Notizia

Undersupplied? Solo una famiglia su quattro utilizza sale iodato


Compromissione di iodio: il sale iodato viene utilizzato solo in un quarto delle famiglie
In molte regioni d'Europa, numerose persone soffrono di carenza di iodio. Questa fornitura insufficiente può portare a disturbi della tiroide. Inoltre, la carenza in gravidanza può portare a una ridotta intelligenza del bambino. Gli scienziati ora vogliono sviluppare misure per una migliore assistenza.

Misure per migliorare l'apporto di iodio
Gli scienziati di un totale di 27 paesi europei ora vogliono combattere la carenza di iodio. Nel corso dei prossimi tre anni, l'offerta di iodio della popolazione europea sarà registrata nella rete europea della tiroide appena fondata. Inoltre, devono essere sviluppate misure per migliorare in modo sostenibile l'apporto di iodio. Secondo un rapporto dell'agenzia di stampa dpa, il coordinatore del progetto della rete, Henry Völzke, ha spiegato che si può presumere che il valore di iodio raccomandato dall'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) scenderà al di sotto in molti paesi in Europa.

Le donne incinte dovrebbero assolutamente evitare la carenza di iodio
Le donne in gravidanza, in particolare, dovrebbero evitare la carenza di iodio, avvertono i medici. Anche una leggera carenza di iodio durante la gravidanza può portare a uno sviluppo cerebrale disturbato nel bambino e quindi a una riduzione dell'intelligenza. Al contrario, un migliore QI della prole potrebbe essere ottenuto somministrando iodio durante la gravidanza, come recentemente riportato da ricercatori britannici. È anche noto che la carenza di iodio è uno dei più importanti fattori di rischio per le malattie della tiroide (ad es. Ipotiroidismo) nei bambini e negli adulti, come ha spiegato Völzke. Il medico Greifswald è l'unico rappresentante della Germania nella "Rete globale di iodio", un'organizzazione specializzata associata all'OMS. Coordinerà il progetto di ricerca da tre milioni di euro.

Regioni montane particolarmente colpite da carenza di iodio
Come ha spiegato il medico, è solo in Islanda che il consumo naturale di iodio è sufficiente a causa dell'elevato consumo di frutti di mare. In paesi come la Svizzera o la Polonia, la carenza è compensata da una profilassi del sale di iodio chiaramente regolata e legalmente prescritta. In altre nazioni come la Germania, tuttavia, la profilassi con sale di iodio è volontaria. Secondo gli scienziati, solo il 27 percento delle famiglie europee usa sale iodato. Le regioni montane sono particolarmente colpite dalla carenza di iodio. "Un altro problema è che con una dieta più consapevole a basso contenuto di sale, anche l'assunzione di iodio diminuisce", ha detto Völzke. L'eccessivo consumo di sale favorisce l'ipertensione, che a lungo termine porta a danni a organi importanti come cuore, cervello, reni e vasi sanguigni e che può causare malattie potenzialmente letali come infarto o ictus. Secondo le raccomandazioni della German Society for Nutrition (DGE), gli adulti non dovrebbero consumare più di sei grammi di sale da cucina al giorno. La mediana raccomandata dall'OMS è di 100 microgrammi di iodio per litro di urina.

Nessuna situazione di dati uniforme
"Nonostante molti studi, al momento non esistono dati standardizzati sulla situazione dell'approvvigionamento di iodio in Europa, poiché i metodi di indagine sono molto diversi", ha spiegato Völzke. "Finora, siamo stati in grado di fare solo ipotesi sull'entità dei problemi di salute che innescano una carenza di iodio." I metodi di ricerca devono essere standardizzati con la rete EUthyriod. Gli scienziati vogliono anche sviluppare misure per migliorare l'apporto di iodio. Ad esempio, la profilassi con sale di iodio potrebbe essere resa vincolante in tutti i paesi europei e la concentrazione di iodio nel sale adattata al comportamento di consumo modificato. (anno Domini)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Coronavirus: ecco perchè ho firmato lappello di Monsignor Viganò - Matteo DAmico (Agosto 2020).