Notizia

Esposizione agli ormoni attraverso protezione solare e cosmetici


Le creme solari e altri cosmetici possono contenere ingredienti ormonalmente attivi. Sono sospettati di danneggiare l'ambiente, la salute e le capacità riproduttive e di promuovere il cancro. La Federal Environment Agency (UBA) fornisce informazioni sui rischi. L'app "ToxFox" di BUND offre supporto per l'acquisto consapevole di cosmetici.

Molti produttori di cosmetici utilizzano sostanze ormonali attive nei loro prodotti, i cosiddetti "interferenti endocrini". Sono utilizzati, ad esempio, come conservanti nelle creme o come filtri UV nei filtri solari. Il problema con queste sostanze è che agiscono come ormoni sull'uomo e sull'ambiente, danneggiano la salute e le capacità riproduttive dell'uomo e degli animali e possono avere un impatto negativo sull'ambiente.

I possibili effetti degli interferenti endocrini nell'ambiente e sull'uomo comprendono, ad esempio, danni allo sviluppo di animali e piante, come l'interruzione della metamorfosi negli anfibi o le malformazioni degli organi genitali nei pesci, nonché il pericolo di intere popolazioni di mammiferi, pesci e lumache. Alcune sostanze ormonali attive sono anche sospettate di promuovere alcuni tipi di cancro nell'uomo. Ulteriori informazioni sugli effetti degli interferenti endocrini sono disponibili sul portale informativo REACH dell'Agenzia federale dell'ambiente.

App utile per lo shopping
Ad esempio, alcuni produttori di cosmetici fanno già a meno di tutti i parabeni. Uno sguardo all'elenco degli ingredienti fornisce informazioni. Con l'app “ToxFox” dell'Agenzia federale per la protezione dell'ambiente e la conservazione della natura (BUND), i consumatori possono scansionare il codice a barre dei prodotti cosmetici e vedere immediatamente se contengono sostanze ormonalmente attive. (Pm)

Informazioni sull'autore e sulla fonte

Video: Nuovi solari Cien Sun LIDL con buon INCI + Review di tutti i solari classici dopo 4 anni (Agosto 2020).