Notizia

Quasi ogni terzo bambino in Germania è nato con taglio cesareo


Quasi un terzo delle nascite in Germania per taglio cesareo Circa un terzo bambino in Germania è nato da taglio cesareo. Il tasso varia notevolmente nei singoli stati federali. Come l'anno precedente, il tasso di operatività era più alto nella Saarland e più basso in Sassonia. Molti esperti di salute ritengono che la domanda: taglio cesareo o parto naturale sia troppo spesso decisa a favore dell'intervento chirurgico.

Ogni terza nascita per taglio cesareo Solo poche settimane fa, il tecnico Krankenkasse (TK) ha riferito che ci sono sempre più nascite con taglio cesareo. L'Ufficio federale di statistica di Wiesbaden ha ora pubblicato cifre più precise. Di conseguenza, quasi ogni terza nascita in Germania è un taglio cesareo. Tuttavia, il tasso di operazioni varia considerevolmente nei singoli stati federali, riferisce l'agenzia di stampa dpa. Era il più alto in Saarland al 40,2 per cento. Le consegne con taglio cesareo minore erano in Sassonia con il 24,2 percento. L'anno prima, quando quasi ogni terza nascita fu eseguita dal taglio cesareo, la Saar era la prima e il fondo della Sassonia. Diverse culture di nascita nei singoli stati federali Rispetto al 2013, la percentuale di donne che ha partorito con taglio cesareo è rimasta complessivamente invariata: il 31,8 per cento delle 692.096 consegne ospedaliere dell'anno precedente erano cesarei. L'operazione è approvata dall'Associazione tedesca delle ostetriche solo se è necessaria dal punto di vista medico. La portavoce dell'associazione Nina Martin ha dichiarato: "Non crediamo che i tagli imperiali ideali abbiano senso". La signora Martin parla di una diversa cultura della nascita che viene praticata nei singoli stati federali. Poche nascite al di fuori di una clinica Solo una percentuale trascurabilmente piccola di donne decide di partorire al di fuori di un ospedale, ad esempio in un centro di nascita o nella propria casa. Dei 717.565 bambini nati nel 2014, solo 11.391 non sono nati in ospedale. Nel 2013 c'erano ancora meno con 10.380 bambini. Poiché vi sono nascite multiple, il numero di bambini nati è superiore al numero di nascite. L'anno scorso ci sono stati un totale di 31.929 bambini in più rispetto all'anno precedente, che corrisponde al 4,7 per cento. Ciò ha anche aumentato il numero di consegne ospedaliere della stessa percentuale. Tendenza mondiale per il parto cesareo Il 99,7 per cento dei bambini nati nel 2014 sono nati vivi. Come l'anno precedente, la percentuale di nati morti era dello 0,3 per cento. Ostetricia diversa da un taglio cesareo sono usate raramente. Secondo gli statistici, una campana di aspirazione è stata utilizzata nel 5,8 per cento delle consegne e una pinza per nascita solo nello 0,4 per cento. C'è una stazione di nascita in quasi ogni terzo ospedale in Germania. Alcune cliniche hanno lasciato questo segmento l'anno scorso. Nel 2013, il 37,0 per cento aveva una stazione di nascita, nel 2014 era solo il 36,6 per cento. La tendenza verso il taglio cesareo pianificato è diventata sempre più diffusa in tutto il mondo. In Brasile, ad esempio, oltre la metà dei bambini nasce così. Tuttavia, l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) raccomanda un tasso di taglio cesareo non superiore al 10-15%. (anno Domini)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Pronto Medicina Facile - Alimentazione nei primi anni di vita e prevenzione (Agosto 2020).