarigione e danno, era permeabile.

Le piante magiche hanno aiutato contro la stregoneria. Verbena respinse le maledizioni, l'anziano aiutò contro i demoni. Gli spiriti maligni hanno allontanato le persone con il ginepro. Aglio, aglio selvatico, valeriana, finocchio e aneto erano armi contro i diavoli che portavano malattie. La salvia li tenne a distanza dal morire. Il Gauchheil era considerato un rimedio per Lyssa e avrebbe dovuto scacciare il diavolo. La belladonna (belladonna) era anche conosciuta come erba medicinale contro la rabbia. Le sue radici sono state scavate nel giorno di San Giovanni.

Sono state trovate piante allucinogene sia nell'accusa che le streghe usavano un unguento di volo che negli unguenti con cui i lupi mannari dovevano strofinarsi per trasformarli. Dovrebbe diventare un lupo che indossa una pelle di lupo o si strofina la pelle con un unguento a base di grasso di lupo, semi di papavero, rosa di Natale o mela spina.

Le piante psicogene sono ancora molto diffuse nei rituali sciamanici: la Liane Ayahuasca, il cactus Peyotl con la mescalina alcaloide, la mela spina, il fumo di tabacco, il ginepro, la salvia, il rosmarino o il bogberry sono considerati piante da insegnante e il luogo in cui vivono gli spiriti. Ma non hanno il significato nel rituale sciamanico che sospettano gli hippy o i discepoli di Goa techno. Molti sciamani rifiutano questi mezzi per influenzare la coscienza e entrano nelle loro condizioni solo attraverso la concentrazione.

I praticanti spirituali, ma anche i malati possono entrare in una sorta di "morte apparente". La trance dello sciamano e l'ossessione del fan del voodoo si basano su tali condizioni, rafforzate da oppio, belladonna, henbane o fungo velenoso. Henbane può portare alla rigidità in cui l'inconscio è vivo. Gli sciamani considerano il loro viaggio spirituale nel mondo degli spiriti ancestrali una morte passeggera. Il suo corpo giace immobile mentre l'altro sé viaggia nella dimensione invisibile. È molto probabile che un motivo di base della fiaba Biancaneve si basi su tali rituali: sostituiamo la mela che morde Biancaneve e che ottiene da una strega, ad esempio da un fungo e limitiamo il sonno a un giorno noi la piccola morte dello sciamano.

La mandragora

Conosciamo la mandragora, Mandragora, di Harry Potter come un omuncolo urlante. La radice della mandragola ha una forma simile all'uomo con un po 'di immaginazione: due gambe e due braccia. Non era la vendita della radice di mandragola, che a causa della sua reminescenza di una forma umana conferiva anche potere magico a Hildegard von Bingen, non era una frode. Il trucco era intagliare radici diverse dalla mandragora; "Alraundelberin" significa strega o donna magica. I russi credevano che un bambino sarebbe saltato fuori dalle radici.

Gli studiosi erano a conoscenza dell'effetto della pianta. Albertus Magnus ha scritto della sua qualità paralizzante. Ildegarda von Bingen vide lo stato interiore del credente come decisivo per l'effetto: "Ecco perché l'uomo, secondo i suoi desideri, è suscitato dalla Mandragora, come una volta faceva con gli idoli". Il naturalista Conrad Gessner ha descritto la belladonna Pianta come "erba di cosa parlano i conducenti di terra". In Italia è stata considerata la "padrona di tutta la stregoneria".

Aconito

La monotonia velenosa era il mezzo per uccidere lupi e cani. Le streghe dovrebbero usarle per sillabare il male e usarlo per uccidere le loro vittime. In Polonia si chiamava erba infernale, in Germania fiore morto o erba diavolo.

La mela spina

Le piante "magiche" erano talvolta piante davvero velenose, in particolare i paralumi. La mela comune non solo innesca allucinazioni, ma può minacciare la vita. Ancora oggi, i nomi popolari si riferiscono al suo significato come una pianta magica: bedstraw, witchweed e la mela del diavolo.

Giusquiamo

Henbane dovrebbe anche mescolare le streghe nelle loro pozioni. L'erba mal di denti ha un effetto anestetico a piccole dosi. Oggi è raro, ma era molto diffuso in Europa nel primo periodo moderno. Serviva anche per allungare il vino e la birra. Freaks afferma che la legge tedesca sulla purezza della birra è stata emanata per eliminare i "bilsen" dalla birra. Tuttavia, non ci sono prove di questo. Henbane provoca sogni ad occhi aperti. Le fantasie sulla stregoneria e sui rapporti con il diavolo potrebbero essere state intensificate da questa droga.

Funghi di strega

Un anello di funghi è ancora chiamato un cerchio di streghe o un anello di streghe. Il fungo con un cappello rosso e macchie bianche sembra impressionante - e crea allucinazioni. Non c'è da stupirsi che fosse considerato il fungo di una strega. Ad oggi, le nostre foto del fungo sono contraddittorie. I bambini del paese apprendono che il fungo contiene un veleno mortale: gli agarichi di tubero bianco, ad esempio, sono molto più pericolosi.

I guru del New Age affermano che la chiesa ha demonizzato il fungo perché gli sciamani l'hanno usato per viaggiare nel mondo invisibile. Questo non può essere dimostrato; Tuttavia, si può dimostrare che il fungo fungeva e gioca ancora un ruolo importante nei rituali sciamanici in Eurasia: gli sciamani siberiani hanno bevuto l'urina di renna che aveva mangiato i funghi. Il fungo contiene muscimolo, questo ingrediente attivo cambia coscienza e crea allucinazioni.

L'ergot, Claviceps purpurea, è un fungo a tubo che i parassiti segale, altri cereali e erba. Sintomi, ergotismo, crampi e paralisi seguono il consumo di cereali contaminati dal fungo. Le allucinazioni sono effetti collaterali, simili alle immagini horror della stregoneria. Le epidemie di massa del Medioevo possono essere spiegate con l'ergot. Pane, cotto con farina avvelenata, claviceps in paglia e fieno, il letto e la stalla - il fungo faceva parte della vita di tutti i giorni. Come l'eroina, il fungo agisce per inalazione. Falciatura e trebbiatura distribuirono il parassita, gli abitanti del villaggio inalarono il claviceps. Gli storici agricoli ritengono che un terzo del grano fosse infestato dall'ergot.

La psicologa Linda Carporael sospetta l'ergot dietro l'isteria delle streghe e indagò sui processi alle streghe a Salem, nel Massachusetts, nel 1692. A quel tempo, otto ragazze dissero che erano animali e mostri. Hanno accusato la gente del posto di incantarli. Diciannove dei denunciati hanno subito la pena di morte. Quindi i sintomi si sono fermati. Carporael dichiarò che il clima al tempo del processo alle streghe era ideale per la diffusione del fungo. Rye, il suo ospite principale, era il raccolto principale nel New England. Le ragazze impazzirono in inverno dopo che i contadini trebbiarono il grano.

Nomi comuni per diversi funghi indicano ancora oggi che si pensava che fossero con le streghe: burro di strega, tubo di strega e fungo satana.

La ricercatrice di streghe Christa Tuczay di Vienna ha condotto un'intensa ricerca sulle droghe in idee magiche del primo periodo moderno: ritiene chiaro che l'intossicazione da droghe sia stata incorporata nelle idee di stregoneria. Tuttavia: "Ciò che esattamente le persone ingerite non può essere derivato dalle fonti".

Medici particolarmente positivisti sospettano l'avvelenamento da ergot come innesco della mania delle streghe. La "piccola era glaciale" dei primi tempi moderni gli avrebbe dato condizioni eccellenti. L'ergotismo non spiega la credenza nelle streghe, ma avrebbe potuto essere un acceleratore di fuoco per le psicosi di massa associate alla mania delle streghe. (Dr. Utz Anhalt)

Versione iniziale: Animali strega e piante magiche nel Codice Karfunkel n. 12/2014

Letteratura:
Eliade, Mircea: Sciamanesimo e tecnica dell'estasi arcaica. Francoforte sul Meno 1975.
Ginzburg, Carlo: Witches Sabbath. Decifrare una storia notturna. Francoforte sul Meno 1993
Harris, Marvin: Magia pigra. Il nostro desiderio per l'altro mondo. Stoccarda 1993.
Herrmann, Paul: Mitologia nordica. Berlino 1995.
Hiller, Helmut: Lessico della superstizione. Süddeutscher Verlag GmbH. Monaco di Baviera 1986.
Rosenbohm, Alexandra: Studi di Marburg sull'etnologia. Farmaci allucinogeni nello sciamanesimo. Mito e rituale nel confronto culturale. Berlino 1991.
Summers, Montague: Mannaro. Londra 1933.
Sidky, Hubert: Stregoneria, licantropia, droghe e malattie.New York. 1997.
Stewart T., Caroline: L'emergere della convinzione dei lupi mannari. In: Bolte, Johannes (a cura di): Giornale dell'Associazione per gli studi folcloristici. Fondata da Karl Weinhold. 19 ° anno. Berlino 1909. pagg. 30-49.

Informazioni sull'autore e sulla fonte

Video: Il Libro delle Ombre. (Agosto 2020).